Kuldat riceve 1,5 milioni di dollari da United Ventures | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Investimenti

Kuldat riceve 1,5 milioni di dollari da United Ventures

03 Lug 2015

La piattaforma di big data per vendite e marketing fondata nel 2012 da Marco Visibelli, utilizzerà la cifra ottenuta dal fondo di venture capital per accelerare la crescita sul mercato europeo e l’espansione delle attività sul mercato americano

Supportare l’accelerazione della crescita dell’azienda sul mercato europeo e l’espansione delle attività sul mercato americano. È questo l’obiettivo del round di investimento da 1,5 milioni di dollari da United  Ventures in Kuldat, la piattaforma web di artificial intelligence per sales e marketing.

Fondata nel 2012 da Marco Visibelli, CEO & Data Scientist, Kuldat semplifica il processo di identificazione di possibili clienti in più di 100 settori. Grazie ad un algoritmo proprietario che sfrutta le potenzialità dei big data, Kuldat unisce domanda e offerte di prodotti e servizi e automatizza il processo di prospecting, riducendo il costo delle attività di vendita ed incrementando il tasso di conversione del ciclo di vendita stesso. La piattaforma è in grado di analizzare dati provenienti da 25 industries, 6 mercati e più di 250mila aziende, processando circa 15 Milioni di messaggi al giorno dal web.

La ricchezza dei dati disponibili per Kuldat riflette la crescita esponenziale dei big data che derivano dalle attività della nostra vita quotidiana ­ dai social media che raccolgono informazioni sulle news che leggiamo e dove facciamo shopping fino alle app mobile in grado di tracciare ogni nostra preferenza rispetto a ciò che guardiamo e ascoltiamo. Nonostante  l’enorme  quantità  di  dati disponibili, gli strumenti per il monitoraggio e l’analisi  delle  informazioni  hanno  spesso  utilizzato  algoritmi  espressi  in  linguaggio naturale, in molti casi viziati da errori di concettualizzazione ed estremamente costosi per le PMI.

Attraverso lo sviluppo di una tecnologia all’avanguardia, Marco Visibelli ha creato una piattaforma  innovativa  in  grado  di  coniugare  le  potenzialità  dei  big  data,  PMI  ed imprese, incrementando ed ottimizzando il loro ciclo di vendita. La piattaforma Kuldat può anche essere utilizzata per ottenere insights circa le attività commerciali dei competitor ­ lanci di nuovi prodotti, campagne di marketing, eventi e offerte commerciali.

Secondo una ricerca di BBC Research, il mercato dell’Artifical Intelligence raggiungerà i 15.3 miliardi di dollari entro la fine del 2019 con un CAGR del 19.7% annuale a livello globale (BBC Research) e ha assistito recentemente ad importanti acquisizioni come quella di DeepMind ($400M, Google) e Bright (Linkedin).

“Tutto quello che abbiamo realizzato in Kuldat era impensabile anche solo qualche anno fa. La tecnologia di big data negli ultimi anni è arrivata ad un livello di maturità tale che siamo in grado di fornire anche alle piccole medie imprese una soluzione estremamente efficace”, ha detto Marco Visibelli, CEO di Kuldat. “Con la nostra soluzione le PMI possono avere uno strumento in più per espandersi e trovare clienti anche all’estero”.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati