Il second hand per le bici da professionisti: 500mila euro alla startup Bike-room - Economyup

ECONOMIA CIRCOLARE

Il second hand per le bici da professionisti: 500mila euro alla startup Bike-room



L’aumento di capitale è stato sottoscritto da AZ ELTIF – ALIcrowd con alcuni business angels. Bike-room, fondata nel 2019 e partecipata da Digital Magics, permette di comprare e vendere biciclette autentiche e certificate di alta gamma all’insegna dell’economia circolare

03 Feb 2022


Bike-room

Il second hand entra nel mondo delle biciclette di alta gamma con Bike-room.com, piattaforma online che permette di comprare e vendere biciclette autentiche e certificate, che ha concluso un nuovo aumento di capitale pari a 500.000 euro. L’aumento è stato sottoscritto da AZ ELTIF – ALIcrowd, ELTIF di venture capital istituito da Azimut Investments SA e gestito in delega da Azimut Libera Impresa SGR SpA, insieme ad alcuni business angels, nonché primo ELTIF di venture capital che utilizza anche il crowdfunding per ricercare le aziende oggetto di investimento. Una realtà, quella di Bike-room che propone usato di qualità in un contesto di economia circolare, due trend di punta di questi ultimi anni.

Che cosa fa Bike-room

Fondata nel 2019 e partecipata da Digital Magics SPA, Bike-room.com opera in questo settore differenziandosi da altri noti operatori online generalisti. Offre infatti alla community un servizio specializzato volto alla valorizzazione delle biciclette di alta gamma di seconda mano. E’ infatti tra i pochi ad avere adottato un nuovo modello di consumo delle biciclette “second-hand” con focus sul segmento usato delle biciclette dei team professionistici. Chi si rivolge a Bike-room.com sono gli appassionati di biciclette, ma anche gli esperti e i professionisti del settore come team manager, atleti e collezionisti alla ricerca di pezzi unici.

WHITEPAPER
Come creare un processo di Lead Management cucito secondo le tue esigenze!
CRM
Startup

La missione della startup, si legge in un comunicato, è preservare il forte valore emozionale di ogni bicicletta, sfruttando il principio dell’economia circolare per un pianeta più sostenibile, e soddisfare l’esigenza delle case costruttrici di accogliere nel proprio ecosistema nuovi clienti finora difficilmente raggiungibili attraverso la loro rete distributiva. Inoltre, uno degli obiettivi strategici è di sistematizzare un mercato tradizionale ancora non regolamentato.

Bike industry: un settore in crescita

Bike-room.com nasce in un periodo di forte crescita della Bike Industry. Nel 2020 il consumo globale di biciclette ha superato 95M €, e il valore del mercato dell’usato globale si stima a 47.5M €. I principali driver del mercato attuale sono rappresentati dall’effetto della pandemia (+10M€ YoY)1, dagli incentivi collegati alla green economy e dalla crescita del movimento ciclistico amatoriale.

“In questi due anni la crescita di Bike-room.com è stata vertiginosa”, spiega Simone MatroneCOO & co-founder di Bike-room.com. “Nel corso del 2021 abbiamo più che triplicato il volume delle vendite rispetto all’anno precedente e spedito in oltre 20 paesi, generando circa il 70% del giro d’affari fuori dall’Italia”.

“BikeRoom con questo aumento di capitale si conferma come realtà in grande crescita e primario operatore sul mercato della bikeeconomy, un settore che in Italia ha bisogno di un player moderno, digitale e veloce” afferma Edmondo SparanoChief Digital Officer di Digital Magics che ha seguito l’operazione. “Si apre adesso una nuova fase, con l’obiettivo di consolidare le relazioni con i partner e di crearne nuove con altri produttori e da subito aprire il mercato estero: se pensiamo che l’export in Italia è cresciuto di oltre il 30% nell’ultimo anno, con 1.747.485 pezzi venduti (vengono vendute 3,3 biciclette al minuto)2, capiamo come l’Italia sia tornata a essere il primo esportatore europeo davanti a Portogallo e Paesi Bassi e quanto sia grande l’opportunità per il nostro paese e per BikeRoom.”

Advisor finanziario di Bike-room.com e Digital Magics per l’organizzazione del Club Deal è stato Alberto Daina, Managing Partner di Movement Capital Advisors, boutique indipendente specializzata in operazioni di finanza straordinaria.