Edison StartUp Challenge 2015, eVeryride si aggiudica il primo premio | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

competition

Edison StartUp Challenge 2015, eVeryride si aggiudica il primo premio

24 Giu 2015

L’applicazione che aggrega tutti i carsharing, bikesharing e futuri scooter sharing di Milano, Roma, Firenze e Torino accede così al programma di supporto e tutoring Edison Pulse, garantendosi la possibilità di aggiudicarsi i 100mila euro che il 18 novembre verranno destinati a 2 startup fra le 11 concorrenti

Lorenzo Polentes, founder di eVeryride
“L’Italia è un punto di riferimento per il carsharing; avere una sola piattaforma è un’idea che può essere vincente anche al di fuori dell’Italia”: così Andrea Prandi, direttore Relazioni Esterne Edison, spiega perché il primo premio dell’Edison StartUp Challenge 2015 è stato assegnato a eVeryride, l’applicazione che aggrega tutti i carsharing, bikesharing e futuri scooter sharing di Milano, Roma, Firenze e Torino (a breve anche all’estero).

La competition, che si è svolta il 19 giugno durante l’Edison Innovation Week e che era dedicata alle realtà imprenditoriali attive nei settori Energia, Internet of Things, Smart Communities e Social Innovation, permette a eVeryride di accedere al programma di supporto e tutoring Edison Pulse, andandosi ad affiancare alle 10 startup che il 18 novembre avranno la possibilità di aggiudicarsi 100mila
euro. Le altre 10 startup in corsa sono: JoiningWave, Wind and Solar Energies, My Snow Maps, Poligeneration and storage for smart green islands, WindCity, Aretha Greenhouse, Geteasybike, LastMinuteSottoCasa, Orange Fiber, Park Sharing.

La particolarità di eVeryride è quella di riunire in un’unica piattaforma tutti i servizi di carsharing e bikesharing. Non è necessario iscriversi e si può subito ricercare sulla mappa in un sol istante tutti i veicoli dei servizi di carsharing cui si è interessati, e subito dopo compararli con stime di tempi e costi per raggiungere la destinazione.

Scelto il veicolo più vicino o il più economico, si inserisce le proprie credenziali con cui ci si è registrati al servizio prescelto e si prenota direttamente l’auto. Le credenziali non vengono viste da eVeryride, che le salva solo temporaneamente nello smartphone stesso dell’utente e le trasmette direttamente al fornitore del servizio.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati