Breed Reply, un incubatore per l'Internet of things | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovazione

Breed Reply, un incubatore per l’Internet of things

15 Ott 2014

L’iniziativa è del gruppo Reply, che così finanzierà e darà supporto tecnico e manageriale alle startup che lavorano sugli “oggetti connessi”. Il primo investimento è XMetrics (dispositivi per nuotatori), di cui sta per acquistare il 30%

Arriva un incubatore avanzato per finanziare, accelerare e supportare la crescita e l’affermarsi di idee e startup nell’ambito dell’Internet of Things (IoT) in Europa e in Usa. Si chiama Breed Reply ed è stato creato da Reply, azienda specializzata nella progettazione e implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali.

Società  basata a Londra, con sedi in Italia e Germania, Breed Reply offre tre servizi fondamentali: finanziamenti a livello “seed” e “early stage”; aiuti concreti con forte trasferimento di competenze imprenditoriali, manageriali e tecnologiche; e, grazie all’ecosistema Reply, un coinvolgimento a medio lungo termine per far affermare le startup nei loro mercati di riferimento.

Breed Reply ha già avviato un progetto di crescita con Xmetrics (www.swim-xmetrics.com), società italiana che offre un servizio innovativo per nuotatori. La soluzione di Xmetrics, tramite sensori, componenti elettroniche e software, basati su dispositivi mobili, consente di gestire allenamenti di nuotatori professionisti e dilettanti, analizzando i principali parametri biometrici e le performance degli atleti in tempo reale. È stata anche definita “una sorta di allenatore virtuale per gli sport d’acqua”. Breed Reply ha siglato un “term sheet” per un importo pari a 675.000 sterline a fronte del 30% del capitale sociale di XMetrics.

L’investimento in Xmetrics si inserisce nella strategia di sviluppo di Reply nell’Internet degli Oggetti e, in particolare, nel settore delle tecnologie indossabili, un ambito dove Reply è entrata a fine luglio 2014, rilevando il 20% del capitale delle società americana Sensoria inc. (www.sensoriafitness.com).

Inoltre, da oggi e fino al 14 novembre 2014, Breed Reply offrirà alle startup la possibilità di dare visibilità alle loro idee e ai loro progetti tramite IoT Best in Breed, un percorso volto alla valorizzazione delle iniziative più innovative in ambito IoT.

“Reply – ha dichiarato il presidente Mario Rizzante – fin dal 2009 ha investito in competenze e soluzioni per l’Internet degli Oggetti divenendone un player di riferimento. Oggi stiamo assistendo ad un’ulteriore accelerazione nella frammentazione di questo mercato, con ricadute in tutti i settori industriali e nel modo di vivere quotidiano”.

“Breed Reply – ha aggiunto il Ceo Emanuele Angelidis – rappresenta una grande opportunità per le startup, in quanto, accanto al tradizionale supporto finanziario, mette a disposizione forti competenze imprenditoriali e manageriali oltre a sinergie con il mondo Reply. Ci rivolgiamo ad iniziative fatte da persone di talento, in grado di coniugare eccellenza con idee innovative e che abbiano un grande potenziale di mercato. Xmetrics ne è un esempio e lavoreremo con loro per creare un’azienda di successo”.

“Intendiamo posizionarci come leader nel settore delle wearable technologies applicate al nuoto” ha commentato Andrea Rinaldo, co-fondatore  e amministratore delegato di Xmetrics. “Il finanziamento e le competenze fornite da Breed Reply permetteranno a Xmetrics di accelerare nel suo percorso di innovazione tecnologica, facendo diventare realtà la nostra visione e quella dei nostri clienti”. (L.M.)

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati