Milkman, aumento di capitale da 6,4 milioni per la startup che semplifica le consegne | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

E-COMMERCE

Milkman, aumento di capitale da 6,4 milioni per la startup che semplifica le consegne

02 Ott 2018

La società che offre un servizio di consegna a domicilio per l’e-commerce adattabile alle esigenze del committente ha ricevuto i nuovi fondi da “Vertis Venture 2 Scaleup”, lead investor, 360 Capital Partners e P101, già presenti nel suo capitale. Ora via all’espansione in altre province oltre Milano, Roma e Torino

Arriva un nuovo aumento di capitale per Milkman, startup che punta a semplificare la vita di chi acquista online. La cifra ammonta a 6,4 milioni di euro sottoscritti da Vertis (lead investor attraverso il fondo “Vertis Venture 2 Scaleup”), P101 e 360 Capital Partners. L’operazione segue al deal del 2016 completato da P101, 360 Capital Partners e dal business angel statunitense Mike Brennan.

Grazie a questi nuovi fondi, la società intende accelerare il piano industriale di sviluppo, finanziando una significativa espansione geografica per arrivare, a fine 2019, ad essere operativa in tutte le più importanti province italiane per fatturato dell’e-commerce.

Processed with VSCO with c8 preset

CHE COSA FA MILKMAN E COME È CRESCIUTA

Con solo tre anni di vita, Milkman, sulla carta una startup, ha già i connotati di un’azienda più matura. Fondata nel 2016, è la prima società logistica ad investire esclusivamente sulla qualità della consegna al consumatore grazie ad una tecnologia innovativa e proprietaria, coperta da brevetti internazionali, che consente di proporre alle aziende che hanno deciso di adottare l’e-commerce come canale di vendita una vasta gamma di opzioni, adattando il proprio servizio di consegna alle esigenze dello specifico committente.

Il suo innovativo servizio di consegna a domicilio per l’e-commerce garantisce al consumatore una trasparenza totale sulle spedizioni con previsioni accurate sull’orario di arrivo e una vasta gamma di opzioni per personalizzare la consegna dei loro acquisti: scelta del giorno e dell’ora di consegna con appuntamenti precisi, anche in same-day. Il destinatario può disdire e ripianificare la consegna fino all’ultimo minuto e senza costi aggiuntivi. Milkman ha effettuato la prima consegna ad aprile del 2016. Il fatturato del 2017 è stato di 2,1 milioni di euro. Insignita del Netcomm eCommerce Award 2018 per la categoria Servizi, Milkman è entrata nel terzo anno di vita espandendosi fuori da Milano offrendo i propri servizi di consegna anche a Roma e Torino.

Partita con un fatturato di 450mila euro nel 2016, l’azienda conta di chiudere il 2018 con più di 7 milioni di euro di vendite, dopo aver effettuato 400.000 consegne con un tasso di gradimento del cliente finale di 4,7 su 5. Una crescita che è stata possibile grazie alla fiducia di prestigiosi brand come Easy Coop, Eataly, Nespresso, Zara.

MILKMAN, LA STORIA

Dietro l’idea di Milkman c’è uno startupper seriale, il veronese Antonio Perini. Dopo la laurea in ingegneria elettronica al Politecnico di Milano, inizia a lavorare per alcune multinazionali occupandosi di di vendita. “È stato negli anni della crisi, nei primi anni 2000, che ho deciso di reinventarmi” racconta Antonio. “Non sapevo fino a quando poteva durare quello che stavo facendo, così ho lasciato il mio lavoro e ho iniziato a pensare a qualcosa di diverso, di innovativo”. Il giovane ingegnere entra quindi nel mondo delle startup: prima partecipa alla fondazione di Cortilia, poi a quella di Viamente, fino a quando la startup viene venduta all’americana Workwave. “L’incontro con gli americani è stato folgorante: loro hanno il grande dono della praticità, sono pragmatici, così sono andato a lavorare per loro. Lì mi sono confrontato con il loro mercato e gli effetti della trasformazione digitale su delivery e ecommerce” dice. Ma la nostalgia non tarda a farsi sentire: dopo qualche anno, Antonio torna in Italia con la voglia di rimettersi in gioco. E nel 2015 fonda, insieme a Tommaso Baù, co-fondatore di Itecs, Milkman: un omino del latte 2.0, che ha l’obiettivo di soddisfare le esigenze di chi compra online semplificandogli la vita. Da lì il percorso della startup fino ai giorni nostri e all’aumento di capitale da 6,4 milioni di euro.

Ecommerce, così Milkman aiuta a comprare online chi non è mai a casa

MILKMAN: UN ESEMPIO DEL MADY IN ITALY INNOVATIVO

Il CEO di Milkman, Antonio Perini, commenta: “Siamo entusiasti di questo nuovo ingresso di capitali che conferma ancora una volta la forza della nostra offerta. Il nostro obiettivo è aiutare i negozi online a competere grazie ad una qualità del servizio unica e distintiva e siamo felici di vedere che la nostra visione venga condivisa anche dal mercato dei capitali per l’innovazione. Il servizio è oggi il vero collo di bottiglia dello shift paradigmatico che i consumi stanno attraversando e siamo fieri di avere al nostro fianco partner consapevoli che la risposta a questa sfida è la tecnologia.”

“L’Industry 4.0 richiede una logistica dove tutti gli attori della supply chain dispongono delle stesse informazioni in maniera tempestiva e coerente al fine di aumentarne l’efficienza – dichiara Mauro Odorico, Investment Director di Vertis – In Milkman abbiamo trovato la miglior risposta possibile a questa necessità che, unita alla competenza e alla professionalità dimostrate da Antonio Perini e Tommaso Baù, i due soci fondatori, ci hanno convinto ad investire nella società. Consideriamo Milkman un’eccellenza di quello che noi definiamo il “Made in Italy Innovativo”.

“La componente qualitativa della consegna e del servizio rappresenta la vera svolta per le aziende dell’e-commerce, ma anche per quelle che gestiscono un rapporto diretto con il cliente finale – afferma Andrea Di Camillo, Managing Partner di P101 – In questo senso Milkman sta rivoluzionando l’offerta esistente con un modello scalabile e sostenibile che potrà essere esportato in altri paesi permettendo anche a retailer di piccole dimensioni di servire i propri clienti con un servizio migliore rispetto ad alcuni grandi incumbent.”

“Il continuo crescere dell’e-commerce sarà il catalizzatore che consentirà grandi trasformazioni nel settore della logistica nei prossimi anni – conclude Cesare Maifredi, General Partner di 360 Capital Partners – In questo contesto c’è grande spazio per nuove iniziative imprenditoriali volte sia a migliorare i processi interni al magazzino sia quelli di consegna. La tecnologia che Milkman ha sviluppato consente all’azienda di fornire un servizio unico nel panorama del last-mile delivery italiano ed internazionale”.

Articoli correlati