eCommerce B2B: perché Yocabè ha ottenuto 2 milioni di euro con l'equity crowdfunding - Economyup

DIRECT TO CONSUMER

eCommerce B2B: perché Yocabè ha ottenuto 2 milioni di euro con l’equity crowdfunding



La società innovativa fondata da Vito Perrone che aiuta i brand a vendere di più online ha appena concluso la campagna di raccolta fondi. Ora Yocabè lavorerà per l’internazionalizzazione, il rafforzamento dell’infrastruttura logistica e dei canali distributivi e l’apertura di nuovi verticali quali beauty e pet

06 Ott 2021


Team Yocabè: al centro Vito Perrone

Una raccolta di fondi di successo per Yocabè, l’azienda innovativa fondata nel 2016 da Vito Perrone (ex Venere.com) specializzata nell’aiutare i brand a vendere di più e meglio sui marketplace: la società di Roma ha chiuso con 2 milioni di euro la sua campagna di equity crowdfunding su Mamacrowd, tra le più importanti piattaforme italiane per investimenti in equity crowdfunding che permette di investire in startup e PMI italiane. Un’operazione che si è rivelata fra le campagne italiane di maggior successo: doppiato l’obiettivo iniziale di 1,2 milioni di euro che è stato raggiunto e superato in una sola settimana. L’aumento di capitale è stato coordinato dall’advisor per startup e scaleup Growth Capital.

Sono stati oltre 170 gli investitori che hanno creduto nel progetto. Tra questi, con un investimento da 1 milione di euro, anche ALIcrowd, il primo prodotto ELTIF di Venture Capital di Azimut Investments S.A. che consente ai finanziatori privati di accedere alle più interessanti startup e PMI innovative, protagoniste dello sviluppo tecnologico industriale e digitale Made in Italy.

Come è nata e cosa fa Yocabè

La società innovativa è stata costituita 5 anni fa da Vito Perrone, ex manager di Venere.com (gruppo Expedia), rientrato appositamente da Londra in Italia per fondare Yocabè con la moglie.

Vito Perrone, dopo Venere.com ricomincio da Yocabè (con mia moglie)

Ormai 1 acquisto su 2 avviene su store online multibrand che nell’ultimo anno sono cresciuti in volume d’affari dell’80%. Un settore, quindi, sempre più strategico, che sta mutando velocemente rendendo sempre più centrale il modello di vendita proposto da Yocabè, il Direct to Consumer, secondo cui il brand vende direttamente ai clienti.

L’azienda quest’anno è entrata nella parte alta della classifica del Financial Times dedicata alle imprese europee che sono cresciute di più.

Cosa farà Yocabè con i nuovi fondi

Con i nuovi fondi Yocabè lavorerà per l’internazionalizzazione, potenziando i mercati già consolidati come Germania, Francia e Spagna ma anche aprendo il suo business a nuovi paesi come la Svizzera, l’Olanda, il Belgio e l’Austria, oltre a sostenere il mercato USA. Dal punto di vista tecnologico è previsto un rafforzamento dell’infrastruttura logistica e dei canali distributivi per sviluppare al meglio la strategia cross border. E poi l’apertura di nuovi vertical: non solo moda, ma anche beauty e personal health, home design, pet.

“La risposta degli investitori di Mamacrowd è stata eccezionale, a sorprenderci è stata l’accoglienza riservata a una soluzione B2B come la nostra”, ha detto il CEO Perrone. “Ora siamo pronti per continuare a innovare il settore dell’e-commerce e della distribuzione online – ha proseguito il manager – investendo in automazione e portando tecnologia e nuovi servizi che creeranno maggiori opportunità per le aziende che vogliono vendere sui marketplace in Europa ed il resto del mondo”.

“Yocabè ha dimostrato di progredire molto bene sia in termini di ricavi che di qualità della soluzione offerta, consolidando il proprio posizionamento come una delle migliori piattaforme intelligenti per moltiplicare le vendite online sui marketplace di tutto il mondo. Siamo orgogliosi di aver supportato tutto il team in questo percorso”, ha dichiarato Fabio Mondini de Focatiis, founder e CEO di Cross Border Growth Capital.

“Il successo ottenuto da Yocabè  – ha affermato Dario Giudici, CEO di Mamacrowd – è un’ulteriore testimonianza che Mamacrowd è ormai uno strumento fondamentale di crescita per le startup e PMI più promettenti, e quando le aziende sono attraenti il pubblico degli investitori privati risponde con entusiasmo. Siamo certi che questa tendenza si rafforzerà ulteriormente in futuro, anche grazie alle nuove funzionalità della piattaforma che rilasciamo senza sosta e che contribuiscono a semplificare il processo per tutti gli attori in gioco”