335 milioni per la scaleup francese ManoMano, che vola a 2,6 miliardi di valutazione | Economyup

DIGITAL BRAND

335 milioni per la scaleup francese ManoMano, che vola a 2,6 miliardi di valutazione



Nuovo round per la scaleup francese ManoMano, che raggiunge la valutazione di 2,6 miliardi. I fondi saranno usati per continuare l’espansione internazionale, spingere sull’innovazione tecnologica per migliorare la customer experience, e sviluppare la rete logistica europea

06 Lug 2021


ManoMano, i Co-founder Philippe de Chanville e Christian Raisson (Photo by ERIC PIERMONT / AFP)

A poco più di un anno dal suo ultimo round, ManoMano, la scaleup francese di ecommerce del fai da te, giardinaggio e arredo casa, ottiene un nuovo round di finanziamento Serie F da 355 milioni di dollari.

Il round è stato guidato da un nuovo investitore, Dragoneer Investment Group, con un’ampia partecipazione degli investitori esistenti Temasek, General Atlantic, Eurazeo, Bpifrance, attraverso i suoi fondi Large Venture, Aglaé Ventures, Kismet Holdings, e Armat Group.

Con 725 milioni di dollari raccolti in round di finanziamento negli 8 anni dalla sua fondazione, la scaleup ha raggiunto una valutazione di 2,6 miliardi di dollari e lo status di unicorno.

Che cosa fa ManoMano

Fondata nel 2013 da Christian Raisson e Philippe de Chanville e presente sul mercato italiano dal 2015, ManoMano conta più di 3500 sellers ed oltre 4 milioni di prodotti per l’arredo casa, fai da te e giardinaggio online: elettricità, idraulica, ferramenta, utensileria, deco e mobili da interno ed esterno, piscine ed animaleria. Sono più di 800 i collaboratori che dalla sede parigina gestiscono le operazioni internazionali in Francia, Italia, Spagna, Belgio, Regno Unito e Germania.

WHITEPAPER
Impianti e produzione: perché (e come) modernizzare la sicurezza
Logistica/Trasporti
Manifatturiero/Produzione

Nel 2019 ManoMano é entrata a far parte del Next40, l’indice delle startup più promettenti e potenziali della French Tech.

“La pandemia ha sviluppato una forte attenzione a livello internazionale nell’industria del fai da te, e crediamo che questa tendenza si conserverà anche in futuro”, ha commentato Eric Jones, partner di Dragoneer Investment Group. ” I consumatori di tutto il mondo stanno investendo sempre di più nelle loro case e si stanno rivolgendo ai canali online per la selezione, il prezzo e – cosa importante – i consigli. ManoMano è leader del settore su tutte e tre queste dimensioni, e nessuna azienda in Europa è meglio attrezzata per aiutare gli amanti del fai da te a realizzare i loro obiettivi”.

ecommerce: 125 milioni a ManoMano, scaleup francese che scommette sull’Italia

E-commerce per il fai-da-te, la centralità del mercato italiano

Affrontando un mercato europeo di 400 miliardi di euro, ancora in ritardo nella penetrazione online ferma all’11% (in particolare al 7% in Italia), ManoMano ha reinventato gli standard del settore grazie a un posizionamento unico come marchio digitale verticale. Nel frattempo, ManoMano ha dimostrato la sua leadership raggiungendo una crescita del +100% e 1,2 miliardi di euro di fatturato nel 2020. Con il suo catalogo di 10 milioni di referenze e i suoi 3.600 venditori partner selezionati, ManoMano offre servizi per clienti privati ​​e professionali in tutti i suoi mercati.

L’Italia è stato uno dei mercati prioritari per l’azienda sin dal suo inizio nel 2015, e sta affrontando una fase di consolidamento dopo aver fatturato 130 milioni di euro lo scorso anno, supportata da lancio, sempre nel 2020, della sua piattaforma dedicata ai professionisti della casa, ManoManoPro, e l’inaugurazione ManoFulfillment, il primo centro logistico dell’azienda nel nostro Paese (Cremona). Grazie a questo servizio, ManoMano riesce non solo a supportare i seller nello stoccaggio e nella distribuzione dei prodotti ma anche ad accompagnarli nelle vendite oltreconfine.

Lato cliente, ManoMano ha sviluppato un servizio di consulenza personalizzata grazie ai Manodvisors, una comunità di esperti disponibili online per aiutare i clienti nei loro progetti e decisioni di acquisto (2,3 milioni di conversazioni nel 2020).

Inoltre l’azienda ha recentemente annunciato un accordo con ICE Parigi, organismo per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Il progetto prevede lo sviluppo di una vetrina di sole aziende Made in Italy sulla piattaforma francese (ManoMano.fr), all’interno della quale saranno inserite 130 imprese italiane dei settori Home Design, Idraulica e riscaldamento, Giardino, Utensileria e Materiale elettrico.

 ManoMano, a che cosa servirà il finanziamento

“Con questo nuovo round di finanziamento, vogliamo confermare la nostra posizione di leader europeo indiscusso nel nostro segmento di mercato online”, hanno dichiarato Philippe de Chanville e Christian Raisson, co-fondatori e co-CEO di ManoMano. “Il nostro obiettivo è quello di diventare la prima piattaforma per tutti i progetti di fai da te, giardinaggio e miglioramento della casa, offrendo un’esperienza e una consulenza di prima qualità ai nostri clienti europei. Dando accesso a un pubblico altamente qualificato per il fai da te e a una gamma completa di servizi specifici per la categoria, puntiamo anche a essere il partner preferito per i nostri venditori europei che mirano a far crescere il loro business online.”

I fondi ottenuti saranno sfruttati per continuare l’espansione internazionale di ManoMano, spingere sull’innovazione tecnologica per migliorare l’esperienza di clienti e venditori, e sviluppare la rete logistica europea.

Nello specifico, gli obiettivi di ManoMano sono:

  • Rafforzare la sua impronta al di fuori della Francia, investendo nei Paesi esteri che rappresentano un grande opportunità di mercato. In Italia, solo nel 2020, l’interesse online da parte dei consumatori per la macrocategoria “arredamento e giardino” ha raggiunto una crescita del +190,5%.
  • Investire nella sua tecnologia e nei dati per migliorare ulteriormente la sua offerta di servizi per i clienti, i partner venditori e i professionisti della costruzione. ManoMano offre ai suoi partner venditori l’accesso ai mercati europei, sviluppando una rete logistica europea, il supporto del servizio clienti, e potenziandoli con la pubblicità, i prodotti sponsorizzati e la conoscenza dei clienti. ManoMano continua ad investire nei servizi costruendo un’esperienza end-to-end dall’ispirazione alla realizzazione attraverso la consulenza al cliente, al fine di diventare il partner di riferimento per i loro progetti di bricolage e di miglioramento della casa. 
  • Scalare la sua offerta B2B, ManoManoPro, in Italia e Spagna dove è stato lanciato alla fine del 2020, con l’ambizione di raggiungere lo stesso successo della Francia dove un piccolo professionista su 5 è già iscritto. L’azienda mira a diventare il partner preferito per i piccoli professionisti dell’edilizia.
  • Accelerare i suoi investimenti media in Europa per costruire un marchio Home Improvement forte e differenziato in tutti i suoi paesi, allo stesso livello della Francia dove 2 francesi su 3 conoscono ManoMano. 
  • Assumere 1.000 nuovi talenti entro la fine del 2022, più che raddoppiando la sua attuale forza lavoro in tutta Europa.