SHARING MOBILITY

Tier e Dott si uniscono: nasce un colosso della micromobilità europea

L’entità congiunta continuerà a operare con i marchi TIER e Dott, gli utenti continueranno ad accedere ai veicoli attraverso le rispettive app, con possibilità di una maggiore convergenza in futuro. Insieme generano un fatturato i 250 milioni di euro e supportano oltre 125 milioni di viaggi all’anno in più di 20 Paesi

Pubblicato il 10 Gen 2024

Tier e Dott si uniscono

TIER e Dott hanno annunciato un accordo per unire le due società con l’obiettivo di diventare il principale operatore di micromobilità in Europa. L’entità congiunta, si legge in un comunicato aziendale, continuerà a operare con i marchi TIER e Dott, coniugando le competenze per fornire agli utenti e alle città un servizio sicuro e affidabile.

Gli utenti continueranno ad accedere ai veicoli TIER e Dott attraverso le rispettive app, con possibilità di una maggiore convergenza in futuro.

La transazione è soggetta a diverse condizioni e sarà effettiva solo al loro adempimento e alla chiusura dell’operazione, che dovrebbe avvenire entro 2 mesi dall’annuncio fatto il 10 gennaio 2024.

Insieme, le due società generano un fatturato combinato di 250 milioni di euro e supportano oltre 125 milioni di viaggi all’anno in più di 20 Paesi. Con attività nelle principali città del mondo, tra cui Berlino, Bruxelles, Dubai, Helsinki, Londra, Madrid, Parigi, Roma, Tel Aviv e Varsavia, l’azienda si ritiene ben posizionata per essere profittevole e sostenere la transizione verso un trasporto più sostenibile.

Cosa fa TIER

TIER Mobility è tra i principali fornitori europei di micromobilità condivisa, con la missione di ‘Cambiare la mobilità una volta per tutte’. Fornisce agli utenti una gamma di veicoli elettrici leggeri e condivisi, dai monopattini alle biciclette elettriche. Fondata nel 2018 da Lawrence Leuschner, Matthias Laug e Julian Blessin, TIER ha sede a Berlino e attualmente opera in oltre 400 città, in 21 Paesi in Europa e Medio Oriente. L’azienda è climaticamente neutra dal 2020. Tra gli investitori di TIER figurano SoftBank Vision Fund 2, Mubadala Capital, Northzone, Goodwater Capital e White Star Capital.

Cosa fa Dott

Dott è un operatore europeo di micromobilità fondato da Henri Moissinac e Maxim Romain. Gestisce attualmente oltre 40.000 monopattini e 10.000 biciclette elettriche nelle principali città di Belgio, Francia, Israele, Italia, Polonia, Spagna e Regno Unito. In Italia è presente a Roma, Milano, Torino e altre 10 città. Dott ha uno staff di oltre 600 persone, i cui team principali si trovano ad Amsterdam, Londra e Parigi.

Come funzionerà la fusione TIER – Dott: il nuovo assetto del management

L’operazione sarà sostenuta da un mix di azionisti esistenti di TIER e Dott – tra i quali figurano Estari, M&G, Prosus Ventures, Novator e White Star Capital e con Mubadala Capital e Sofina alla guida – che stanno investendo 60 milioni di euro in azioni per sostenere la visione a lungo termine dell’azienda.

La società, con sede a Berlino, beneficerà dell’esperienza dei fondatori e della leadership di TIER. Avrà Lawrence Leuschner come Presidente, Henri Moissinac come Amministratore Delegato (Chief Executive Officer), Maxim Romain come Direttore Operativo (Chief Operating Officer) e Alex Gayer come Direttore Finanziario (Chief Financial Officer).

Il nuovo team condivide l’obiettivo di gestire le attività responsabilmente in ogni città:
– Per gli utenti: fornendo un servizio affidabile e amato dai cittadini nella loro vita quotidiana.
– Per le città: sostenendo gli obiettivi delle Amministrazioni di mobilità sostenibile, con un’integrazione rispettosa nello spazio pubblico.
– Per l’ambiente: offrendo un servizio rispettoso dell’ambiente, con basse emissioni e un approccio responsabile al ciclo di vita dei veicoli.

Lawrence Leuschner, co-fondatore e CEO di TIER, ha dichiarato: “Sono lieto di unire le forze con Dott, rafforzando ulteriormente la nostra posizione di leader della micromobilità in Europa e segnando la prossima fase nello sviluppo del settore. Siamo uniti da una visione comune di città con opzioni di trasporto più sostenibili e meno auto, e ci impegniamo ad aiutare gli utenti e le municipalità a realizzare tale visione. Con un’impronta più ampia e un’esperienza combinata, non vediamo l’ora di fornire un numero record di corse nel 2024.”

Henri Moissinac, co-fondatore e CEO di Dott, ha commentato: “Siamo molto ottimisti sul futuro della micromobilità condivisa. Le città si stanno adattando per ridurre la dipendenza dall’auto e incoraggiare le persone a fare scelte di trasporto sostenibili. Abbiamo costruito un servizio che gli utenti amano, gestito in modo responsabile. Unendo TIER e Dott, siamo ben posizionati per cogliere la prossima fase di crescita e accelerare ulteriormente il nostro percorso verso la redditività. Stiamo creando il leader europeo che fornirà la migliore esperienza ai nostri utenti, accuratamente integrata nelle città in cui operiamo”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

E
Redazione EconomyUp
email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 4