I monopattini elettrici arrivano anche a Roma, li porta Helbiz | Economyup

MOBILITA' E FASE 2

I monopattini elettrici arrivano anche a Roma, li porta Helbiz



Dopo le biciclette, arrivano nella Capitale i primi 1000 monopattini elettrici. Per Helbiz, Roma sarà anche un’area test per il lancio di nuovi servizi, grazie anche alla partnership con Telepass. Ecco tariffe e zone di transito dei nuovi veicoli leggeri

28 Mag 2020


I monopattini elettrici Helbiz, disponibili in sharing a Roma da maggio 2020

Dopo le biciclette elettriche, arrivano a Roma i primi 1.000 monopattini elettrici. E sono marchiati Helbiz.

Il servizio dell’azienda americana della micromobilità, già disponibile in diverse città italiane, è stato autorizzato anche a Roma. A livello di equipaggiamento di sicurezza, limiti di velocità e funzionalità di localizzazione, Helbiz ha risposto a pieno ai requisiti di conformità richiesti dalla manifestazione d’interesse della Capitale, diventando la prima realtà a portare nella Città Eterna un sistema di monopattini in sharing.

 “Grazie a questo servizio diamo una risposta concreta alla crescente domanda di mobilità attiva e sostenibile nella nostra città, un’esigenza emersa con ancor più forza in questa fase. I monopattini elettrici, che grazie alle ultime disposizioni governative possono circolare anche sulle ciclabili, rappresentano un’ottima soluzione per facilitare gli spostamenti, soprattutto sulle distanze più brevi. Un programma che si inserisce perfettamente con il piano straordinario di 150 chilometri di ciclabili transitorie previste per Roma”, dichiara l’assessore alla Città in Movimento, Pietro Calabrese.

“Siamo davvero orgogliosi di essere la prima scelta per la micromobilità elettrica del Comune di Roma” commenta Salvatore Palella, CEO fondatore di Helbiz. “Helbiz punta sul servizio, sull’accessibilità e sulla tecnologia; oggi i cittadini hanno bisogno di potersi muovere risparmiando soldi e con il minor impatto ambientale. La nostra tecnologia ci permette di migliorare il servizio nel tempo tramite algoritmi che valutano i percorsi, la posa dei mezzi, la loro ricarica e i parcheggi dei mezzi. La mobilità delle nostre città deve poter contare su un nuovo mix di tecnologie e mezzi elettrici agili, poco ingombranti che integrano le attuali scelte, perché lo spazio sarà una dimensione sempre più importante e attualmente la velocità media degli spostamenti in macchina in città è di 18km/h paragonabile a quella di un monopattino o di una e-bike. Basta pensare che rispetto al periodo pre -covid c’è stato un incremento di utilizzo delle nostre e-bike del 300% con percorsi medi più lunghi del 60%”. 

Helbiz nella Capitale, come e dove funzioneranno i monopattini

Il principio di funzionamento del servizio ricalca quello del bike sharing avviato con la bicicletta a pedalata assistita Greta: si scarica l’applicazione mobile gratuita di Helbiz (gratuita su smartphone Android e iOS), si localizza il mezzo più vicino e lo si sblocca mediante la scansione di un codice QR situato sul manubrio. La tariffa è la medesima di quella applicata in tutte le città d’Italia: 1€ per lo sblocco iniziale + 0,15€ al minuto per la corsa.  A questo si aggiunge la possibilità di usufruire di una tariffa flat: Helbiz UNLIMITED, al costo di 29.99 euro al mese, che permette di effettuare un numero di corse giornaliere illimitato della durata di 30 minuti (a distanza di almeno 20 minuti l’una dall’altra) e l’accesso al sevizio anche da Telepass Pay con 30 minuti di corse gratuite.

EVENTO - 4 NOVEMBRE 09:30
Città e territori: dall’emergenza alla ripresa
Smart city

La consolidata presenza sul territorio romano grazie a Greta, il servizio di e-bike sharing già avviato a Novembre 2019, e l’esperienza maturata in più di 25 città nel mondo, consentono a Helbiz di essere immediatamente operativa sul territorio della Capitale, all’interno di una vasta area che, oltre al Centro Storico, comprende il Vaticano e i quartieri di Parioli/Pinciano, Flaminio, Trieste, Nomentano/Università, San Lorenzo, San Giovanni, Rione Prati, Trionfale/Medaglie d’Oro, Portuense, Marco Polo, Garbatella/Ostiense, Tor Marancia/Montagnola, Ardeatino, San Paolo/Marconi e Prati della Vittoria.

Inizialmente saranno circa un migliaio i monopattini pronti per essere noleggiati da residenti e turisti. Oltre alla fornitura dei mezzi, tutti di ultimissima generazione (Segway G30 Max), e della piattaforma tecnologica geolocalizzata, Helbiz si farà carico di gestire con personale diretto e appositamente formato tutta l’attività di ricarica, sanificazione, manutenzione e riposizionamento in strada nel massimo rispetto del decoro urbano.

Roma sarà test site per future proposte di Helbiz

Roma sarà per Helbiz un trampolino di lancio per nuove soluzioni: non solo investimenti sul territorio, ma anche per nuove tecnologie con il test di nuovi mezzi grazie a specifici accordi con il Comune e con Telepass, partner strategico sul fronte dell’integrazione dei servizi.

 “Riteniamo fondamentale incentivare le nuove forme di micromobilità in sharing, che possono rendere gli spostamenti nei grandi centri urbani più sostenibili e sicuri, per questo abbiamo deciso attraverso Telepass Pay di mettere a disposizione dei cittadini romani la prima mezz’ora di utilizzo di bici e monopattini gratuita”, ha dichiarato Gabriele Benedetto, Amministratore Delegato di Telepass. “Continuiamo a costruire, insieme a società innovative come Helbiz e a importanti amministrazioni pubbliche come Roma la principale piattaforma di servizi per la mobilità”.