Generali punta sul bike sharing e investe sulla startup Ridemovi (ex Mobike) | Economyup

OPEN INNOVATION

Generali punta sul bike sharing e investe sulla startup Ridemovi (ex Mobike)



Generali Assicurazioni entra nel capitale di Ridemovi, azienda di micromobilità attiva in Italia e Spagna. Un nuovo passo nella strategia di sostenibilità di Generali, e un importante traguardo per Ridemovi, che raddoppierà le flotte e aprirà nuovi mercati in Europa ed extra UE

10 Mag 2021


Generali Assicurazioni entra nel capitale di Ridemovi, azienda di micromobilità attiva in Italia e Spagna attraverso l’offerta di servizi di condivisione di bici, ebike e monopattini elettrici.

L’investimento è stato perfezionato tramite un fondo di investimento specializzato, gestito da Ocorian Fund Management e partecipato da alcune compagnie del Gruppo Generali. Generali Insurance Asset Management ha curato tutte le fasi della transazione in qualità di investment advisor del fondo.

Si tratta di un nuovo passo nell’ambiziosa strategia di sostenibilità di Generali, e un importante traguardo per Ridemovi, che estenderà così le sue flotte.

“Siamo molto lieti di essere stati scelti da un investitore come Generali” dichiara Alessandro Felici, CEO di Ridemovi, “La domanda di micromobilità sta crescendo a ritmi elevatissimi. Grazie all’investimento di Generali saremo in grado di accelerare l’espansione internazionale di Ridemovi e investire in ricerca per continuare ad innovare mezzi e servizi rendendoli sempre più funzionali ed efficienti”.

Cosa fa Ridemovi

Nata nel 2017, Ridemovi è il servizio micromobilità in modalità flusso libero maggiormente presente sul territorio italiano, con biciclette, ebike, e presto anche monopattini elettrici.

Digital event, 23 giugno
Forum PA > La rivoluzione della sostenibilità e lo sviluppo tecnologico che la rende possibile
Logistica/Trasporti
Smart Mobility

Alle sue origini, il gruppo ha iniziato ad operare come distributore per l’Italia di Mobike, il primo operatore globale nella micromobilità al mondo. Nel 2019 Ridemovi ha acquisito il business Mobike in Italia e Spagna divenendo leader di mercato. Oggi è presente in 17 città in Italia e Spagna, con 30.000 mezzi, 2 milioni di utenti e 1 miliardo di chilometri percorsi in 3 anni di attività.

I mezzi di Ridemovi sono dotati di GPS, sim card, rilevatore di spostamenti ed un pannello solare, e utilizzano un lucchetto intelligente brevettato che viene sbloccato/bloccato tramite l’app. Sempre dall’app si può consultare la mappa per localizzare le biciclette più vicine: una volta individuato il mezzo, è sufficiente cliccare il pulsante “sblocca”, e scansionando il QR code vicino al manubrio della bici il lucchetto si apre automaticamente. Una volta giunti a destinazione, è possibile lasciare la bicicletta in modo sicuro in una qualunque delle zone individuate segnalate all’interno dell’area operativa, chiudendo la corsa nell’app e facendo leva sul lucchetto intelligente.

Ridemovi, come sarà usato l’investimento di Generali

L’ingresso di Generali consentirà a Ridemovi di estendere il parco mezzi a 70.000 unità, rafforzare la sua presenza in Italia e Spagna e aprire nuovi mercati in Europa ed extra UE. La crescita della flotta sarà focalizzata principalmente sui mezzi elettrici.

Generali, la spinta verso la sostenibilità

La sostenibilità è la nuova frontiera dell’innovazione, ormai in tutti i settori. Generali Assicurazioni è impegnato in un percorso che prevede “una progressiva integrazione della sostenibilità nel core business”; percorso delineato nel piano 2019-2021, in cui gli obiettivi di sostenibilità sono sfidanti: raggiungere 4,5 miliardi di investimenti green e sostenibili, impegnandosi ad aumentare i premi derivanti dai prodotti assicurativi con valore socio-ambientale del 7-9%.

Nel 2019, Generali è entrata nella Net-Zero Asset Owner Alliance, un gruppo di 18 fondi pensione e compagnie assicurative, nato su iniziativa delle Nazioni Unite, che si impegna a ridurre a zero le emissioni di gas serra dei propri portafogli, lavorando per cambiare i propri modelli di business con l’obiettivo di raggiungere -idealmente- zero emissioni nette.

Una missione su cui Generali fa sul serio, tanto che parte della retribuzione del top management è collegata al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità.

“Il Gruppo Generali, in linea con il suo obiettivo di contribuire alla costruzione di una società sana, resiliente e sostenibile, ha voluto investire nella green mobility con l’ingresso nel capitale di Ridemovi, un’azienda high-tech che si occupa di mobilità condivisa prestando particolare attenzione al settore della tecnologia digitale e della sostenibilità, alcuni tra i fattori più importanti che plasmano il futuro del pianeta e delle imprese” commenta Stefano Ferrari, portfolio manager di Generali Investments che rappresenterà Generali nel consiglio di amministrazione di Ridemovi. “Ridemovi è la prima azienda italiana nel settore della micromobilità e ha messo a punto un modello di business molto efficiente e scalabile. Siamo fiduciosi che possa diventare un esempio di successo per tutte le aziende Italiane innovative e sostenibili”.