Mobilità integrata: alleanza tra Urbi e Dott per combinare treno e monopattini - Economyup

SMART MOBILITY

Mobilità integrata: alleanza tra Urbi e Dott per combinare treno e monopattini



Chiunque acquisti un biglietto di Trenitalia tramite l’app Urbi riceverà un voucher gratuito valido per un noleggio di un monopattino Dott. Un accordo fatto in nome dell’integrazione fra mezzi diversi per una mobilità più semplice e sostenibile

15 Giu 2021


Urbi

Un accordo tra due startup, Urbi e Dott, per aiutare le persone a muoversi in modo più integrato, sostenibile e conveniente: è questo il senso dell’alleanza tra la startup italiana impegnata nei servizi multimodali appartenente al Gruppo Telepass, e quella europea attiva nel settore della micromobilità urbana in sharing, che si mettono insieme per offrire un servizio di mobilità integrata di primo e ultimo miglio.

Come funziona l’accordo Urbi – Dott

Dal mese di giugno, Urbi metterà a disposizione di tutti i propri clienti la possibilità di integrare gli spostamenti effettuati tramite l’alta velocità ferroviaria con una soluzione rapida ed ecologica per il primo e l’ultimo miglio.

Con la ripartenza delle trasferte business e dei viaggi turistici, infatti, Urbi e Dott hanno deciso di plasmare un’offerta dedicata a tutti coloro che decideranno di spostarsi lasciando a casa l’auto privata: chiunque acquisti un biglietto di Trenitalia tramite l’app Urbi riceverà gratuitamente un voucher valido per un noleggio di un monopattino Dott.

L’importanza della mobilità integrata

La mobilità integrata comprende la serie di mezzi, strumenti e iniziative che permettono appunto di integrare treno, auto, metropolitana, bicicletta, motorino, monopattino e altri veicoli extraurbani e urbani per aiutare le persone a percorrere la strada che che desiderano nel modo più comodo possibile e con un impatto ambientale minimo. L’accordo Urbi – Dott è un tassello di un percorso integrato che vede protagonisti ferrovie e monopattini.

Che cosa fa Urbi

L’italiana Urbi fornisce una piattaforma che aggrega e compara servizi di mobilità urbani ed extraurbani non legati alla vettura privata, che permette agli utenti di trovare il modo più veloce ed economico per spostarsi da A a B. L’app è oggi attiva in 40 città europee e integra circa 80 operatori di mobilità differenti.

Chi si muove nelle grandi città e vuole usufruire dei servizi innovativi di smart mobility si ritrova ad avere sul proprio smartphone una gran quantità di applicazioni: car sharing, bike-sharing,  scooter sharing, ride-hailing. Servizi forniti da società diverse con molte analogie e differenze.

Per evitare questo inconveniente è nata una nuova tipologia di app che consentono la multimodalità, ovvero le multi-mode mobility apps: sono quelle piattaforme che riuniscono tutti i servizi disponibili, permettono di confrontare le diverse offerte e in alcuni casi di prenotare i servizi all’interno dell’app stessa.

La piattaforma URBI fa esattamente questo: integra in un’unica app i servizi di mobilità condivisa urbana (micromobilità, car-sharing e taxi) con soluzioni di media-lunga percorrenza (treni e shuttle aeroportuali) per soddisfare i diversi bisogni di mobilità degli utenti.

Un’app unica per tutti i servizi di mobilità: l’italiana Urbi tra i leader in Europa

Dott, la micromobilità europea che cresce

Il 20 aprile scorso la società europea fondata da Maxim Romain e Henri Moissinac ha ottenuto un nuovo round di finanziamento Serie B da 85 milioni di dollari guidato da Sofina. Dalla sua creazione nell’ottobre 2018, Dott è cresciuta fino a diventare uno dei principali attori in Europa, con una flotta live di oltre 30.000 monopattini in 5 paesi: Italia, Belgio, Francia, Germania e Polonia. È operativa nel nostro Paese da giugno 2020 e a luglio di quell’anno ha vinto due dei più grandi bandi di micromobilità del mondo, classificandosi al primo posto sia a Parigi che a Lione.

La flotta in condivisione di Dott, si legge in una nota, presenta caratteristiche di solidità, affidabilità e robustezza; inoltre, la presenza su varie città italiane e il progetto di ampliamento per il 2021 garantiscono una partnership strategica in ottica di capillarità del servizio stesso.

“Siamo lieti di presentare questo accordo su scala nazionale: riteniamo infatti che la partnership con URBI sia strategica per avviare un progetto di multimodalità capace di combinare il primo e l’ultimo miglio ai tragitti interurbani”  afferma Andrea Giaretta, Country General Manager per Dott Italia. “Noi di Dott infatti siamo molto attenti a seguire le esigenze ed offrire una soluzione ideale e conveniente per ogni tipo di spostamento. Sempre tramite un’esperienza utente sicura e piacevole, dall’app fino alla corsa vera e propria.”

Anche Emiliano Saurin, Fondatore di URBI, manifesta il proprio entusiasmo per questo accordo innovativo: “Da sempre i nostri utenti usano URBI per i loro viaggi multimodali in città, la vendita dei biglietti dei treni ha aggiunto a questi spostamenti la dimensione extra-urbana. Combinando i dati che riceviamo in tempo reale sull’effettiva posizione del treno e dei monopattini, riusciamo a dare all’utente un’esperienza la più fluida e conveniente possibile. Se è vero che nessun viaggio comincia e finisce in stazione, grazie alla partnership con Dott diamo ai nostri utenti la possibilità di vivere al meglio il primo e l’ultimo miglio del loro viaggio”.