Il grafene arriva su strada | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Made in Italy

Il grafene arriva su strada

28 Ott 2015

Directa Plus, l’azienda tecnologica di Lomazzo che lavora sul grafene, e Vittoria Industries, gruppo internazionale produttore di coperture per biciclette, hanno ideato uno pneumatico per bici che, grazie alla “plastica del futuro”, garantisce performance mai raggiunte prima: maggiore velocità, maggiore aderenza, maggiore resistenza alle forature e più forza

Il futuro è già presente e sta per entrare nelle nostre case. Il grafene, il materiale che sta rivoluzionando la produzione industriale e che è noto come plastica del futuro, farà presto ingresso nelle case delle persone. O, meglio, nei garage. Italiani e non solo. Perché Directa Plus, la società tecnologica fondata negli USA nel 2005 e oggi insediata nel Parco Scientifico e Tecnologico ComoNExT a Lomazzo, che sviluppa processi per la produzione di nanomateriali di nuova generazione a base di grafene, ha ideato un innovativo sistema da applicare alle biciclette. Si chiama Intelligent Tire System powered by Graphene Plus ed è stato sviluppato insieme a Vittoria, azienda nota nella produzione di pneumatici per biciclette.

► Operazione Grafene: guarda la puntata di EconomyUp TV dedicata alla plastica del terzo millennio

Le due aziende hanno creato un nuovo pneumatico che, proprio grazie al grafene, acquista proprietà nuove che garantiscono performance mai raggiunte prima. La copertura di queste gomme diventa infatti più compatta o più morbida in risposta alle esigenze del ciclista: quando lo pneumatico corre sul rettilineo, la gomma si fa più dura offrendo la minore resistenza al rotolamento possibile; quando il ciclista frena o accelera o affronta una curva, la mescola si ammorbidisce per dare il massimo grip. Con il sistema IT’S un unico pneumatico riesce ad offrire maggiore velocità, maggiore aderenza, maggiore resistenza alle forature e più forza: Si tratta di una soluzione che abbiamo definito senza compromessi – spiega Giulio Cesareo, fondatore e CEO di Directa Plus – perché grazie alle proprietà uniche del grafene permette di superare alcuni ostacoli tipici della gomma, e non obbliga più a dover scegliere, ad esempio, tra velocità e aderenza o tra resistenza alle forature e peso”.

► Da un garage negli Usa alla più grande fabbrica europea di grafene: leggi la storia di Directa Plus

Un progetto ambizioso, dunque, nato come dicevamo tra la partnership tra la più grande fabbrica europea di grafene e un gruppo internazionale. La prima, Directa Plus, ha inaugurato nel 2014 “Le officine del Grafene” il più grande impianto europeo per la generazione di fogli di grafene altamente puro, basato su una tecnologia brevettata e approvata.  Directa Plus punta a posizionarsi a valle nella catena del valore creando materiali ready-to-use e disegnando alleanze di tipo innovativo con importanti realtà industriali che desiderano applicare questa nuova generazione di materiali abilitanti alle proprie linee di prodotto, trasformandole da tradizionali ad altamente tecnologiche. Ad oggi Directa Plus detiene 36 brevetti approvati e 8 in fase di approvazione.

Vittoria Industries Ltd. è un gruppo internazionale che ha acquisito Vittoria, famoso marchio produttore di tubolari in cotone, nel 1990. Oggi  è tra i maggiori produttori di coperture per biciclette, con una produzione annua di circa 7 milioni di coperture e 900mila tra tubolari e gomme in cotone da competizione. Le operazioni commerciali dell’intero gruppo si sviluppano a livello mondiale in 3 diverse regioni: Vittoria SpA è responsabile per Europa, Medio Oriente, Africa, America Latina (EMEA & LATAM); Vittoria Industries North America In, è responsabile per il mercato Nordamerican;. Vittoria Asia Pacific è responsabile per l’intera area Asia-Pacifico. Vittoria Industries Ltd inoltre è interamente proprietaria sia della Ricerca e Sviluppo che degli impianti produttivi Lion Tyres Thailand Ltd a Bangkok.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati