Life Science: 17 milioni di euro per Altheia, la startup italiana in finale alla Startup World Cup | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ECCELLENZE BIOTECH

Life Science: 17 milioni di euro per Altheia, la startup italiana in finale alla Startup World Cup

18 Dic 2018

La società biotech che sviluppa cure e medicine risolutive per le malattie auto-immuni (sclerosi multipla e diabete) ha ottenuto un finanziamento da 19,3 milioni di dollari poco dopo aver vinto la prima fase della “coppa del mondo” delle nuove imprese di 40 Paesi. La finale mondiale a San Francisco il 17 maggio

Altheia Science,  startup d’eccellenza nel Life Science, ha ottenuto un finanziamento da 17 milioni di euro (19,3 milioni di dollari) proprio mentre si prepara a partecipare alla finale della Startup World Cup di San Francisco.

Il closing finale del round di finanziamento serie A di Altheia, che sviluppa cure per le malattie auto-immuni, è stato annunciato nelle ultime ore. Tra gli investitori ci sono attori privati con esperienza nel settore biotech, il gruppo Fidim/Rottapharm della famiglia Rovati e Fin Posillipo SpA, holding company del gruppo Petrone. Il finanziamento da 19,3 milioni di dollari è molto al di sopra dell’obiettivo iniziale  della società, che puntava a 10 milioni di euro. Le nuove risorse finanziarie  consentiranno ad Altheia di tradurre rapidamente l’attività scientifica nei primi studi clinici su diabete di tipo I e sclerosi multipla, tra le principali malattie autoimmuni.
A questo risultato si è aggiunta un’altra notizia positiva.  Durante l’evento organizzato da StartupItalia! lunedì 17 dicembre al Palazzo del ghiaccio a Milano, Altheia Science è stata eletta Startup World Cup 2019 Italy Regional Champion ed è stata insignita del 2018 Special Award Life Science al StartupItalia! Open Summit 2018. Questo le consentirà di volare a San Francisco per prendere parte alla finalissima. (sotto il Twitter di Pierluigi Paracchi con l’annuncio)

 

Che cosa fa Altheia Science

Altheia Science è una startup d’eccellenza nel Life Science. Ha sedi in Italia e negli Stati Uniti e lo scorso settembre ha ottenuto 9,3 milioni di euro di investimenti. È stata fondata da due scienziati italiani di fama internazionale, Alessandra Biffi e Paolo Fiorina, insieme con la società di trasferimento tecnologico AurorA-TT, e ha siglato un accordo di licenza con il Boston Children’s Hospital per poter sviluppare cure e medicine risolutive per le malattie auto-immuni, concentrandosi su sclerosi multipla e diabete.

Altheia Science punta a trasformare la storia delle malattie autoimmuni modulando l’espressione del PD-L1 nelle cellule staminali ematopoietiche dei pazienti, ottenendo risultati durevoli di beneficio clinico. È nato così un ponte tra Boston e Milano in nome dell’avanzamento della scienza.

Guarda l’intervista al Dottor Paolo Fiorina, cofounder di Altheia

Altheia Science è una delle prime realtà supportate da AurorA-TT, società di trasferimento tecnologico co- fondata a Milano nel 2017 da Pierluigi Paracchi (Genenta Science) e Guido Guidi (ex Novartis).

Startup bio-tech: 9,3 milioni di euro a Altheia Science contro sclerosi multipla e diabete

Startup World Cup: la coppa del mondo delle startup

Startup World Cup è una competition a livello mondiale che coinvolge le startup di 40 Paesi. La finale si terrà a San Francisco il prossimo 17 maggio. Una gara pensata per le migliori realtà innovative a livello mondiale che sul palco di San Francisco si contenderanno un montepremi da un milione di dollari. Le gare di pitch per arrivare alla finale sono curate da Fenox Venture Pitch, società di venture capital con sede in Silicon Valley. Prima di arrivare alla finale di San Francisco, le startup selezionate parteciperanno alla finale europea che si svolgerà a Praga il prossimo 10 aprile: qui la migliore idea potrà aspirare al premio da 500 mila euro.

L’anno scorso alla finale di San Francisco non è arrivata nessuna eccellenza del made in Italy. Quest’anno siamo tutti con Altheia.

Articoli correlati