Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Competenze digitali, 20 anni di Cisco Networking Academy

17 Mag 2017

Il compleanno viene festeggiato a Bari in occasione dell’Italian Academy Conference. Nato nel 1997 a San Francisco, il programma di formazione sulla tecnologia ha attivato in Italia oltre 300 centri. Dalla fine del 2016 sono disponibili anche corsi in italiano e solo nel 2017 saranno coinvolti 45mila “studenti”. La collaborazione con le scuole

Vent’anni di attività di formazione alle nuove tecnologie dedicata agli studenti: li celebra quest’anno la Cisco Networking Academy, il programma di formazione della multinazionale statunitense che punta sulla costruzione di competenze in ambito IT ed è destinato a istituzioni formative o singoli individui in tutto il mondo.

L’occasione per i festeggiamenti è l’appuntamento annuale con l’Italian Academy Conference, che quest’anno si tiene domani a Bari il 18 maggio. Come avvenuto nelle precedenti edizioni, l’evento sarà un momento di incontro e confronto a livello nazionale per tutte le Cisco Networking Academy italiane.

► CHE COS’È LA CISCO NETWORKING ACADEMY – È nata 20 anni fa per risolvere un problema strategico di mancanza di skill in ambito tecnologico: il numero di aziende dell’IT, infatti, continua a crescere e ad evolversi, ma le risorse umane qualificate per la progettazione, la realizzazione, l’implementazione e la manutenzione di reti diventano sempre più esigue. Perciò le company incontrano crescenti difficoltà a reperire personale, interno ed esterno, in grado di rispondere alle problematiche legate all’evoluzione della tecnologia. Consapevole di questo divario, nel 1997 Cisco ha lanciato in 7 scuole a San Francisco un programma di supporto ai docenti per l’insegnamento di specifici argomenti non previsti, o poco approfonditi, dal curriculum scolastico. La prima Cisco Networking Academy in Italia risale al 1999. Da allora le Accademie si sono moltiplicate in tutto il mondo.

IL VENTENNALE A BARI – Il programma della conferenza sarà articolato in due parti. Al mattino si svolgerà una sessione plenaria alla presenza di personalità del mondo accademico e autorità locali. Sempre nel corso della mattinata verranno presentate le esperienze di due Cisco Academy pugliesi, quella del IISS Marconi-Hack di Bari e quella dell’ITIS Ferraris di Molfetta. Nel pomeriggio si svolgeranno una serie di workshop dedicati ai nuovi corsi in italiano delle Networking Academy con un’attenzione particolare a temi quali l’IoT e la Cyber Security, e all’alternanza scuola-lavoro. Per Cisco sarà presente Luca Lepore, Networking Academy Manager, che presenterà i risultati dei primi vent’anni del programma NetAcad, lanciato negli Stati Uniti nel 1997.

LE ACADEMY IN ITALIA – Numeri importanti anche quelli delle oltre 300 accademie Cisco dislocate in tutta la penisola. In 18 anni di attività nel nostro paese, i centri di formazione di Cisco hanno permesso a oltre 100.000 studenti di formarsi nell’ambito dell’information technology. Estremamente positivi anche i dati relativi ai nuovi corsi in lingua italiana, resi disponibili dalla fine dello scorso anno. In poco più di 9 mesi, sono stati oltre 40.000 gli studenti che si sono iscritti ai corsi Cisco. Numerose anche le scuole che hanno scelto di utilizzare gli IoT Digital Lab, i kit Cisco in materia di internet delle cose. A oggi sono 1.000 i kit IoT già resi disponili da Cisco per le scuole.

Cisco Networking Academy lancia 4 nuovi corsi in 500 scuole

IL PROGRAMMA DIGITALIANI – L’Academy Conference sarà anche l’occasione per ripercorrere quelle che sono state le tappe fondamentali nell’ambito dell’education di Digitaliani, il piano di investimento da 100 milioni di dollari che Cisco ha lanciato nel gennaio del 2016 per favorire l’accelerazione digitale del nostro Paese. Proprio nel settore della formazione, Cisco ha concluso una serie di accordi istituzionali al fine di supportare il conseguimento delle competenze digitali di base da parte degli italiani. Fra i protocolli di intesa firmati dall’azienda, possiamo ricordare quello siglato con il Ministero dell’Istruzione dell’università e della ricerca, con il quale fra l’altro Cisco si è impegnata a promuovere la formazione digitale puntando a raggiungere 100.000 studenti in tre anni attraverso la serie di nuovi corsi messi a disposizione delle scuole e delle academy. Altro progetto importante è quello che vede l’azienda impegnata con il Ministero della Giustizia per favorire il reinserimento sociale di 200 detenuti attraverso un programma di formazione specifico a loro dedicato.

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale