Trenitalia e l'open innovation: la challenge per startup e pmi per rilanciare il turismo | Economyup

TRAVEL

Trenitalia e l’open innovation: la challenge per startup e pmi per rilanciare il turismo



Ultime ore per partecipare alla challenge di Trenitalia dedicata a startup e pmi innovative con soluzioni in ambito Digital Tourism e Leisure. Le prescelte potranno accedere a un percorso di accelerazione da 12mila euro. Obiettivo finale: generare nuovi flussi turistici utilizzatori del treno. Scadenza: 15 maggio

12 Mag 2021


La challenge di Trenitalia per il turismo

Trenitalia cerca innovazione tra le startup e le piccole e medie imprese (pmi) con una challenge mirata a rilanciare mobilità e turismo dopo il difficile periodo del Covid19. È alle battute finali la call per accedere gratuitamente ad un processo di accelerazione, con il supporto di professionisti, del valore di 12.000 euro, ma soprattutto per vedere applicata la propria soluzione lavorando al fianco del team di Trenitalia. Ultimo giorno per le adesioni: 15 maggio 2021.

“Siamo alle battute finali per la challenge di Trenitalia, forse  la società del Gruppo FS più nota, quella che trasporta le persone con i suoi treni in alta velocità o attraverso  locali e regionali. La challenge – dice a EconomyUp Rita Casalini, Responsabile Open Innovation presso Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane –  apre al mondo delle startup per trovare soluzioni digitali, viste come supporto e stimolo al potenziale cliente che magari ancora non ha nemmeno scelto di viaggiare, ma che può trovare ispirazione al viaggio una volta ingaggiato attraverso i social, il gaming o altri tipi di esperienza digitale”.

Con funziona la challenge di Trenitalia per startup innovative

Trenitalia SpA è alla ricerca di soluzioni innovative in ambito Digital Tourism e Leisure che migliorino l’esperienza turistica ed abilitino la crescita del business dell’intera filiera del turismo. Queste soluzioni dovranno puntare sulla proposta e valorizzazione di mete e luoghi di interesse artistico-culturale, sia le più popolari che quelle considerate minori. L’obiettivo è intercettare nuovi flussi turistici che potranno avvalersi del mezzo treno per raggiungere i punti di interesse dislocati su tutto il territorio nazionale.

WEBINAR, 14 GIUGNO
Sostenibilità sostenibile: quali vantaggi di business dagli investimenti in sostenibilità?
Digital Transformation
Finanza/Assicurazioni

In particolare sono richieste soluzioni digitali in grado di supportare e stimolare il cliente durante la fase ispirazionale e di scelta del viaggio, soprattutto attraverso call-to-action indirette e non strettamente collegate alla sola prenotazione di un viaggio in termini di punto di partenza e di arrivo in treno, ma in ottica total experience per il cliente.

Puntando ad un target di clienti sia nazionali che internazionali, il fine è quello di aumentare il traffico e la conversion rate degli utenti online per generare nuovi ricavi dal segmento turismo derivanti dall’effetto traino di eventi tematici o comunque aspetti caratterizzanti di destinazioni turistiche altrimenti non popolari.

La soluzione individuata dovrà inoltre favorire partnership commerciali e tecniche con molteplici operatori in ambito travel & leisure e promuovere la vendita di servizi ancillari al treno per fornire una travel experience a 360°.

Queste soluzioni innovative potranno quindi integrarsi e far leva sui touch-point esistenti di Trenitalia quali: sito web, app, portale ispirazionale Trenitalia-Tips e canali Social Media, oppure configurarsi come soluzioni stand-alone.

Come partecipare alla challenge di Trenitalia

Startup o pmi innovative hanno tempo fino al 15 maggio per inviare il proprio contributo. QUI è possibile iscriversi. Le prescelte avranno l’occasione di accedere gratuitamente ad un processo di accelerazione per startup, con il supporto di professionisti di esperienza, del valore di 12.000 euro, ma soprattutto di vedere applicata la propria soluzione lavorando al fianco del team di Trenitalia.

Perché Trenitalia cerca soluzioni innovative nel turismo

“Stiamo faticosamente uscendo da un periodo storico incredibile – dice Rita Casalini –  dove le  limitazioni agli spostamenti imposte dalla pandemia hanno gravemente colpito il turismo. Con questa consapevolezza vogliamo investire in nuove soluzioni che contribuiscano a stimolare il rilancio dell’intera filiera del turismo nel nostro Paese. Luoghi di interesse culturale ed artistico, noti ai più ma anche quelli meno noti e per questo a maggiore potenziale di crescita, possono costituire un incentivo nel generare nuovi flussi turistici utilizzatori del treno; ecco noi vogliamo intercettare questi flussi ed anzi alimentarli”.

Gli Innovation Hub di Trenitalia

Il Programma di accelerazione viene erogato dal Gruppo FS Italiane con il supporto di Campania NewSteel, incubatore Certificato e dell’Innovation Hub del Gruppo FS a Napoli.

L’Hub di Napoli è infatti l’Innovation Hub del Gruppo dedicato al turismo. A fine dicembre è stato aperto a Roma Termini quello che svolge la funzione di Hub “regia”, dedicato a tematiche afferenti alle smart city.

Il Gruppo Fs ha in programma di aprire diversi altri hub per l’innovazione. “Stiamo investendo molto al sud – anticipa Casalini – dove prevediamo di aprirne presto almeno altri due”.

FS Italiane: come funzionano i primi Innovation Hub di Roma e Napoli