Stefano Rebattoni e la "reinvenzione digitale": 5 cose da sapere sul nuovo AD di IBM Italia | Economyup

IL MANAGER

Stefano Rebattoni e la “reinvenzione digitale”: 5 cose da sapere sul nuovo AD di IBM Italia



Laureato in Ingegneria gestionale al Polimi, ha conseguito un master in un prestigioso ateneo europeo. E, dopo 19 anni di carriera in IBM, oggi è il nuovo amministratore delegato. Ecco chi è e quali piani ha per l’azienda l’amministratore delegato di IBM Italia Stefano Rebattoni

07 Gen 2021


Stefano Rebattoni, AD di Ibm Italia

Arriva in piena pandemia mondiale a guidare IBM Italia verso la “reinvenzione digitale”: Stefano Rebattoni, 46 anni, è il nuovo Amministratore Delegato di Ibm Italia. Succede ad Enrico Cereda che, dopo cinque anni, assume il ruolo di Technology Leader Ibm Europa, Medio Oriente e Africa, conservando la carica di presidente della filiale italiana.

“Siamo a un punto cruciale nel plasmare il futuro del nostro sistema economico, sociale e sanitario” è stato il primo commento di Rebattoni, già responsabile delle operazioni di vendita complessive delle aziende sul mercato italiano. “L’attuale crisi globale sta accelerando la disruption e la necessità di una reinvenzione digitale” dice ancora Rebattoni. “È un privilegio assumere la guida di Ibm Italia, succedendo a Enrico Cereda e continuando il lavoro di successo da lui svolto per le imprese italiane e lo sviluppo del Paese. Considero prioritaria la missione di aiutare i nostri clienti e partner a capitalizzare la loro trasformazione digitale, posizionandoli al meglio per la crescita attraverso l’utilizzo della nostra piattaforma cloud ibrida aperta assieme alle potenzialità dell’intelligenza artificiale”.

“Sostenere i nostri clienti nel loro percorso di sviluppo e successo è fondamentale per IBM. La pandemia ha evidenziato l’urgenza che il Paese ha di espandere le sue capacità digitali. Stefano renderà il team di IBM Italia ancora più determinato a guidare l’innovazione che il nostro Paese necessita” ha detto di lui Enrico Cereda.

(In questa intervista rilasciata a EconomyUp nel 2017 durante l’EY Forum di Capri, Stefano Rebattoni parlava del Piano Industria 4.0 e di come IBM Italia avesse intenzione di accompagnare le imprese italiane verso la quarta rivoluzione industriale)

Industria 4.0, Rebattoni (IBM): “Ecco come l’intelligenza artificiale cambierà le fabbriche”

Ma vediamo qualche dettaglio in più sulla biografia di questo top manager arrivato ai vertici di IBM Italia.

1. È un ingegnere gestionale

“Che bello, un #ingegneregestionale Amministratore Delegato di IBM Italia! Un altro #ingegneregestionale a capo di una grande impresa tecnologica. Complimenti a Stefano Rebattoni!!” ha scritto su Linkedin Andrea Rangone, presidente di Digital360 (azienda di cui fa parte anche EconomyUp). “Da laureato e prof di #ingegneriagestionale sono un po’ di parte” ha aggiunto. Stefano Rebattoni si è infatti laureato in Ingegneria gestionale presso il Politecnico di Milano nel 2000.

quiz
[QUIZ] Sei pronto per garantire una customer connection eccellente?
CRM
Digital Transformation

2. Ha un master in un ateneo top

Dopo la laurea in Italia, Rebattoni ha conseguito un Master in Business Administration (MBA) presso la Warwick Business School, considerata una delle migliori università d’Europa. La WBS è un dipartimento accademico della Facoltà di Scienze Sociali della  Warwick University, originariamente fondato nel 1967 come School of Industrial and Business Studies. La scuola si colloca costantemente ai primi posti delle classifiche relative a business school e MBA.  Molti dei suoi ex alunni detengono posizioni di leadership in istituzioni aziendali, governative e accademiche in tutto il mondo.

La Business School offre corsi di laurea,  post-laurea  e dottorato, oltre a formazione per privati e aziende. Il campus della WBS University of Warwick si trova al confine tra la città di  Coventry  e la contea del  Warwickshire. Il campus WBS  di Londra si trova nella Shard  Tower, uno degli edifici più alti dell’Unione europea.

3. Ha 19 anni di esperienza in IBM Italia

Prima di essere nominato Amministratore Delegato di IBM Italia a gennaio 2021, Stefano Rebattoni ha ricoperto vari ruoli in azienda. Nel 2010, dopo aver lavorato come Executive Assistant del Country General Manager di IBM Italia, ha assunto crescente responsabilità all’interno dell’Organizzazione del Settore Pubblico di IBM Italia. Nel 2015 è stato nominato nel ruolo di Client Unit Director di GTS, con responsabilità per i clienti italiani appartenenti al segmento Enterprise. È stato anche Direttore Generale della divisione Global Technology Services (GTS) di IBM Italia dal gennaio 2016.

Stefano Rebattoni è stato membro del Consiglio di Amministrazione di VT-S, joint venture tra Unicredit e IBM per la fornitura di servizi informatici, membro del consiglio di amministrazione di IN.TE.SA, società del gruppo IBM che offre soluzioni per la trasformazione digitale, e anche CEO del Client Innovation Center di IBM Italia (Service Delivery Company di proprietà di IBM). In Assolombarda siede nel Consiglio Generale e nel Gruppo Meccatronica.

4. Conosce a fondo i settori bancario e pubblico

“Stefano Rebattoni è un leader dalle notevoli capacità” ha detto Marta Martinez Alonso, General Manager di IBM EMEA. “Nel suo nuovo incarico porta con sé una profonda conoscenza dei settori bancario e pubblico, nonché di tutto il mercato italiano. La sua passione per l’innovazione contribuirà al progresso digitale nel Paese. Durante i suoi 19 anni in IBM, Stefano ha saputo portare grande valore ai nostri clienti” .

5. È appassionato di sport

Come scrive lo stesso Rebattoni nel suo account Linkedin, è un appassionato di sport. In particolare ama la corsa, lo sci e il calcio.