Solidarietà digitale, il contributo dell'innovazione nell'emergenza coronavirus | Economyup

#TUTTOANDRÀBENE

Solidarietà digitale, il contributo dell’innovazione nell’emergenza coronavirus



Ondata di solidarietà digitale nell’emergenza coronavirus. Sul sito del Ministero dell’Innovazione le offerte di servizi tecnologici per imprese e cittadini da parte di numerose aziende, tra cui anche Digital360. Tutto l’ecosistema si sta mobilitando con donazioni, raccolte fondi e altro. Segnalateci le vostre iniziative

29 Apr 2020


La tecnologia può fare molto per affrontare un’emergenza come quella causata dalla pandemia coronavirus. E lo sta dimostrando con una grande ondata di solidarietà digitale: grandi aziende e startup organizzazioni, imprese, associazioni e piattaforme di crowdfunding si stanno attivando per offrire i loro servizi a cittadini e aziende, creando di fatto una importante azione di divulgazione dell’innovazione tecnologica.

La prima di queste iniziative è quella promossa dal ministero dell’Innovazione digitale guidato da Paola Pisano, che ha riunito nella piattaforma Solidarietà Digitale le organizzazioni disposte a mettere a disposizione dei cittadini servizi gratuiti. Tale è la risposta e tante le offerte che arrivano da costringere il Ministero a segnalare che i tempi di pubblicazione potrebbe essere più lunghi del previsto. La mobilitazione in effetti è grande e molte altre azioni vengono decise in queste ore da associazioni, aziende e startup. Segnalate le vostre iniziative all’indirizzo email redazione@economyup.it.

Solidarietà digitale: le aziende sul sito del ministero

Da Ibm a Cisco, da Tim a Vodafone, da Wind3 a Fastweb, da Microsoft a Mondadori, da Weschool a Italiaonline, da Amazon Web Services a Helbiz  sono sempre più numerose le aziende che hanno deciso di aderire alla piattaforma lanciata dal Ministero dell’Innovazione, mettendo a disposizione gratuitamente alcuni servizi. Tra queste aziende c’è anche Digital360, società che edita tra l’altro anche EconomyUp.

L’iniziativa è stata lanciata dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con il supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale. Obiettivo: ridurre l’impatto sociale ed economico del coronavirus grazie a soluzioni e servizi innovativi.

I servizi offerti da Solidarietà Digitale

Le iniziative, i servizi e le soluzioni disponibili hanno il comune obiettivo di migliorare la vita delle persone che in questo momento si vedono costrette a cambiare le loro abitudini permettendo di:

  • lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning.

L’aggiornamento delle offerte gratuite è costante, perciò occorre tenere d’occhio il sito. Nel sito è anche presente un modulo di iscrizione per le organizzazioni che intendono mettere a disposizione gratuitamente i propri servizi.

Esempi di Solidarietà Digitale

Connexia mette a disposizione per due settimane l’uso gratuito della piattaforma di smart working Webex; Vodafone elimina limiti di minuti e giga; Amazon mette a disposizione formazione e servizi di cloud computing; IBM concede alle scuole l’accesso a Cisco Webex; Mondadori regala abbonamenti gratuiti per tre mesi ai magazine del gruppo; Helbiz mette a disposizione 25.000 corse gratuite sui monopattini elettrici; Infinity mette a disposizione 2 mesi gratuiti; Codemotion offre un webinar gratuito; varie case editrici offrono ebook scaricabili gratuitamente e molto altro. L’elenco delle adesioni è in continuo aggiornamento a QUESTO LINK

La proposta di Digital360 – Smart Working Training

Digital360 mette a disposizione:
• la registrazione del webinar realizzato il 5 marzo 2020 dal titolo “Smart Working ai tempi del Coronavirus: la testimonianza delle aziende e come trasformarlo in cambiamento reale”.

2 videocorsi, uno per aziende private e uno per enti pubblici, per supportare le persone nell’adozione dello Smart Working. Il webinar ha l’obiettivo di raccontare come le aziende stanno affrontando l’emergenza Coronavirus ricorrendo allo Smart Working attraverso le testimonianze di Zurich e A2A e approfondire gli aggiornamenti normativi definiti dal DPCM 1 Marzo con il contributo di Francesca Gagliarducci, Vice Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. I videocorsi si pongono gli obiettivi di creare consapevolezza sul tema dello Smart Working e di fornire suggerimenti e consigli concreti a tutti gli Smart Worker sia in termini di gestione della propria giornata lavorativa, sia in termini di salute e sicurezza.

Come aderire

A questo link puoi guardare la registrazione del webinar “Smart Working ai tempi del Coronavirus: la testimonianza delle aziende e come trasformarlo in cambiamento reale”.

Il videocorso per aziende private “Smart Working per l’emergenza Coronavirus” può essere fruito sul sito 360digitalskill.it nella sezione videocorsi, previa iscrizione. Il videocorso per enti pubblici “Smart Working | Consigli pratici per abilitare il lavoro agile” può essere fruito sulla piattaforma FPA Digital School (necessaria l’iscrizione).

Food delivery, il contributo di Rancilio

Rancilio Cube, il family office della famiglia Rancilio, con il supporto dell’azienda italiana Yakkyofy, leader nel dropshipping dalla Cina, donerà a Deliveroo Italia una fornitura di presidi di sicurezza da distribuire ai suoi collaboratori, impegnati nel servizio delle consegne di cibo a domicilio.    “È il momento della solidarietà e della collaborazione – spiega Luca Rancilio, CEO e Co-Founder di Rancilio Cube – ognuno di noi deve fare la sua parte nel supportare le realtà a lui vicine. In questa situazione è fondamentale rivalutare il concetto di sussidiarietà a sostegno della ripresa e della continuità”.

L’iniziativa a favore di Deliveroo si inserisce nel piano di azioni solidali alle imprese di valore messe in campo da Rancilio Cube, che ha già  conferito la “Romano Rancilio Award” a Dynamo Camp, il primo camp estivo di terapia ricreativa in Italia, che ospita gratuitamente bambini e ragazzi gravemente malati e le loro famiglie, oltre ad aver supportato  per alcune stagioni la Global Social Venture Competition (Berkeley University/Università Cattolica).  “La nostra attenzione ai progetti che creano un impatto sociale positivo  e reale è una costante del nostro lavoro di esplorazione e valutazione          delle realtà d’impresa che ci circondano – continua Rancilio – e ne riconosciamo a maggior ragione l’importanza in questo momento di emergenza”.

Retex, un progetto per la ripresa delle attività

Retex, azienda leader sul fronte dell’innovazione tecnologica per il retail, insieme con ARAD.Digital, boutique di consulenza strategica focalizzata su e-commerce e omnicanalità in ambito retail, lancia il progetto Retail Together, per supportare i management di diverse aree (tra cui Fashion, Food & Beverage, GDO e Hospitality) nella ripresa delle attività e nella trasformazione che le industries legate al retail in primis saranno necessariamente chiamate a portare avanti.

Retail Together fa parte delle iniziative contenute nel programma di solidarietà digitale del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

Il crowdfunding per il coronavirus

#iorestoacasa, la raccolta fondi di Oval, Walliance e Starteed

Starteed, Walliance e Oval, grazie al supporto di Save the Planet, si sono attivate per aiutare a contrastare l’emergenza coronavirus tramite una campagna di raccolta fondi. L’obiettivo della piattaforma di crowdfunding, dell’azienda di equity crowdfunding immobiliare e della startup del fintech fondata da Benedetta Arese Lucini, è contribuire all’acquisto di respiratori, mascherine ed altri presidi medici, da destinare a sostegno degli ospedali maggiormente impegnati nel contrastare questa epidemia. Le donazioni verranno interamente devolute alla Protezione Civile, su indicazioni di destinazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dando la possibilità quindi a chiunque di fare la propria parte. Si può donare attraverso il sito www.iorestoacasa.com 

Produzioni dal Basso offre webinar gratuiti

WHITEPAPER
Cosa vuol dire investire in Startup? 10 cosa da sapere
Startup

In occasione dell’emergenza coronavirus, Produzioni dal Basso, in collaborazione con Banca Etica e Gruppo Assimoco,  lancia #AttiviamoEnergiePositive, un ciclo di formazione e webinar gratuiti. Lo scopo è quello di offrire momenti formazione per il Terzo Settore e per l’impresa sociale e culturale da parte di professionisti qualificati su attiviamoenergiepositive.it #AttiviamoEnergiePositive, un importante ciclo di formazione online (attraverso webinar) ricco di argomenti, che ha l’obiettivo di favorire il confronto sui temi dell’emergenza ma anche dell’innovazione. Una preziosa occasione di crescita, che aiuti a reagire di fronte al clima di incertezza che stiamo vivendo. Tutti i webinar saranno gratuiti, aperti a tutti e su argomenti pratici. I docenti saranno professionisti del settore che hanno deciso di dedicare il loro tempo a questa iniziativa con un vero e proprio percorso di volontariato digitale. In particolare si tratteranno temi rilevanti per il Terzo Settore e il non profit e per le imprese sociali e culturali.

Digital Learning

DidaelKTS

DidaelKTS, che si occupa di Digital Transformation e Digital Learning,  ha avviato una serie di iniziative per sostenere gli italiani costretti al proprio domicilio. Per le scuole, in occasione della creazione della Zona Rossa di Vo’ Euganeo, ha concesso a un istituto l’utilizzo di “Giocoso-Insegno e Imparo giocando” (prodotto che unisce digital learning, gamification e robotica educativa, target i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria) e altri prodotti del catalogo DidaelKTS.  Per quanto riguarda famiglie e aziende, nella sezione #iorestoacasa del sito www.didaelkts.it sono stati raggruppati diversi corsi per tutta la famiglia, sia per giovani e adulti (corsi di inglese e italiano per stranieri), sia per bambini (come Clic&Clil, per avvicinarsi alle lingue, o ECDL Kids, per scoprire l’uso del computer). La società è inoltre presente nel sito Solidiarietà Digitale con altre proposte.

Fluentify

Fluentify, azienda attiva nel mondo della formazione linguistica a distanza, nell’ambito delle iniziative di Solidarietà Digitale ha deciso di offrire alle imprese un mese di accesso gratuito alla Fluentify AcademySi tratta di uno strumento di e-learning innovativo che, grazie alle tecniche tipiche dell’intrattenimento, fa leva su un maggiore coinvolgimento dei dipendenti-studenti. Per insegnare il lessico più corretto nelle diverse situazioni professionali non ci si affida, quindi, a una didattica piatta e frontale, ma si passeggia direttamente per le vie di Londra con Christian Saunders, docente e content creator, seguito su YouTube da oltre 156.000 utenti. 

#ScuolaACasa

L’iniziativa #ScuolaACasa è rivolta a tutte le scuole primarie, secondarie di 1° e 2° grado italiane, anche all’estero, chiuse a causa dell’emergenza coronavirus. Al fine di garantire continuità al processo di apprendimento delle principali materie (matematica, italiano, Invalsi, …), Global Thinking Foundation offre gratuitamente licenze e Classi Virtuali di accesso alla piattaforma redooc.com di Chiara Burberi, ricca di video lezioni, appunti, materiale cartaceo da scaricare  ed esercizi interattivi spiegati (più di 80.000). Le Licenze Redooc sono valide fino a fine Settembre 2020. Qui un breve video che illustra la piattaforma: Video per i docenti.  Qui tutte le informazioni sull’iniziativa #ScuolaACasa https://blog.redooc.com/coronavirus-la-scuola-a-casa-tua/

Donazioni digitali

Satispay

Satipay , società di pagamenti digitali, ha chiamato la sua community a sostenere la Protezione Civile attraverso il servizio Donazioni e, in meno di 10 giorni, ha donato oltre 550 mila euro alla Protezione Civile Italiana. Le donazioni sono stateraccolte tramite 1 Caffè Onlus – associazione senza scopo di lucro che supporta progetti di assistenza a molte situazioni critiche in Italia –  e saranno devolute interamente alla Protezione Civile, che a sua volta destinerà i fondi alla sanità italiana, in particolar modo ai presidi medici ospedalieri finalizzati al contenimento del contagio. Contestualmente Satispay ha raggiuntoun milione di utenti attivi.

Revolut

Revolut, conto online che permette di gestire il denaro via app, collabora con Fondazione Humanitas per la Ricerca per supportare l’Istituto Clinico Humanitas nell’emergenza coronavirus. Tutte le donazioni verranno utilizzate per acquistare dispositivi e materiali sanitari per proteggere dall’infezione soprattutto i pazienti più fragili e ad alto rischio come quelli del Day Hospital Oncologico. È possibile creare un account Revolut gratuito in pochi minuti e donare attraverso la funzione Donazioni all’interno dell’app, che permette agli utenti di arrotondare i propri pagamenti e donare la differenza. In alternativa è possibile impostare una donazione ricorrente o effettuarne una singola.

Bending Spoons

Bending Spoons, iOS app developer in Europa e tra le maggiori aziende al mondo nello sviluppo di mobile app, ha donato 1 milione di euro alla Protezione Civile. I fondi verranno distribuiti sul territorio nazionale per l’acquisto di attrezzature per la terapia intensiva e di materiale sanitario necessario per far lavorare al meglio e in sicurezza medici, infermieri e tutti gli altri operatori in prima linea in questo momento critico. Per amplificare l’impatto di questa iniziativa, la società ha lanciato una campagna di raccolta fondi virale, #ViralForGood, chiamando l’intero Paese—aziende e privati—a raccolta. Obiettivo raccogliere 3 milioni di euro.  La società, per venire incontro ai cittadini obbligati a stare in casa e alleggerire la quarantena imposta dai decreti governativi, ha messo a disposizione per utilizzo gratuito le sue app 30 Day Fitness (Sfida 30 Giorni in Forma) e Yoga Wave per tutti gli utenti residenti in Italia fino al 3 Aprile. È possibile scaricare le app gratuitamente (normalmente il costo è di20 euro mensili) dall’App Store.

Iniziative

Yoopies

A fronte della crisi sanitaria, migliaia di volontari si sono iscritti alla piattaforma europea Yoopies per offrire gratuitamente servizi di:
 – Baby sitting ai lavoratori dei settori essenziali;
– Spesa e commissioni fondamentali per le persone anziane;
– Ripetizioni e supporto scolastico a bambini e ragazzi via webcam.

Fondata nel 2012 da Benjamin Suchar e Jessica Cymerman, Yoopies si è affermata come  piattaforma di assistenza all’infanzia in Europa. Con sede a Parigi e presente in 16 paesi, la startup ha ampliato le sue attività alla cura di animali, al supporto scolastico, all’assistenza agli anziani o alla famiglia.

Dott

La società della micromobilità Dott ha deciso di mettere a disposizione del personale sanitario della città di Torino i propri monopattini a titolo completamente gratuito per spostarsi più velocemente in città. Pensando a quanti non hanno un mezzo proprio e preferirebbero non utilizzare il trasporto pubblico, Dott ha pensato di dare loro un’alternativa. Ad oggi, esponenti del gruppo dei medici e degli infermieri torinesi stanno utilizzando il servizio.

Cariplo Factory

Assieme a Fondazione Cariplo, Cariplo Factory ha offerto un bootcamp e un premio da 10.000 euro nell’ambito dell’hackathon paneuropeo contro l’emergenza #EUvsVirus, che si terrà dal 24 al 26 aprile.
Il bootcamp, una giornata di preparazione per l’hackaton, si è tenuto sabato 18 aprile, con la partecipazione di circa 150 innovatori italiani, che gareggeranno insieme ad altri da ogni parte d’Europa nelle giornate del 24, 25 e 26 aprile con lo scopo di risolvere le principali sfide poste dall’emergenza Coronavirus. I partecipanti, tra cui esperti di coding, progettazione e ingegneria biomedica, hanno  presentato progetti negli ambiti più disparati, tra cui medicale, educazione e informazione.
Cariplo Factory ha inoltre scelto di concentrarsi su una delle 5 categorie del contest, Social & Political Coesion, in cui sosterrà il miglior progetto italiano con un contributo di 10.000 euro in servizi. L’obiettivo di questo premio è offrire al progetto valutato a più alto potenziale gli strumenti per consolidarsi velocemente, competere con i migliori innovatori europei ed essere in grado di generare impatto.
(Aggiornato al 29/04/2020)