Satispay, una startup da 100 milioni: chiude un round da 10 e nel 2019 punta a 50 | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PAGAMENTI DIGITALI

Satispay, una startup da 100 milioni: chiude un round da 10 e nel 2019 punta a 50

di Fabrizio Marino

16 Lug 2018

La società di pagamenti digitali guidata da Alberto Dalmasso ha chiuso un nuovo round di investimento guidato dal fondo britannico Copper Street Capital. La valutazione premoney di Satispay sale così a 100 milioni. Per l’anno prossimo l’intenzione è quella di raccogliere ancora capital internazionali

Satispay ha chiuso un round di finanziamento da 10 milioni di euro. Ad annunciarlo è stato Alberto Dalmasso, CEO e fondatore della società di pagamenti digitali, durante una conferenza stampa che si è svolta il 16 luglio presso il “fintech district” di Milano (dove ha da poco preso casa la startup piemontese). A meno di un anno dal perfezionamento del round B di finanziamento, l’assemblea degli azionisti ha approvato un nuovo aumento di capitale, per un massimo di 15 milioni di euro.

Contestualmente, il CEO ha annunciato anche il lancio di una nuova funzione per gli utenti che utilizzano l’applicazione.Si tratta di “risparmi”, una funzionalità che consentirà di creare più salvadanai e di alimentarli scegliendo tra diverse modalità.

Mentre per il 2019, gli obiettivi sono già fissati: «vogliamo sbarcare all’estero e lanciare una nuova raccolta fondi con obiettivo 50 milioni di euro».

Alberto Dalmasso CEO e cofounder_Satispay

Satispay, capitali esteri per il nuovo round di investimento

A poco meno di un anno dall’operazione (da oltre 18 milioni di euro) che l’ha consacrata una delle startup italiane più finanziate, ecco in arrivo nuovo ossigeno finanziario per Satispay. Dieci milioni di euro (con valutazione pre-money di 100 milioni). Già sottoscritti dagli investitori, che potrebbero diventare 15 nel giro di poco tempo. E che portano la raccolta complessiva della realtà di Dalmasso e soci a circa 37 milioni.

Tra i sottoscrittori della prima tranche di investimento figura Copper Street Capital, fondo basato in UK e specializzato esclusivamente in investimenti in servizi finanziari, che ha agito come lead investor. Tra gli internazionali anche Endeavor Catalyst, veicolo di investimento nato per supportare il network di imprenditori Endeavor, di cui Satispay è recentemente entrata a far parte, e Greyhound Capital, società di investimento focalizzata su realtà ad alto potenziale di crescita.

«Satispay sta crescendo – ha continuato Alberto Dalmasso, cofondatore e CEO di Satispay – e nonostante non ci fosse stata la necessità di un nuovo round, abbiamo comunque voluto portare a termine questa operazione. Il motivo? Dare il segnale che c’è interesse concreto da parte degli investitori internazionali, oltre a dar loro la possibilità di supportarci in termini di network e sinergie industriali. Non a caso il lead investor di questo round è Copper Street Capital, fondo UK»

Satispay lancia una nuova funzione per risparmiare con l’app

Si chiama “Risparmi”, ed è la nuova funzionalità per gli utenti che utilizzano l’app di Satispay. Inserita nella sezione “Servizi”, “Risparmi” consentirà di creare più salvadanai e di alimentarli scegliendo tra diverse modalità. 1) Spiccioli: per accantonare il resto di ogni transazione arrotondata all’euro. 2) Cashback: per mettere da parte il cashback ricevuto. 3) Periodico: per selezionare un importo specifico da spostare nel salvadanaio in modo ricorrente. Tale funzionalità, piuttosto flessibile, consentirà di gestire i salvadanai spostando il denaro da uno all’altro, caricandolo una tantum con importi specifici o riportandolo all’occorrenza sul budget settimanale.

Satispay e i programmi per il 2019

Lo sguardo di Satispay è però rivolto costantemente al futuro. E così Dalmasso ci tiene a svelare qualche anticipazione in merito alle operazioni a cui starebbe lavorando la società. « Vogliamo sbarcare all’estero il prossimo anno. Anche se il nostro principale obiettivo rimane quello di chiudere, sempre nel 2019, un “round C” dell’ordine di 50 milioni di euro».

Attiva nel mercato dal 2015, secondo i dati diffusi dalla società, ad Satispay conta oltre 600mila download dell’applicazione e più di 340mila utenti attivi, che si scambiano denaro e spendono in 44mila esercizi commerciali.

Fabrizio Marino

Sono stato responsabile della sezione Innovazione e Tecnologia de Linkiesta, ho gestito la comunicazione di Innogest, sono Content Creator per PoliHub. Per EconomyUp mi occupo di innovazione e startup.

Articoli correlati