Riciclo dei rifiuti: AI, robotica e materiali innovativi attraggono gli investitori - Economyup

INNOVATION RADAR

Riciclo dei rifiuti: AI, robotica e materiali innovativi attraggono gli investitori



Le tecnologie applicate all’industria del riciclo dei rifiuti attraggono investimenti: 91 milioni di dollari per AMP Robotics, pioniera nell’uso di AI e robotica per il settore, 18 milioni per Cruz Foam, che propone la chitina come sostituto della plastica. E una norvegese incentiva il riciclo su Minecraft

di Alessandro Arrigo, Angelo Cavallini

04 Nov 2022

riciclo rifiuti

AMP Robotics, società pioniera nell’intelligenza artificiale (AI), nella robotica e nelle infrastrutture per l’industria dei rifiuti e del riciclo, ha raccolto 91 milioni di dollari in corporate equity in un finanziamento di serie C, guidato da Congruent Ventures e Wellington Management, nonché da investitori nuovi ed esistenti tra cui Blue Earth Capital, Sidewalk Infrastructure Partners (SIP), Tao Capital Partners,  XN, Sequoia Capital, GV, Range Ventures e Valor Equity Partners. Questo nuovo round di finanziamento segue un finanziamento di serie B da 55 milioni di dollari guidato da XN nel gennaio 2021.

Un indicatore di come gli investitori internazionali siano attratti da questo settore di mercato in fase di espansione: le tecnologie applicate all’industria dei rifiuti e del loro riciclo. La domanda di robotica per adeguare le infrastrutture di riciclaggio esistenti continua infatti a crescere. Oltre alla storica domanda di materie prime riciclate di tutti i tipi, l’industria di questo comparto ha bisogno di raggiungere gli obiettivi fissati per 2025 per le aziende che producono beni di consumo confezionati nell’uso di contenuti riciclati post-consumo (PCR).

Riciclo plastica? No, meglio sostituirla con la chitina

Un modo sicuro per non inquinare è non usare la plastica. Una startup sotto i riflettori è Cruz Foam, che crea materiali dalla chitina, ovvero ciò che costituisce i gusci della maggior parte dei crostacei come granchi, gamberetti, aragoste e molti insetti terrestri. La società ha appena ottenuto un round serie A da $ 18 milioni per continuare a sviluppare questo materiale forte, stabile e totalmente biodegradabile. L’obiettivo è usare la chitina per sostituire il polistirene espanso come il polistirolo e altri comuni imballaggi in plastica. L’anno scorso  Whirlpool ha collaborato con Cruz Foam per realizzare alcuni pezzi per le loro scatole di elettrodomestici. Ora la startup si sta preparando ad esplorare nuove collaborazioni e nuove applicazioni.

WHITEPAPER
Robot intelligenti: i vantaggi nei progetti di automazione nell'Industry4.0
Industria 4.0
Realtà virtuale

Così un’azienda norvegese incentiva lo smaltimento di AEE tramite Minecraft

Si può riciclare anche giocando. Un rivenditore di elettronica norvegese, Elkjøp Nordic, ha collaborato con Minecraft per incoraggiare il riciclaggio nel mondo reale con ricompense in-game. Le apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) sono sempre più richieste, ma troppe AEE hanno una vita breve ed è difficile o costoso ripararle. Spesso vengono smaltite, creando una montagna di rifiuti elettronici: oltre 40,5 milioni di tonnellate in totale, che aumentano al ritmo di 2 milioni di tonnellate all’anno. I rifiuti elettronici contengono una miscela di materiali preziosi e materiali tossici come piombo, mercurio e cadmio.

Per cercare di ridurre questa montagna tossica, Elkjøp Nordic ha collaborato con il proprietario di Minecraft, Microsoft, per lanciare Urban Miner, un’iniziativa che premia i giocatori di Minecraft con valuta di gioco, Minecoins, per la restituzione dei loro rifiuti elettronici per il riciclaggio. I consumatori nordici possono portare i loro vecchi dispositivi elettronici in qualsiasi negozio Elkjøp per il riciclaggio e ricevere Minecoins in cambio. Ogni gadget guadagna un numero diverso di Minecoin, in base al valore dei materiali riciclabili che contiene.

Quali sono i temi di innovazione digitale di tendenza sulla scena internazionale? Come se ne parla? In questa rubrica trovate il più “caldo” della settimana, con gli articoli che meglio lo raccontano, individuati grazie al lavoro fatto per EconomyUp da uno speciale radar: il software QuSeed sviluppato da Startup Bakery, che analizza oltre 1000 fonti web internazionali sintetizzate nell’indice IDR ed elabora i dati di investimento raccolti da Crunchbase (qui potete leggere i dettagli del metodo di analisi).

Alessandro Arrigo

Con oltre 10 anni di esperienza nel Digital Consulting, Alessandro Arrigo è CEO di Startup Bakery e Partner di Datrix Group Spa, Business Angel e imprenditore nelle settore dell'AI. È…

Angelo Cavallini

È Chief Operating Officer di Startup Bakery. Ha alle spalle un’esperienza decennale nello sviluppo di applicazioni web e nel disegno di architetture Big Data nei settori digital (3rdPlace) e farmaceutico…