Rendimento Etico: come funziona il crowdfunding immobiliare che aiuta chi rischia il pignoramento | Economyup

LENDING CROWDFUNDING

Rendimento Etico: come funziona il crowdfunding immobiliare che aiuta chi rischia il pignoramento



Rendimento Etico nasce con l’obiettivo di consentire a tutti di investire nel mattone attraverso una piattaforma online, ma aiutando al tempo stesso chi si trova in difficoltà finanziaria. Ecco cos’è e come funziona una delle principali piattaforme italiane del settore del real estate crowdfunding di tipo lending

di Rachele Gatti

08 Dic 2020


Andrea Maurizio Gilardoni, founder di Rendimento Etico

Si può permettere a tutti di investire nel mattone attraverso una piattaforma online, aiutando anche chi si trova in difficoltà finanziaria: è quello che fa Rendimento Etico, delle principali piattaforme italiane nel settore del real estate crowdfunding di tipo lending.

Cos’è Rendimento Etico

Il crowdfunding immobiliare è una modalità di raccolta fondi che permette a vari investitori di partecipare al finanziamento di un progetto immobiliare in cambio di una remunerazione del capitale, attraverso il crowdfunding, ovvero la raccolta di fondi online da parte della “folla” (crowd) principalmente online.

WHITEPAPER
Quali sono i diversi approcci al Design Thinking e quali benefici producono?
CIO
Open Innovation

Il real estate crowdfunding ha mosso i primi passi negli Stati Uniti e sta acquisendo sempre più popolarità anche in Europa. Fra i portali ad esso dedicati nel nostro Paese c’è proprio Rendimento Etico. Che ha una caratteristica peculiare: i progetti scelti non sono selezionati solo sulla base di requisiti di redditività e contenimento del rischio, ma devono avere anche una dimensione etica.

Il portale nasce dall’esperienza di Andrea Maurizio Gilardoni in qualità di business angel per progetti di crowdfunding all’estero, unita a quella di imprenditore e formatore nel settore immobiliare che svolge da oltre 10 anni affiancato dalla sua compagna, Lucijana Lozancic, amministratrice di Rendimento Etico.

Quando un progetto è definito etico

Un progetto è definito etico, perché mentre i finanziatori investono e guadagnano, aiutano chi sta vivendo una situazione di difficoltà e rischia il pignoramento del proprio immobile. Rendimento Etico interviene infatti prima che la proprietà venga messa all’asta, aiutando in questo modo a preservarne il valore e azzerando il debito tramite la vendita.

In questo processo interviene anche Case Italia, la società del gruppo che si occupa proprio del problema del debito ipotecario sul territorio italiano. Il Middle Office del Gruppo Case Italia prepara e studia ogni operazione sotto il profilo economico, etico e immobiliare. Dopo le fasi di analisi e disamina legale dell’operazione, si svolge la trattativa con i creditori, per poi procedere con sopralluoghi e analisi di fattibilità imprenditoriale ed etica, fino alla redazione di relazioni che arrivano alla Commissione di Rendimento Etico, che infine accetta o scarta la proposta.

Una volta approvato un progetto, l’immobile viene acquistato dalla società proponente, appartenente al network di Case Italia, che in collaborazione con Rendimento Etico, entra in trattativa direttamente con i creditori, evitando così che vada all’asta. Il proponente si prende a carico anche l’eventuale debito residuo, che viene poi azzerato attraverso la vendita della casa stessa.

Oltre a questo, la piattaforma consolida la propria vocazione etica devolvendo una percentuale dei guadagni di ogni operazione a favore di un fondo per aiutare persone in gravi difficoltà finanziarie.

Come funziona la piattaforma08

L’investimento avviene prestando denaro ai promotori del progetto, che poi lo rimborseranno alla scadenza di volta in volta prestabilita riconoscendo una remunerazione, che può essere fissa o indicizzata.

La maggior parte delle proposte di Rendimento Etico sono correlate agli NPL (Non-Performing Loan | Crediti Deteriorati), ovvero i crediti delle banche che i debitori non riescono più a ripagare regolarmente. Tutti i progetti sono preventivamente attestati da Case Italia, che li valuta sulla base di 3 livelli di certificazione affinchè l’acquisto si svolga in modo sicuro e etico.

Il gettone minimo per partecipare al finanziamento di un progetto è pari a 500 euro. L’utente si registra gratuitamente sul portale, collega il conto corrente al proprio account e dopo averlo caricato può iniziare a investire.

Le transazioni sono gestite da Lemon Way, un istituto di pagamento autorizzato che garantisce la sicurezza delle operazioni.

Per ogni progetto proposto vengono resi noti informazioni e documenti in modo che ciascuno possa scegliere in base alla propria predisposizione al rischio, al rendimento desiderato e al periodo di tempo stabilito per la finalizzazione dell’operazione.

Qualora non si riesca a raggiungere la quantità di fondi necessari a far partire un progetto, la somma versata dall’utente viene riaccreditata sul conto deposito.

Se invece l’opportunità scelta viene finanziata, il prestatore, passata la durata dell’operazione, può ricevere i propri guadagni in qualsiasi momento, a partire da quando vengono accreditati sul conto deposito; a questo punto in poi l’utente può effettuare il trasferimento dell’importo desiderato sul proprio conto corrente personale.

I numeri di Rendimento Etico al 2020

  • più di 10 milioni di euro raccolti
  • 55 progetti finanziati (di cui 29 nel 2020)
  • 8571 utenti registrati
  • Media chiusura raccolta finanziamenti: 2,28 giorni
  • 11,34% di rendimento medio per operazione

Al 6 giugno 2020 il Quinto Report italiano sul Crowdinvesting definisce Rendimento Etico come la piattaforma di lending crowdfunding immobiliare che ha erogato più credito nei precedenti 12 mesi.

Quanto si può guadagnare con Rendimento Etico

Le prospettive di guadagno non sono univoche. Ogni operazione proposta su Rendimento Etico  ha un margine differente, che dipende dal tipo e dalla durata dell’operazione, oltre a quanto si decide di investire. La stima del ritorno economico è indicata di volta in volta nella scheda del progetto.

In linea di massima le case danno un rendimento più elevato rispetto ad altri tipi di operazioni, come ad esempio le obbligazioni; in ogni caso, come per ogni investimento immobiliare, per avere una stima del guadagno previsto il più possibile accurata è bene leggere tutta la documentazione fornita e studiare il mercato di riferimento.

Tassazione e sostituto d’imposta per gli investimenti su Rendimento Etico

Sui rendimenti è prevista una tassazione del 26%; è la piattaforma stessa però a trattenere tale percentuale, a titolo di acconto, agendo come sostituto d’imposta e impegnandosi al pagamento delle tasse dovute.

A fine anno Rendimento Etico rilascerà poi una certificazione degli interessi percepiti e delle ritenute che sono state effettuate e versate.  Al fine di verificare quale trattamento fiscale risulti essere coerente con la propria posizione fiscale, ogni utente è comunque invitato a consultare i professionisti di fiducia per eventuali conguagli.

Vantaggi e opportunità nell’investire con Rendimento Etico

  • Aiutare persone o imprese in difficoltà, mentre si investe
  • Visto il gettone d’ingresso non proibitivo si possono diversificare gli investimenti, riducendo i rischi
  • Operazioni che si chiudono in tempi brevi (6/18 mesi)
  • Se un’operazione non va a buon fine la somma versata viene restituita sul conto dell’investitore

Rischi e svantaggi: si può perdere capitale con Rendimento Etico?

Sebbene Rendimento Etico si prefigga di proporre operazioni a rischio ridotto, ogni operazione immobiliare comporta di per sé dei rischi impliciti, solitamente proporzionali al rendimento previsto. Non vi sono certezze che il capitale venga restituito, le società proponenti potrebbero non essere in grado di ripagare il debito, o un crollo improvviso del mercato potrebbe creare problemi.

Rendimento Etico si propone di ridurre al minimo tali eventualità selezionando operazioni che comportano un rischio ridotto, anche se ciò può significare una minore remuneratività. Allo stesso tempo però, questo significa anche che, soprattutto se si diversifica, ci sono basse probabilità di perdere l’intero capitale investito.

In ogni caso, come per tutte le operazioni immobiliari, è consigliabile informarsi dettagliatamente sulle opportunità prescelte, utilizzando anche valutazioni indipendenti e rating da parte di soggetti terzi.

Digital event, 22 giugno
Forum PA > La trasformazione digitale del Paese
Digital Transformation
Networking
Rachele Gatti

Laureata in Scienze Linguistiche, sono appassionata di digital storytelling e social media, amo la comunicazione audiovisiva e ho lavorato per diverse produzioni televisive. Mi occupo del sito giapponemilano.com