OPEN INNOVATION

Promuovere la cultura dell’innovazione in azienda: così Acea lo fa con l’edutainment



InnovAction è un format di edutainment ideato e promosso dall’Unità Innovation di Acea SpA in collaborazione con l’innovatrice Ester Liquori. Fra i temi Humans/AI, Social Listening, Semantic Search e SEO, ResearchVEO, Speech Analytics e Personalised Experience, per arrivare all’Internet of Things

di Maura Valentini

Pubblicato il 02 Dic 2022


Immagine di Maglara da Shutterstock

Il segreto di un’innovazione efficace nel lungo termine? La cultura interna dell’azienda. Una ricetta non semplice, anzi. Coltivare un mindset e un ambiente adatti allo sviluppo di idee innovative è una sfida complessa, che deve partire da un cambiamento culturale a tutti i livelli, dal management fino ai dipendenti.

Un esempio di come mettere in atto questo cambiamento è il progetto InnovAction di Acea, multiutility italiana impegnata sul fronte dell’innovazione: seguendo un modello di open innovation, solo nella prima metà del 2022 ha avviato più di cento iniziative di formazione, più di cinquanta accordi di partnership nazionali ed internazionali e più di cinquanta sperimentazioni.

“InnovAction rientra nelle iniziative di promozione della cultura dell’innovazione di Acea”, spiega Silvia Celani, Head of Innovation. “L’obiettivo è quello di coinvolgere la popolazione aziendale stimolando la loro creatività secondo un approccio di open innovation e ispirando un cambio di mindset che contribuisce ad innovare i processi interni dell’azienda e genera soluzioni innovative”.

InnovAction, l’edutainment di Acea per alimentare la cultura dell’innovazione

InnovAction- L’innovazione è semplice’, questo il nome completo del programma, è un format di edutainment ideato e promosso dall’Unità Innovation di Acea SpA in collaborazione con Ester Liquori, imprenditrice esperta di Intelligenza Artificiale per il Marketing e Customer Journey Manager in Cedat85.

Un progetto parte della più ampia strategia del gruppo, che combina strumenti di innovazione “da fuori”, come call4ideas e hackaton, e di innovazione interna e corporate entrepreneurship, come il programma Innovation Garage e l’Innovation Gym, palestra per “allenare” i giovani talenti.

InnovAction è dedicato in particolare ai dipendenti che fanno parte dell’Innovation Community, un gruppo interno all’azienda, che raccoglie le persone appassionate di innovazione e tecnologia, pensato per fornire loro pillole facilmente fruibili sui temi tecnologici più caldi nel mondo del lavoro.

Attraverso una serie di appuntamenti mensili con webcast e podcast, InnovAction esplora e racconta gli utilizzi nascosti della tecnologia nella vita di tutti i giorni in un viaggio nell’innovazione in 12 tappe. I contenuti sono presentati con un taglio divulgativo pensato per coinvolgere i “non addetti ai lavori” e sviluppati con un approccio di gamification, che prevede un gioco a quiz con la possibilità di vincere piccoli premi.

Il percorso accompagna così i dipendenti a confrontarsi con topic di grande attualità nel mondo dell’innovazione tecnologica, applicati a casi concreti nello spirito della innovazione pragmatica di Acea.

Un programma per avvicinarsi alle nuove tecnologie: i temi e i risultati

I temi affrontati all’interno del viaggio nell’innovazione di InnovAction includono la questione Humans/AI – Umani e robot per un futuro collaborativo, il Social Listening, ovvero l’importanza di ascoltare il consumatore, strumenti di Semantic Search e SEO, Vocal ResearchVEO (VS SEO), Speech Analytics e Personalised Experience, per arrivare all’Internet of Things e l’impatto di tali soluzioni sulla società e sulla trasformazione digitale delle città.

Tutto questo tramite l’esplorazione delle maggiori tecnologie abilitanti: dall’Intelligenza Artificiale alla Robotica, dall’Image Recognition al Machine Learning, dalla data analisys al Voice Recognition, dalla domotica ai wearable, alla sensoristica avanzata, fino al Predictive Marketing Analytics.

Il programma ha riscosso grande successo tra i dipendenti di Acea e chiude il primo anno con ottimi risultati: ad oggi sono circa 1000 i dipendenti coinvolti, che vanno ad accrescere la community di innovatori del gruppo.

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!