Premio Marzotto 2019, vincono Enerbrain e Relief: la fotogallery dell'evento | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

ECOSISTEMA

Premio Marzotto 2019, vincono Enerbrain e Relief: la fotogallery dell’evento



Al Premio Marzotto 2019 trionfa l’economia circolare: il grant da 300 mila euro va a Enerbrain, quello da 50 del Premio dall’Idea all’Impresa da 50mila euro invece a Relief per la sua soluzione hi-tech contro l’incontinenza urinaria. Dall’anno prossimo il progetto si chiamerà “2031” per segnare l’inizio di una nuova fase

21 Nov 2019


Spira un forte vento di sostenibilità ambientale nell’innovazione andata in scena in occasione della finale del Premio Gaetano Marzotto 2019, che ha visto Enerbrain, società per l’efficientamento energetico già premiata in molte altre competizioni, vincere il Premio per l’impresa di 300mila euro. A Relief, startup che ha messo a punto uno sfintere artificiale contro l’incontinenza urinaria, sono invece andati i 50mila euro del Premio dall’idea all’impresa.

Economia circolare  (in particolare riutilizzo degli scarti) e mobilità elettrica sono alcuni dei campi di attività di molte startup premiate, oltre a blockchain, realtà aumentata e innovazione in sanità e in agricoltura. Il Premio Gaetano Marzotto complessivamente quest’anno ha dato sostegno a 45 startup selezionate su 500 candidate.

Premio Marzotto 2019, la fotogallery della serata finale

I vincitori del Premio Marzotto 2019 sono stati svelati durante la finale della nona edizione che si è tenuta il 21 novembre 2019 alla Link Campus University di Roma. Ecco la fotogallery  dei momenti più importanti, con i protagonisti della serata

Il Premio Gaetano Marzotto cambia e diventa “2031”

“La retorica dell’innovazione è finita: non è un mantra del marketing, ma una parte strutturale della società, dell’economia e delle comunità. L’Italia che innova, qui riunita stasera, vuole cambiare il Paese con la tecnologia e la creatività, per le grandi sfide dell’ambiente, della sostenibilità, della povertà,  dell’educazione, della cultura”, ha detto Cristiano Seganfreddo, direttore di Progetto Marzotto che ha condotto l’evento e che ha annunciato: “Dal prossimo anno il Premio Gaetano Marzotto si trasforma in 2031, il nuovo progetto inclusivo per lanciare nel mondo la via italiana dell’innovazione. La creatività è tecnologia. L’Italia è creatività”.

Margherita Marzotto, presidente di Progetto Marzotto, ha ricordato: “Nel 2011 sembrava un po’ utopico che tanti imprenditori italiani e internazionali prendessero a cuore l’impegno di dare abbrivio ad aziende giovani, piccole e innovative, impegnate a rispondere alle necessità di un mondo globalizzato e sovrappopolato. Il mio auspicio è che, a valle di questa grande crescita degli investimenti dedicati allo sviluppo, le imprese piccole e grandi mantengano uno sguardo attento ai progetti con una forte ricaduta sociale”.

Premio Marzotto 2019: tutti i premi e le motivazioni

La Finale del Premio Marzotto 2019 ha poi preso il via con l’annuncio dei vincitori delle 15 Categorie di Concorso rimaste ancora aperte (dopo la Finale del Network Incubatori e Parchi Scientifici e Tecnologici tenutasi il 27 giugno scorso all’UniManagement di Torino in occasione dell’Italian Tech Week).

Premio Marzotto: ecco le 31 startup scelte da incubatori, acceleratori e parchi scientifici

 

Premio Speciale Accenture

Marco Morchio, Managing Director Accenture Strategy Italia, Grecia, Europa Centrale e Orientale, Russia, ha assegnato a  Enerbrain il Premio Speciale Accenture: “Esempio tangibile di come le nuove tecnologie possano coniugare esigenze di business e di sostenibilità, rispondendo alle domande di mercato con una soluzione innovativa, di immediato utilizzo e scalabile”.

Premio Speciale Amazon Web Services

A seguire, Matteo Masi, Startup Account Manager AWS Italia, ha annunciato che Natlive, piattaforma digitale per la distribuzione di contenuti video, vince il Premio Speciale Amazon Web Services “per l’impatto che
l’applicazione di tale tecnologia può apportare in settori diversi, dal Retail all’Entertainment, sino alla telemedicina”.

Premio Speciale AXA – A4W

Patrick Cohen, CEO di AXA Italia, nuovo partner del Premio Marzotto 2019, ha assegnato il Premio Speciale AXA – A4W a EcoSteer, IoT e blockchain software per la gestione di Big Data in cloud, disponibili su tutte le applicazioni aziendali, con la seguente motivazione: “Per AXA l’empowerment femminile passa da azioni concrete. Per questo abbiamo lanciato con Impact Hub Milano Angels4Women, una rete di business angels a supporto delle donne imprenditrici. Oggi diamo un segnale forte del cambio culturale di cui siamo promotori, con l’auspicio che sempre più imprenditrici trovino supporto anche nell’innovazione tecnologica, dove le startup femminili sono ferme al 13,5% del totale”.

Premio Speciale Cisco

Enrico Mercadante, Responsabile per l’Innovazione, le Architetture e la Digital Transformation di Cisco Italia, ha annunciato come vincitore del Premio Speciale Cisco la startup Artys, soluzione innovativa per il monitoraggio in tempo reale delle piogge e per la gestione del rischio idrogeologico “che permetterà di
sperimentare tecnologie complementari alle nostre e ci aiuteranno a creare servizi efficaci per proteggere le
comunità e i cittadini”.

Premio Speciale Engineering Ingegneria Informatica

Vincenzo Tartuferi, Direttore Generale Telco & Utilities Engineering Ingegneria Informatica ha riconosciuto come vincitore del nuovo Premio Speciale Engineering Ingegneria Informatica la startup Vemini, tecnologia blockchain per creare un archivio di identità digitali “pienamente in linea rispetto ai temi di governo delle identità
digitali e salvaguardia dei dati, che, nell’ambito della trasformazione digitale, vede Engineering impegnata
a proteggere il business delle aziende all’interno di un ecosistema formato da clienti, partner e dipendenti”.

Premio Speciale EY

Claudio Meucci, Partner Mediterranean Advisory Market Leader EY, ha annunciato come vincitore del Premio
Speciale EY la startup AR Market, app e contenuti in realtà aumentata per un nuovo rapporto tra aziende, retailer, consumatori “capace di utilizzare la Cross Reality, tecnologia di frontiera per l’innovazione della customer
journey, in modo da valorizzarne l’esperienza d’uso, ridurne l’invasività del processo tecnologico e massimizzarne
l’interazione tra le varie componenti oggetto di visualizzazione aumentata”.

Premio Speciale Invitalia

Luigi Gallo, Responsabile Area Innovazione e Competitività Invitalia, ha annunciato come vincitore del Premio
Speciale Invitalia la startup Nanomnia, nanoparticelle organiche all’interno delle quali è possibile incapsulare agro farmaci da veicolare in maniera selettiva nelle piante “in cui la biodegradabilità dell’involucro assicura maggiore compatibilità ambientale del prodotto e favorisce un’azione mirata del principio attivo, con conseguente
diminuzione di dosaggi ed effetti collaterali. I nostri servizi di accompagnamento saranno finalizzati ad estendere le modalità di utilizzo anche verso altri settori, in primis Farmaceutica e Cosmetica”.

Premio Speciale Italcementi – HeidelbergCement Group

Roberto Berardi, Innovative Products and Solutions Manager Italcementi, ha individuato in Milk Brick, recupero degli scarti del latte dell’industria casearia e della G.D.O, dai quali si sviluppano prodotti innovativi per l’industria edilizia, la startup a cui riconoscere il Premio Speciale Italcementi – HeidelbergCement Group con questa motivazione: “Italcementi, da sempre orientata verso soluzioni innovative all’insegna della sostenibilità, premia Milk Brick per l’obiettivo di riduzione del consumo di acqua nella produzione di calcestruzzo. Un’idea innovativa che va nella direzione di un’economia circolare attraverso cui si recupera l’acqua di scarto da un ciclo produttivo per poi riutilizzarla nella produzione di materiali per le costruzioni”.

Premio Speciale Venture Accelerator – Rome Innovation Hub

Un exequo per il Premio Speciale Marzotto 2019 Venture Accelerator – Rome Innovation Hub: Riccardo Maria Monti, CEO Triboo, Advisory Board Marzotto Venture Accelerator, ha premiato E-Gap (“Per aver creato un’offerta di servizi on-demand per la ricarica di veicoli elettrici in mobilità, con l’obiettivo di superare le barriere alla diffusione e utilizzo degli stessi”) e Alessandro La Rocca, CEO FSTechnology, Advisory Board Marzotto Venture Accelerator, Userbot, tecnologia per il Customer Service che usa l’Intelligenza Artificiale a supporto dell’uomo (“per aver creato un’“intelligenza artificiale” in grado di automatizzare le conversazioni fra aziende e persone, gestendo in autonomia le domande fatte dagli utenti, con risposte chiare, precise e in tempo reale, imparando dalle loro risposte e comportamenti”).

Premio Speciale Microsoft

Barbara Cominelli, Marketing and Operations Director Microsoft Italy è intervenuta per annunciare il vincitore
del Premio Speciale Microsoft, che è Sky Eye System, velivoli unmanned di elevate prestazioni e con requisiti di
sicurezza in linea con quanto richiesto dagli standard aeronautici internazionali: “Per inserirsi in un filone di
grandissima attualità quale il Clean Energy Tech; per l’approccio al mercato guidato da un’idea innovativa ad alto
contenuto tecnologico che apre all’Intelligenza Artificiale, in risposta alle tecnologie Microsoft di più nuova
generazione”.

Premio Speciale Repower

Fabio Bocchiola, Country Manager Repower Italia, ha riconosciuto il Premio Speciale Repower a RiceHouse, soluzioni di bioedilizia con gli scarti del riso: «…credendo sia nell’idea di circolarità che è dietro il progetto, sia nella costante ricerca di nuove soluzioni che possano migliorare gli attuali standard di efficienza, in questo caso applicati al settore edile”.

Premio Speciale UniCredit Start Lab

Doppio riconoscimento da parte di UniCredit che ha visto Sabrina Boifava, WEU Start Lab & Development
Programs di UniCredit, attribuire il Premio Speciale UniCredit Start Lab per la categoria “Dall’idea all’impresa” a Krill Design, che trasforma scarti, prevalentemente organici, in bioplastica, con cui crea, on demand e con tecnologie di stampa 3d, oggetti funzionali alle esigenze dell’azienda che genera lo scarto: “Un esempio virtuoso di economia circolare, che permette sia il recupero di materiali di scarto, sia un risparmio nella logistica della distribuzione, con evidenti benefici su tutti i fronti a livello di impatto ambientale».

Per la categoria “Per l’impresa” Boifava ha premiato Respiro, monitoraggio in tempo reale dell’uso dei farmaci inalatori per pazienti con asma, BPCO facendo uso dei sensori proprietari, AI e una infrastruttura cloud: “Per la tecnologia su cui si fonda e per i benefici conseguibili sia dai pazienti – in termini di qualità della vita e risparmio – sia dalle case farmaceutiche – in termini di dati generabili per la ricerca e lo sviluppo di prodotto”.

Premio Speciale Corporate Fast Track

La cerimonia di premiazione è proseguita con l’annuncio dei vincitori dei percorsi di open innovation previsti dal Premio Speciale Corporate Fast Track, alla presenza del sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella, che ha dichiarato: “Sono felice di essere stato invitato alla celebrazione del premio Gaetano Marzotto, che è molto più di un premio, perché non è rivolto esclusivamente ai singoli, ma a tutto il sistema dell’innovazione. Mette in relazione le grandi imprese e l’universo delle startup, un passaggio essenziale per il futuro del nostro sistema industriale. Noi abbiamo la responsabilità di valorizzarlo, sostenendo il corporate venture capital e gli incubatori di idee, che devono diventare luoghi sempre più aperti e di confronto tra Università, impresa e grandi attori dell’economia”.

Furio Suggi Liverani, Director Research & Innovation illycaffè, ha premiato Altaii Italia, sistemi innovativi di
trasformazione, conservazione e somministrazione di cibi e bevande, per “aver saputo unire competenze scientifiche uniche al mondo con le capacità da amanuensi di centenaria tradizione, realizzando una tazza da caffè in grado di preservare la temperatura senza apporti energetici esterni, con tecnologia brevettata e certificata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare”.

Giovanni Monopoli, CFO QVC Italia, ha assegnato il riconoscimento a Fortunale, un’idea alternativa di bellezza, fare moda e impresa, “per l’approccio di business fortemente innovativo, coniugato a una visione sostenibile e all’attenzione alla massima qualità”.

Nicolò Marzotto, co-consigliere Santa Margherita Gruppo Vinicolo ha dichiarato: «La sostenibilità ambientale è da sempre una scelta strategica per Santa Margherita. Il Gruppo ha pertanto deciso di supportare Nanomnia, che
lavora per ridurre l’impatto della chimica di sintesi in agricoltura attraverso soluzioni all’avanguardia che fanno della precisione, della non-dispersione e dell’attenzione alla sostenibilità i propri punti di forza”.

Giulio Mandruzzato, CTO Santex Rimar Group ha premiato Clobot, una
tecnologia che rappresenta una vera innovazione nel comparto della confezione di prodotti tessili, con i suoi Robot
per la produzione di abbigliamento che riducono del 40% i costi del prodotto finito.

Fabrizio Conicella, nuovo General Manager di Zcube – Zambon Research Venture ha individuato il vincitore in Ematik, sistema automatizzato che crea un patch dal sangue del paziente per la cura delle ferite cutanee, riducendo drasticamente i tempi di guarigione.

Premio dall’Idea all’Impresa

Salvatore Majorana, Presidente della Giuria del Premio dall’Idea all’impresa,  insieme a Federico Barilli, Presidente del Network Incubatori e Parchi Scientifici del Premio che ha effettuato il primo screening (sette i finalisti:Ariadne, Ematik, Guido, iBlue, Innovacarbon, Proteso, Relief) hanno poi proclamato il vincitore della seconda categoria del Premio Marzotto 2019: Relief, che si è aggiudicato da Progetto Marzotto un grant da 50.000 euro e un percorso di affiancamento CUOA, con la seguente motivazione: “Ci sono disagi che i più non vedono, che possono avere un effetto su 500 milioni di persone e coinvolgere i loro familiari, inducendo chi ne è afflitto a cambiare le proprie abitudini, rinunciando ad allontanarsi da casa. Ci sono team che hanno la capacità di trovare soluzioni accessibili e capaci di restituire una vita normale a chi ne ha bisogno. Per la capacità di trovare una soluzione semplice ad un problema più grande di quel che appare, la giuria del “Premio dall’Idea all’Impresa” haselezionato, con l’auspicio che l’incontinenza non privi più nessuno della propria sicurezza e libertà, Relief”.

“L’evoluzione di Premio Marzotto – che ha portato a bordo tante imprese consolidate, che premiano e accelerano altrettante giovani imprese innovative – conferma quello che succede sempre più nei rapporti virtuosi tra queste due realtà:  cioè che c’è sempre meno una logica di adozione del grande verso il piccolo (“adotto una startup”, come era qualche anno fa) e sempre più una logica di contaminazione tra pari”, ha sottolineato Federico Barilli. “Adesso  l’imprenditore o il manager dell’azienda matura si confrontano in modo paritario con i founder della startup/scaleup, portando innovazione nella prima e crescita nella seconda. O forse sarebbe meglio dire innovazione integrale e crescita per entrambe”.

Premio per l’impresa e Premio dall’Idea all’Impresa.

Gran finale al Premio Marzotto 2019 con i due premi principali: Premio per l’Impresa e Premio dall’Idea all’Impresa. Diana Saraceni, General Partner Panakès Partners, presidente della Giuria del Premio per l’impresa, ha chiamato sul palco, insieme a Danilo Mazzara, Principal Director Accenture Strategy, nuovo presidente del Comitato di Selezione del Premio per l’Impresa i cinque finalisti: Busforfun, Endorail, Enerbrain, Plick e WISE. E ha proclamato quale vincitore del grant da 300.000 euro, con affiancamento CUOA, Enerbrain: “Forse perché i giovani europei ne hanno fatto una questione centrale, forse semplicemente perché era ora, quest’anno è stato l’anno che ha cambiato la sensibilità di tutti noi sul futuro del nostro pianeta. Anche noi della giuria abbiamo guardato al tema in modo diverso e non abbiamo resistito all’idea di premiare un’impresa che porta sul mercato soluzioni per l’uso attento e controllato delle risorse energetiche. L’impresa premiata è già presente in tutta Europa e con i suoi prodotti fa bene al portafoglio dei suoi clienti e allo stesso tempo fa bene all’ambiente. Insieme al premio, i nostri migliori auguri di continuare sull’onda del successo vanno al vincitore, Enerbrain!»