Per l'auto che si guida sola Fca si allea con Google | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Strategie industriali

Per l’auto che si guida sola Fca si allea con Google

29 Apr 2016

Secondo il Wsj, che riprende l’indiscrezione di un blogger, Fiat Chrysler Automobiles è in fase avanzata di colloqui per una partnership tecnologica con la divisione self-driving car di Alphabet. Già un anno fa Marchionne aveva anticipato possibili alleanze o merger con i big dell’auto per contenere i costi di produzione

Fiat Chrysler Automobiles (Fca) è in fase avanzata di trattative per una partnership tecnologica con la divisione self-driving car di Alphabet, la conglomerata creata da Google la scorsa estate. Lo rivela il Wall Street Journal .

È un’indiretta conferma di quanto pubblicato da EconomyUp un anno fa: a maggio 2015 Sergio Marchionne, Ceo di Fiat Chrysler Automobiles, si era detto disponibile a partnership con Google, ma anche con Apple, ed era stato avvistato in Silicon Valley, sembra proprio per discutere di questa possibilità con i big del luogo. Una visita che peraltro era già stata messa in calendario da marzo 2015 e di cui, adesso, cominciano a delinearsi le ragioni.

Marchionne studia alleanze con Google e Apple

Secondo il Wsj, che cita sue fonti anonime, i colloqui vanno avanti da diversi mesi. Alphabet sta ricercando da tempo partnership industriali con i più grandi produttori di auto del mondo, proponendo un deal per vendere la tecnologia della self-driving car che sta sviluppando da alcuni anni. La notizia è comunque stata inizialmente diffusa da un blogger di Autoextremist.com, blog sul mondo dell’industria.

L’azienda statunitense è soprattutto concentrata sulla Google car che sta testando in California e in altri Stati, ma ha anche ambizioni come fornitore. Peraltro i dirigenti che si occupano della Google Car hanno sempre puntualizzato di non voler diventare venditori di automobili. D’altra parte il Ceo di Fca, Sergio Marchionne, sta da tempo valutando possibili partnerhip industriali o merger per tentare di abbassare i costi di produzione e sviluppo.

Proprio un anno fa, in coincidenza con le prime voci su una possibile alleanza Fca-Google, Marchionne rivolse una sorta di appello pubblico all’industria dell’automotive internazionale, chiedendo ai player di valutare l’eventualità di merger e partnership per affrontare i costi di produzione in rapida ascesa. Un consolidamento, insomma, per evitare che l’industria automobilistica tradizionale finisca isolata e schiacciata dai business emergenti.

E sempre l’anno scorso Alphabet ha assunto l’ex dirigente dell’industria dell’auto John Krafcik per guidare la sua divisione dell’automobile che si guida da sola. Krafcik ha dichiarato che le partnership con i produttori di auto sarebbero state l’obiettivo del 2016.

Alphabet ha impiegato gli ultimi sei anni per perfezionare la tecnologia per l’auto self-driving, testandola in tutto il mondo per una distanza di 1,5 milioni di miglia.

Articoli correlati