Pelliconi e la startup Leevia: così i tappi diventano strumenti di engagement | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STARTUP INTELLIGENCE

Pelliconi e la startup Leevia: così i tappi diventano strumenti di engagement



Pelliconi porta innovazione nelle chiusure in metallo e plastica con DAPP, piattaforma per scansionare un codice all’interno del tappo. Obiettivo: far comunicare i consumatori in modo unico. Al suo fianco Leevia, che propone software per Loyalty Programs e Contest online

di Cristina Marengon

14 Feb 2020


Fondata a Bologna nel 1939 come “Ditta Angelo Pelliconi” (DAP), specializzata nella produzione di tappi a corona, oggi Pelliconi è leader mondiale nel settore delle chiusure in metallo e plastica per l’industria del food&beverage. L’azienda possiede cinque stabilimenti: due in Italia, di cui uno è l’headquarter nonché sede storica, uno negli Stati Uniti, aperto in Florida nel 2010, uno in Egitto e il più recente in Cina. Attualmente Pelliconi ha una capacità produttiva annuale di oltre 30 miliardi di tappi e dà lavoro a quasi 600 persone in tutto il mondo.

Il tappo è il touchpoint tra il cliente di Pelliconi, ovvero le aziende produttrici di bibite, e il consumatore finale. È questo il presupposto che ha indotto Pelliconi a immaginare servizi a fianco del proprio prodotto, digitalizzando il packaging, attraverso le tecnologie moderne quali scansione di QR Code o utilizzo di Realtà Aumentata. “In questo modo una tipica commodity può trasformarsi in uno strumento innovativo di consumer engagement ponendo le basi per nuovi modelli di business lungo la filiera del prodotto B2b2c”, ci spiega Matteo Mingardi, Group Corporate Innovation Manager di Pelliconi.

Così è nata DAPP, la piattaforma digitale con cui è possibile scansionare un codice stampato all’interno del tappo e far comunicare i consumatori finali in modo unico, aumentando l’engagement, la brand awareness e le vendite, anche con concorsi online. In questo contesto, entra in gioco la collaborazione con Leevia, startup italiana nata nel 2014, che grazie ai suoi servizi in SAAS (Software As A Service), consente di creare, gestire e monitorare Loyalty Programs e Contest online, come ad esempio Foto Contest, Facebook Contest, Instagram Contest, Instant Win, Sondaggi, Quiz e altre meccaniche di gioco che mettono un premio in palio. Proprio per l’esperienza pluriennale del team Leevia e per la tecnologia di frontiera sviluppata, Pelliconi ha scelto di collaborare con la startup, integrando la tecnologia Leevia con la propria piattaforma DAPP, così da affiancare al proprio prodotto, il tappo, un servizio innovativo, di qualità e ingaggiante per l’utente finale.

Digital360 awards
Presenta il tuo progetto digitale ad una platea di CIO delle più importanti aziende
Digital Transformation
Open Innovation

Come ci racconta Silvia Salvadori, Innovation Digital Program Manager di Pelliconi, che ha guidato il posizionamento di DAPP e la partnership con Leevia, diversi sono stati i benefici ottenuti da tale collaborazione. Primo tra tutti la possibilità di avere accesso ad una tecnologia all’avanguardia, già sviluppata e pronta per essere integrata. È questo il paradigma della Inbound Open Innovation, ovvero integrare e portare al proprio interno l’innovazione proveniente da fonti esterne, come ad esempio le startup, i Centri di Ricerca e le Università. Inoltre, Pelliconi ha beneficiato dell’esperienza e del know how che la startup ha condiviso: i dipendenti dell’azienda infatti, coinvolti nel progetto, hanno sviluppato nuove conoscenze sia di tipo tecnologico sia di business relativamente al mondo dei contest online. “Presentarsi inoltre sul mercato con un servizio che ha un partner tecnologico così competente e specializzato come Leevia, ci permette di essere credibili e riconosciuti non solo come leader nella produzione di tappi, ma anche provider di servizi innovativi”, afferma la manager.

Da parte sua anche Leevia beneficia di questa partnership, aggiunge Francesco Mancino, CEO and Co-founder di Leevia, “innanzitutto, grazie all’integrazione con DAPP, la startup è riuscita ad accedere ad un settore particolarmente verticale e specifico come quello in cui opera Pelliconi, difficilmente penetrabile. Inoltre, vista la presenza di Pelliconi a livello globale, Leevia ha avuto l’occasione di farsi conoscere anche fuori dal contesto nazionale, permettendo l’ingresso della startup anche in mercati esteri”.

Pelliconi e Leevia in fiera

Questo caso di collaborazione tra corporate e startup è un ottimo esempio di come l’approccio della Open Innovation possa giovare ad entrambe le realtà coinvolte: ha infatti permesso a Pelliconi una riduzione di costi, tempi e anche rischio legati all’implementazione di un servizio del tutto nuovo per il proprio business, affidandosi alle competenze di Leevia; ha d’altro canto favorito la startup con la creazione di una partnership strategica che le ha permesso l’accesso a nuovi canali e mercati.

Cristina Marengon

Research Analyst presso Osservatori Digital Innovation