Oval al capolinea: amministrazione controllata e vendita al private equity Guru Capital - Economyup

FINTECH

Oval al capolinea: amministrazione controllata e vendita al private equity Guru Capital



Oval va in amministrazione controllata perché non ci sono più soldi in cassa. Lo ha annunciato in una lettera agli investitori la founder Benedetta Arese Lucini. Ecco che cosa è successo e che cosa accadrà: la vendita degli asset a un fondo svizzero di private equity

14 Mag 2021


Se non è proprio un fallimento, poco ci manca. Oval, la startup fondata nel 2017 per la gestione innovativa dei risparmi, è arrivata al capolinea. In una lettera agli investitori la founder Benedetta Arese Lucini ha annunciato che il consiglio di amministrazione della società, che ha sede in Gran Bretagna, intende “put the company in admnistration in the interests of creditors”. Che detto in altri termini significa che Oval ha finito la cassa e non è più in grado di andare avanti.

Qui puoi leggere la lettera agli investitori

Che cosa è accaduto? Evidentemente, dopo l’ingresso di Intesa Sanpaolo nel 2018, i venture capital hanno perso interesse per la startup che non è riuscita a generare un flusso di cassa in grado di rendere sostenibile il suo business. La exit programmata è saltata e quindi la soluzione trovata per limitare i danni è la vendita a un giovane fondo svizzero di private equity, Guru Capital, nato nel 2019, che probabilmente integrerà Oval con il broker online britannico Etx Capital, attivo del 1965

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

“I soldi che saranno recuperati pagheranno solo gli obbligazionisti (Future Fund), mentre i piccoli investitori non ne sapevano nulla. Anzi ne conosco alcuni che hanno comperato quote in secondario qualche settimana fa…”, scrive nella sua newsletter WemakeMoney, not startups! Enrico Pandian. Che aggiunge: “Fare gli imprenditori è un percorso duro e ad ostacoli, ci cono quelli simpatici e quelli meno, ma l’umiltà è l’elemento che li raggruppa tutti, Travis Kalanick è uno di quelli”.

La versione positiva della fine di Oval in una nota ufficiale:“Queste acquisizioni sono in linea con la missione condivisa da Etx e Oval di rendere una vasta gamma di servizi e prodotti finanziari accessibili e convenienti per tutti: questa unione aiuterà ad accelerare la crescita del business e il coinvolgimento dei clienti, supportandoli nell’impostazione di regole intelligenti per definire le abitudini di risparmio e gli obiettivi di investimento, effettuare pagamenti e monitorare le spese, nonché il trading sui mercati finanziari attraverso un’unica app”.

Le tappe di Oval Money diventata Oval

Arese Lucini, dopo Uber riparte con la startup fintech Oval Money

 

Arese Lucini: «Non ha senso parlare di startup italiana o inglese. Ma europea»

Intesa entra nella startup Oval Money per accelerare sull’instant banking