Open innovation, Enel a caccia di idee innovative con il crowdsourcing | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STARTUP INTELLIGENCE

Open innovation, Enel a caccia di idee innovative con il crowdsourcing

di Eliana Bentivegna

14 Set 2018

La più grande azienda elettrica italiana è impegnata in varie iniziative di open innovation. Tra queste c’è openinnovability.com, gestita dall’Head of innovation governance Angelo Rigillo: una piattaforma online per raccogliere idee attraverso challenge e proposte. Dal 2017 ha raccoltO oltre 1.100 contributi da 66 Paesi

Enel è una multinazionale dell’energia e uno dei principali operatori integrati globali nei settori dell’elettricità e del gas, presente in Europa, Nord America, America Latina, Africa, Asia e Oceania. Con quasi 2,2 milioni di Km di reti di distribuzione, 73 milioni di utenze nel mondo, Enel registra la più ampia base di clienti rispetto ai suoi competitor europei e si situa fra le principali aziende elettriche d’Europa in termini di capacità installata e reported EBITDA.

In Italia, Enel è la più grande azienda elettrica del Paese con oltre 30 milioni di clienti, opera nel campo della generazione di elettricità con un parco centrali molto diversificato: idroelettrico, termoelettrico, geotermico, eolico e fotovoltaico, pari a una capacità installata netta di quasi 28 GW di cui oltre 14 GW rinnovabili. Inoltre l’azienda è attiva nei settori in cui l’energia mostra il maggior potenziale di trasformazione: abitazioni, imprese, città e mobilità elettrica, attraverso Enel X, la divisione del Gruppo dedicata ai prodotti innovativi e alle soluzioni digitali.

Per affrontare il tema dell’innovazione Enel si è data una nuova organizzazione da oltre quattro anni, creando la struttura di Innovazione e Sostenibilità, guidata da Ernesto Ciorra. All’interno di questa struttura, rinominata Innovability (dalla fusione delle parole Innovation e Sustainability) lavora Angelo Rigillo in qualità di Head of innovation governance, planning and portfolio management, con il compito principale di assicurare che tutte le aree di innovazione del Gruppo operino in maniera coordinata secondo il modello definito.

«Tra la definizione del bisogno di innovazione e l’adozione di una soluzione mettiamo in atto un processo di ricerca, selezione, test e trasferimento al business dell’opportunità innovativa. La ricerca  viene effettuata attivando un set di strumenti di Open Innovation tra cui l’ecosistema di startup e aziende innovative, raggiunte grazie al sito startup.enel.com e all’ampia rete di Enel Innovation Hubs (presenti a Tel Aviv, Mosca, San Francisco, Santiago del Cile, Rio de Janeiro, Catania, Madrid, Pisa), e la nostra piattaforma di crowdsourcing», spiega il manager.

Rigillo è infatti anche responsabile di openinnovability.com, piattaforma online di crowdsourcing finalizzata alla raccolta di idee dall’interno e dall’esterno attraverso due canali principali: «le challenge sono delle call4solutions aperte a tutti con premi fino a 30.000 euro; la sezione “I have a project” è invece dedicata a proposte progettuali slegate da challenge specifiche e rivolta a chiunque abbia un’idea innovativa e sostenibile e voglia condividerla con noi per valutarne la fattibilità».

La piattaforma, lanciata il 30 giugno 2017, ha già raccolto oltre 1.100 proposte di soluzioni da 11.000 iscritti di 66 Paesi e raggiunge una community di 400.000 solver grazie alla collaborazione con InnoCentive.com. Ad oggi sono stati assegnati 200.000 euro di premi tra challenge interne ed esterne.

«Il valore per noi risiede nell’ecosistema che abbiamo costruito e che continuiamo ad alimentare: il nostro obiettivo è ingaggiare il maggior numero di menti brillanti attraverso iniziative come openinnovability.com, ma anche mediante le partnership con università e player industriali, così come attraverso le sessioni di solutions design creativo che coinvolgono sia colleghi che esterni», conclude Rigillo. In questo approccio improntato all’Open Innovation rientra anche la collaborazione ormai quinquennale di Enel con l’Osservatorio Startup Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano.

 

Eliana Bentivegna
Osservatorio Startup Intelligence - Osservatorio Design Thinking for Business

Articoli correlati