Fca si allea con Amazon, ora le auto si comprano online | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Partnership

Fca si allea con Amazon, ora le auto si comprano online

18 Nov 2016

Il colosso dell’e-commerce ha firmato un accordo con la casa automobilistica per la vendita di alcuni modelli sulla sua piattaforma con prezzi ridotti dal 20 al 33%. «Apriamo una finestra su un nuovo orizzonte» ha detto il responsabile per il mercato italiano Gianluca Italia

Ora le automobili Fca potranno essere acquistate anche su Amazon. Il colosso dell’e-commerce ha firmato un accordo commerciale con la casa automobilistica per la vendita di alcuni modelli sulla piattaforma: Fiat 500, 500L e Panda sono i veicoli al momento acquistabili online, con sconti che vanno dal 20 al 33%.

“Inizia una rivoluzione nel modo di scegliere vetture Fiat, con Amazon apriamo una finestra su un nuovo orizzonte” ha detto Gianluca Italia, responsabile Fca per il mercato italiano. “Assieme ad Amazon – ha proseguito –  innoviamo perché crediamo necessario un nuovo modo di vendita più trasparente e chiaro per i clienti. Di fatto entriamo nel mondo dell’e-commerce dando la possibilità di scegliere una vettura sul web e per questo debutto commerciale non potevamo che scegliere il miglior partner possibile”.

L’iniziativa non ha una scadenza fissata, ha spiegato Italia, ma comunque non sarà per sempre e per ora coinvolge solo il marchio Fiat. Nel salone automobilistico telematico, oltre a decidere il modello, sarà possibile scegliere il colore — due o tre disponibili — e gli allestimenti. Per quanto riguarda il ritiro, bisogna ancora recarsi fisicamente presso il concessionario, dove verrà finalizzato l’acquisto. Questo perché, secondo un sondaggio realizzato da Fiat, il 97 per cento degli italiani preferisce che la consegna avvenga nel luogo tradizionale.

L’e-commerce copre il 5% del retail in totale in Italia con un giro d’affari annuo che cresce del 20%. Nei risultati dell’indagine è emerso che la disponibilità degli italiani ad acquistare un veicolo online è alta: più di una persona su due ha risposto in modo affermativo. Si tratta di soggetti tra 30 e 40 anni con una istruzione medio-alta e una condizione economica analoga.

L’annuncio dell’alleanza tra Fca e Amazon non è un fulmine a ciel sereno: da tempo si parla dell’intenzione della casa automobilistica di stringere accordi con altre aziende, in particolare con quelle della digital economy. Nella primavera dell’anno scorso Sergio Marchionne, Ceo di Fiat Chrysler Automobiles (Fca), aveva rivolto una sorta di appello all’industria dell’automotive internazionale, chiedendo ai suoi player di valutare l’eventualità di merger e partnership per affrontare i costi di produzione in rapida ascesa. In seguito era stato avvistato in Silicon Valley, forse proprio per discutere di questa possibilità con i big del luogo quali Google e Apple.

http://www.economyup.it/innovazione/2540_marchionne-studia-alleanze-con-google-e-apple.htm

A maggio di quest’anno Fiat Chrysler Automobiles ha stretto una partnership tecnologica con la divisione self-driving car di Alphabet, la conglomerata creata da Google nell’estate 2015. Insieme le due società hanno sviluppato 100 veicoli per i test, basati sul prototipo della minivan Pacifica. I test sono iniziati in una strada privata in California.

http://www.economyup.it/innovazione/4239_per-l-auto-che-si-guida-sola-fca-si-allea-con-google.htm

Del progetto si occupa John Krafcik, Ceo della divisione di Alphabet, completamente autonoma, incentrata sullo sviluppo dell’automobile che si guida da sola. Krafcik ha dichiarato che le partnership con i produttori di auto sarebbero state l’obiettivo del 2016. Alphabet ha impiegato gli ultimi sei anni per perfezionare la tecnologia per l’auto self-driving, testandola in tutto il mondo per una distanza di 1,5 milioni di miglia.

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati