LA PARTNERSHIP

Amazon e le banche: perché Crédit Agricole ha scelto il gigante dell’eCommerce per promuovere il nuovo conto online



Indirizzo copiato

Crédit Agricole ha deciso di allearsi con Amazon per promuovere il suo nuovo conto online. Non è un fenomeno isolato, ma fa parte di una tendenza più ampia che vede le istituzioni finanziarie collaborare con giganti tecnologici per espandere la propria offerta e raggiungere nuovi segmenti di clientela. Ecco alcuni esempi

Pubblicato il 19 gen 2024



Credit Agricol e Amazon
Crédit Agricol e Amazon

In un mondo finanziario sempre più interconnesso e digitale, non sorprende che una banca come Crédit Agricole cerchi una partnership strategica per ampliare la propria offerta e raggiungere nuovi clienti. Ha infatti deciso di allearsi con il colosso dell’eCommerce Amazon per promuovere il suo nuovo conto online.

Il nuovo conto online di Crédit Agricole

Il Conto Online Crédit Agricole si pone come una soluzione per chi è alla ricerca di un’opzione bancaria senza canone, con la promessa di un servizio personalizzato e vantaggi esclusivi. Fino al 29 febbraio 2024, i nuovi clienti possono aprire un conto a canone zero e godere dei servizi di un consulente dedicato che si occuperà anche della chiusura del vecchio conto corrente.

Il bonus Amazon di Crédit Agricole

Ma l’aspetto che potrebbe attirare i potenziali clienti è il legame con Amazon: l’iniziativa prevede infatti fino a 150€ in Buoni Regalo Amazon.it per chi apre un nuovo conto e sottoscrive la Carta Debit Visa entro il termine promozionale. I clienti riceveranno 50€ all’apertura del conto con almeno una transazione effettuata con la carta, e fino a 100€ supplementari in base all’utilizzo della carta nei mesi successivi.

Non è solo un vantaggio immediato: Credit Agricole propone anche un Conto Deposito con un tasso annuo lordo del 4% per i primi 9 mesi, a patto di aderire alla promozione entro il 31 gennaio 2024. Si tratta di un’offerta che, in combinazione con i Buoni Regalo Amazon, potrebbe attrarre una vasta gamma di clienti alla ricerca di rendimenti più elevati sui loro risparmi.

L’alleanza tra Crédit Agricole e Amazon segna un passo importante nella continua evoluzione del settore bancario, che sempre più spesso ricerca sinergie con i leader tecnologici per offrire soluzioni innovative e vantaggiose per i consumatori.

Amazon e le banche: esempi di collaborazioni

La soluzione escogitata da Crédit Agricole non è infatti un fenomeno isolato, ma fa parte di una tendenza più ampia che vede le istituzioni finanziarie collaborare con giganti tecnologici per espandere la propria offerta e raggiungere nuovi segmenti di clientela. Ecco alcuni esempi di collaborazioni tra Amazon e istituzioni bancarie:

  1. Amazon e JPMorgan Chase: Negli Stati Uniti, Amazon ha collaborato con JPMorgan Chase per offrire una carta di credito Amazon Prime Rewards Visa Signature. Questa carta offre ai clienti premi per gli acquisti effettuati su Amazon e in altri esercizi commerciali.
  2. Amazon e Bank of America: Amazon ha lanciato un programma di prestiti per i venditori sulla sua piattaforma, in collaborazione con Bank of America. Il programma mira a fornire capitali ai venditori di piccole dimensioni per aiutarli a crescere e competere più efficacemente sul mercato.
  3. Amazon e American Express: American Express e Amazon hanno introdotto una carta di credito business che fornisce vantaggi e premi alle piccole e medie imprese che effettuano acquisti su Amazon, AWS e Whole Foods.
  4. Amazon e Goldman Sachs: Goldman Sachs ha collaborato con Amazon per offrire linee di credito ai venditori attraverso la piattaforma Amazon Lending. Questa partnership si concentra sul fornire prestiti alle piccole imprese che operano su Amazon.
  5. Amazon e ICICI Bank in India: Amazon ha collaborato con ICICI Bank per offrire una carta di credito co-branded in India. Questa carta permette ai clienti di guadagnare punti fedeltà per gli acquisti effettuati su Amazon.in e in altri negozi.

I vantaggi delle alleanze Amazon-banche

Le partnership tra banche e Amazon possono assumere diverse forme, tra cui carte di credito co-branded, prestiti ai venditori, e soluzioni di pagamento integrate. Queste collaborazioni sono spesso vantaggiose per entrambe le parti: le banche possono accedere a una base di clienti più ampia e sfruttare la tecnologia e il raggio d’azione di Amazon, mentre Amazon può offrire servizi finanziari aggiuntivi che aumentano l’engagement e la fedeltà dei clienti sulla sua piattaforma.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4