EIT Digital Conference, ecco tutti gli espositori all'evento sull'innovazione digitale in Europa | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Social Impact

EIT Digital Conference, ecco tutti gli espositori all’evento sull’innovazione digitale in Europa

05 Set 2018

Scaleup e imprese tecnologiche che propongono innovazione nei settori finanza, digital wellbeing, città, industria 4.0 e infrastrutture. Ecco, area per area, chi sono i protagonisti dell’evento che si terrà a Bruxelles l’11 settembre

Scaleup e imprese tecnologiche che propongono innovazione nei settori della finanza, digital wellbeing, città, industria 4.0 e infrastrutture. Saranno loro le protagoniste di EIT Digital Conference 2018, la conferenza sull’innovazione digitale in Europa che si svolgerà l’11 settembre a Berlino. I settori in cui tali imprese operano non sono casuali ma, come riporta Startupbusiness, sono gli stessi su cui si concentra EIT Digital, realtà organizzatrice della Conference e da sempre impegnata nell’innovazione tecnologica a beneficio dei cittadini e delle imprese. L’evento sarà non solo un momento di confronto ma avrà anche un’area espositiva che permetterà alle scaleup e alle aziende di mettere in mostra soluzioni, prodotti e nuove tecnologie.

Vediamo, dunque, nel dettaglio che cosa vedremo nelle diverse aree espositive.

EIT Digital Conference 2018, a settembre la conferenza sull’innovazione digitale in Europa

Scaleup e progetti che hanno origine italiana o relazioni con partner italiani

Sono 8: Icaro-EU, PLET, DMCoach, MyCarLot, Drones112, TWB, DLI e Act4Y

Icaro-EU: attiva nel settore delle infrastrutture, sta sviluppando un sistema di connessione a larga banda per i passeggeri degli aeromobili: Tale sistema sarà gate-to-gate in modo seamless. Il progetto è al momento in fase finale di sviluppo e nel corso del 2018 sono in atto i primi test in volo. Fra i partner italiani figura la Fondazione Bruno Kessler di Trento.

DMCoach: rientra nella categoria wellbeing e ha ideato un sistema personale per la gestione e la prevenzione del diabete di tipo 2,

Plet: è una piattaforma software pensata per raccogliere e analizzare i dati di utilizzo dei prodotti dopo la vendita e seguire in modo preciso il loro ciclo di vita. Plet è sviluppata con il supporto, oltre che di EIT Digital, anche di Reply, del Politecnico di Milano e di BrightCape ed è stata pensata in modo particolare per il mondo dei giocattoli.

MyCarLot: è un progetto sviluppato nell’ambito digital cities che aiuta a gestire in modo ottimale la disponibilità di parcheggi per veicoli. Fa capo a Reply

Drones112: anche questo è un progetto in ambito digital cities. Si tratta di un sistema per la gestione dei droni compatibile con la maggior parte delle applicazioni. Come MyCarLot fa capo a Reply.

DLI: rientra nell’area Finance e ha un sistema che utilizza il concetto dei distribute ledger per la gestione delle fatture. Il progetto è stato messo a punto il supporto della Fondazione Bruno Kessler, GFT e Cefriel.

TWB: si trova nell’area digital wellbeing e ha un servizio terapeutico basato su bio sensori indossabili. Fa capo a Reply.

Act4Y: rientra nell’area digital wellbeing. Ha sviluppato una soluzione che consente ai farmacisti di erogare al meglio terapie respiratorie con una nuova generazione di inalatori intelligenti. Ha sede a Milano e come partner l’italo-britannica Amiko.

Espositori nell’area digital cities

Sono in tutto sei; oltre a MyCarLot e Drones112 ci saranno:

Capiche: lavora a un sistema di comunicazione e traduzione basato su cloud e intelligenza artificiale,

Autonomous Harbour: ha sviluppato droni acquatici per la pulizia delle acque marine,

Drones4Life: usa i droni per recapitare medicine e dispositivi medici a ospedali e ambulanze

Cleverciti Systems: lavora a soluzioni per la ottimizzazione della gestione dei parcheggi.

Espositori in ambito digital finance

Sono in tutto sei. Oltre a DLI, ci saranno:

eBiz: propone servizi bancari agili e flessibili pensati per Pmi e startup,

Iox: offre servizi per la gestione delle identità digitali,

Xanta: sviluppa una interfaccia in linguaggio naturale basata su AI per i servizi e le applicazioni bancarie,

Optiopay: è una piattaforma per la gestione dei pagamenti che offre ai merchant di aggiungere valore alle transazioni usando gift card,

Copsonic: abilita collegamenti senza password contactless e sicuri per la gestione di transazioni da ogni tipo di device.

Sezione dedicata a digital industry

Qui ci saranno in tutto nove espositori. Oltre a Plet, troveremo:

Oedipus: intende realizzare centri in tutta Europa che diventino nuclei per facilitare la trasformazione della manifattura,

Cab: è un sistema che consente di trarre da prodotti connessi informazioni utili per i brand che così possono migliorare la loro relazioni con i clienti,

PQP: sta per product quality prediction e si occupa di analizzare dati lungo tutto il processo produttivo per migliorare la qualità finale,

AI-AID: è un sistema che fornisce informazioni e assistenza a chi lavora nelle fabbriche al fine di ridurre possibili errori di assemblaggio,

Teeptrak: monitorizza i livelli di prestazione delle macchine per la produzione,

Award: consente di migliorare l’efficienza della logistica dal magazzino alla consegna finale,

Trinckle3D: permette di realizzare applicazioni per la stampa 3D altamente scalabili,

Metron: che rivoluziona il modo in cui l’industria impiega i dati relativi all’utilizzo e al consumo energetico.

Espositori nell’area digital infrastructure

Sono in tutto 10; oltre a Icao-EU troveremo:

Activ8: ha una piattaforma per supportare il rapido diffondersi di dispositivi IoT,

Multi-Cloud Studio: propone una piattaforma per la gestione integrata di sistemi multi-cloud,

Soc4Ci: è un centro operativo per la gestione delle infrastrutture critiche,

Deep-Augur: è una tecnologia che ottimizza la gestione del traffico sulle reti di comunicazione,

Apiomat: accresce la facilità e la rapidità dello sviluppo di app frontend,

Piwikpro: propone una piattaforma tecnologica per la gestione del GDPR,

Indexima: ha messo a punto una dashboard per analizzare e leggere le informazioni dai big data,

Electronic identification: è un sistema brevettato che combina video e intelligenza artificiale per riconoscere i clienti in tempo reale,

Cybertrap: un sistema di sicurezza informatico.

Sezione digital wellbeing

Oltre a DMCoach, Act4y e TWB, qui troveremo:

Element: sta sviluppando un dispositivo che consente di analizzare lo stato cognitivo di una persona partendo dall’analisi del modo in cui parla,

Ai-Move: è un servizio digitale pensato per migliorare la salute delle persone nell’ambito del posto di lavoro,

Checkpoint Cardio: è una piattaforma che consente di monitorare i parametri vitali dei pazienti in tempo reale,

Prepdoc: è un sistema che mette le persone più anziane in condizione di prepararsi prima di andare a consultare un medico al fine di poter prendere le decisioni migliori possibili,

Wellmo: è una piattaforma mobile per la salute che si propone al mondo delle assicurazioni e dei fornitori di servizi di healthcare.

Qui le schede dettagliate di tutti gli espositori

Per sapere di più continua a leggere su Startupbusiness

Articoli correlati