Chi è Luca Attias, il successore di Piacentini a Commissario per l'Agenda Digitale | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INNOVATION PEOPLE

Chi è Luca Attias, il successore di Piacentini a Commissario per l’Agenda Digitale



L’attuale capo dei sistemi informativi della Corte dei Conti è stato scelto dal governo giallo-verde per sostituire l’ex top manager di Amazon che aveva ricoperto l’incarico pro bono per due anni e che ora dice: “Si prosegue nella strada tracciata”. Soddisfazione di FPA: “Buona notizia per la pubblica amministrazione”

31 Ott 2018


Luca Attias

Luca Attias è il nuovo Commissario per l’attuazione dell’Agenda Digitale. Il dirigente pubblico, attuale capo dei sistemi informativi della Corte dei Conti, è stato nominato dal governo Conte quale successore di Diego Piacentini, il supermanager che proprio Attias aveva intervistato durante un’edizione di Forum PA.

Il governo giallo-verde aveva chiesto a Piacentini, nominato dal precedente governo Renzi dopo aver preso un’aspettativa da Amazon, di proseguire l’incarico per un altro anno. Ma il manager, che ha lasciato Amazon ad agosto, ha voluto rispettare il termine previsto per il suo incarico pro bono (due anni), per tornare a vivere negli Stati Uniti con la famiglia.

“La scelta di Luca Attias a Commissario Straordinario dimostra che l’attuale governo è interessato a proseguire nella strada tracciata di trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione”, ha commentato Diego Piacentini. “Sono soddisfatto che il governo abbia scelto di incaricare una persona che ha dimostrato di avere forti competenze manageriali e tecnologiche e con cui in questi due anni il Team ha lavorato in sintonia”. La nomina di Luca Attias è in attesa di registrazione da parte della Corte dei Conti.

CHI È LUCA ATTIAS

Luca Attias da dirigente pubblico è stato protagonista di numerose battaglie per favorire la piena realizzazione del potenziale inespresso della PA: la valorizzazione delle risorse umane, lavorando sulle motivazioni e sulla collocazione le persone nel posto giusto, in base a competenze e aspirazioni; la revisione dei meccanismi di selezione dei dipendenti pubblici, con l’abbandono delle prove concorsuali di carattere amministrativo a favore di selezioni sempre più focalizzate su competenze manageriali e gestionali; lo sviluppo di una classe dirigente nuova, selezionata sulla base di criteri di merito e in grado di guidare la digitalizzazione come manager del ventunesimo secolo, “perché la civiltà di un Paese si misura anche dal grado di digitalizzazione raggiunto”.

Secondo Attias organizzazione e gestione delle risorse umane vanno affiancate da etica pubblica. Attraverso uno studio ha evidenziato come cultura corruttiva e malcostume delle raccomandazioni rappresentino uno dei principali ostacoli alla digitalizzazione, e come lo sviluppo di una corretta politica del digitale porterebbe a un significativo ridimensionamento della corruzione. Nell’intervista a Forum PA 2018 ha lanciato un appello perché nel Digitale, la politica arrivi finalmente a soluzioni comuni (qui sotto il video).

 

Nel condividere l’appello di FPA a “scongiurare un anno zero dell’innovazione”, Attias ha sollecitato il nuovo governo a rinnovare l’esperienza del Team guidato da Piacentini, a cui va riconosciuto il merito di aver sbloccato molti progetti strategici per il Paese, e di aver contribuito a delineare, per la prima volta in Italia, una vera governance del digitale. 

I COMMENTI DI FPA E DIGITAL 360

“La nomina di Luca Attias a Commissario per l’Attuazione dell’Agenda Digitale è una buona notizia per l’innovazione della Pubblica Amministrazione”. È il giudizio di FPA, la società di Digital360 che da 30 anni favorisce l’incontro tra pubblica amministrazione, imprese, mondo della ricerca e società civile, e che organizza Forum PA, l’evento annuale sull’innovazione della PA, di cui Attias è tra i più apprezzati protagonisti.

“Un manager informatico della Pubblica amministrazione ossessionato dall’organizzazione, dalla gestione delle risorse umane, dalla lotta alla corruzione e dalla scuola”. Così si autodefiniva Luca Attias quando, a capo a capo dei sistemi informativi della Corte dei Conti, a Forum PA 2017 ha intervistato proprio Diego Piacentini, che da oggi sostituisce alla guida del Team Digitale. Attias si è presentato a Forum PA per la prima volta nel 2008 quando in un’intervista da dipendente della Pubblica Amministrazione ha sostenuto che “l’innovazione comincia dalle persone”, facendo scorgere già alcuni elementi del suo “pensiero”: approccio manageriale all’introduzione delle nuove tecnologie, innovazione come sinergia tra digitalizzazione e cambiamento organizzativo, centralità del tema etico.

“La nomina, appena annunciata, di Luca Attias rappresenta un segnale importante anche per le aziende che propongono soluzioni alla PA”. Questo il commento di Andrea Rangone, Amministratore Delegato del Gruppo Digital360, che aggiunge: “Luca, si è contraddistinto negli anni per l’energia che ha sempre speso per la Digital Transformation, e da profondo conoscitore di organizzazione pubblica è garanzia assoluta di trasparenza ed integrità”.

“Oggi, pur consapevole della difficoltà del compito, Luca ha deciso di raccogliere la sfida in continuità con quanto creato dal precedente Commissario Straordinario, conscio del fatto che molto è stato fatto, ma molto c’è ancora da fare – commenta Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA -. La nomina di Attias rappresenta una buona notizia per l’innovazione della PA. Perché in questi anni, da dirigente pubblico alla Corte dei Conti, è stato un ‘innovatore disubbidiente’, in grado di scardinare le procedure burocratiche e produrre realmente risultati, riuscendo a fare squadra con le persone che lo hanno affiancato. Le migliori premesse per la sfida di Commissario per l’Attuazione dell’Agenda Digitale. Il nostro ‘in bocca al lupo’ a Luca Attias, a cui va il sostegno di tutti gli innovatori della Pubblica Amministrazione”.