Amazon spinge sulla sanità digitale: perché ha comprato One Medical per 3,9 miliardi - Economyup

BUSINESS TRANSFORMATION

Amazon spinge sulla sanità digitale: perché ha comprato One Medical per 3,9 miliardi



A due anni dal lancio della sua Amazon Pharmacy negli USA, il colosso e-commerce ha comprato One Medical, piattaforma ehealth che offre assistenza virtuale h24. Oltre al suo software di cartelle cliniche virtuali, potrà così contare sulla sua rete di medici

25 Lug 2022


Il settore health ha catturato negli ultimi anni molto interesse con l’accelerazione della sanità digitale, e non sfugge all’attenzione di Amazon. A due anni dal lancio della sua Pharmacy negli USA, il colosso digitale consolida il suo interesse nel business della salute con l’acquisto, per ben 3,9 miliardi di dollari, di One Medical, società che offre in abbonamento prestazioni sanitarie con attese brevissime.

“l’assistenza sanitaria è in cima alla lista delle esperienze che devono essere reinventate” ha dichiarato Neil Lindsay, senior vice president of Amazon Health Services, aggiungendo che Amazon punta ad essere uno degli attori che aiuterà a migliorare drasticamente l’esperienza sanitaria nei prossimi anni.

Come funziona One Medical, e cosa significa questa acquisizione per Amazon?

Che cos’è One Medical

Nata a San Francisco e attiva dal 2007, One Medical si definisce“un’organizzazione nazionale di assistenza primaria incentrata sull’uomo e alimentata dalla tecnologia”. La sua offerta in abbonamento promette ai clienti accesso all’assistenza virtuale 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Con un software proprietario di cartella clinica virtuale, permette agli abbonati di accedere a visite mediche in giornata, contatto via SMS con il medico curante e prenotazione online degli appuntamenti su una vasta rete di ambulatori e piccole case di cura.

WHITEPAPER
Sanità: quali le applicazioni di AI in radiologia, oncologia e cardiologia?
Intelligenza Artificiale
Sanità

Quotata in borsa nel 2020 con un IPO da 245 milioni, la società opera in una dozzina dei principali mercati statunitensi e lavora con oltre 8.000 aziende per piani sanitari aziendali.

Con la pandemia di Covid-19 e l’ascesa del settore della telemedicina, One Medical ha visto aumentare la domanda per i suoi servizi negli ultimi anni: nel suo più recente rapporto trimestrale sugli utili ha dichiarato un numero totale di 767.000 iscritti, in crescita del 28% su base annua, in 188 studi medici in 25 mercati.

Amazon alla conquista del settore health

Da molto tempo ormai Amazon non è “soltanto” un gigante dell’e-commerce, ma si espande in diversi settori spaziando dall’editoria ai video, dal fintech all’health.

L’operazione con One Medical è un nuovo capitolo nella sua strategia di crescita nell’industria della sanità, il cui primo passo è stato l’acquisizione per quasi un miliardo di dollari della startup PillPack, farmacia online che offriva medicine pre-dosate e consegne a domicilio negli USA. Questa rete è servita poi da base per il lancio, sempre in USA, di Amazon Pharmacy, con l’ambizione di permettere ai clienti di comprare farmaci “con la stessa facilità di qualsiasi altro acquisto sul sito Amazon”.

Parallelamente, Amazon ha stipulato una partnership con JP Morgan Chase and Berkshire Hathaway per offrire servizi healthcare e assicurativi a costi ridotti ai lavotori in un progetto chiamato Haven, che ha tuttavia visto la fine nel 2021.

Ora, con l’acquisizione di One Medical, Amazon avrà accesso negli Stati Uniti alle cliniche sanitarie e ad una rete già esistente di relazioni tra pagatore e sistema ospedaliero. Senza parlare dell’oro del nostro secolo: i dati. Se Amazon acquisisse il sistema di registrazione interno di One Medical, potrebbe attingere a informazioni che consentiranno di prevedere i costi sanitari, indirizzare gli interventi e guidare lo sviluppo del trattamento per gli anni a venire.