OurCrowd, il crowdfunding scelto da Intesa per l'open innovation di imprese e Pmi | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PARTNERSHIP

OurCrowd, il crowdfunding scelto da Intesa per l’open innovation di imprese e Pmi

31 Mag 2018

La piattaforma con cui l’Innovation Center della banca ha stretto un accordo è israeliana e dal 2013 ha raccolto 700 milioni di dollari da 25mila investitori. Le imprese clienti dell’istituto di credito potranno investire e le startup hitech raccogliere fondi per l’internazionalizzazione

Una banca e una piattaforma per la raccolta fondi insieme per stimolare la crescita della nuova imprenditoria. Intesa Sanpaolo Innovation Center, centro controllato del Gruppo Intesa Sanpaolo che promuove i processi e i piani di sviluppo dell’innovazione, e OurCrowd, piattaforma israeliana attiva a livello internazionale nell’equity crowdfunding e nel venture capital in rapida crescita, hanno annunciato oggi la firma di un Memorandum of understanding che ha come obiettivo quello di agevolare l’accesso al mercato internazionale delle proprie startup tecnologiche.

Ecco come funziona l’Innovation Center dove Intesa Sanpaolo progetta il futuro con le startup

COME È NATO E COME FUNZIONA OURCROWD

In particolare, nel corso dell’ultimo anno OurCrowd ha registrato significativi passi in avanti in Europa occidentale, espandendo la propria presenza su Londra e Madrid, aumentando la base d’investitori in diversi Paesi del mondo e stabilendo nuove relazioni con importanti multinazionali come Halma nel Regno Unito e Innogy in Germania. Grazie alla partnership infatti le imprese e le startup clienti di Intesa Sanpaolo avranno la possibilità di accedere alla piattaforma di equity crowdfunding di OurCrowd, che dalla sua nascita nel 2013 ha raccolto più di 700 milioni di dollari da oltre 25.000 investitori provenienti da tutto il mondo in favore di oltre 150 startup. OurCrowd ha lanciato la prima partnership bancaria all’inizio del 2016 per poi siglare nuove alleanze con primarie realtà del mondo della finanza e delle multinazionali negli ultimi due anni. Si tratta di collaborazioni mirate a creare progetti di co-investimento e allo sviluppo dell’ecosistema dell’innovazione, facendo leva sulla propria esperienza e sul vasto portafoglio di startup tecnologiche. Tra le altre partnership in essere: National Australia Bank, United Overseas Bank a Singapore, Citic Pacific a Hong Kong, Reliance Private Client in India, Shanghai Commercial Savings Bank a Taiwan e Bangkok Bank in Tailandia.

L’ALLEANZA INTESA SANPAOLO-OURCROWD

Nel ruolo di partner istituzionale, Intesa Sanpaolo Innovation Center fornirà ai propri clienti corporate e alle piccole e medie imprese (pmi) l’accesso al portafoglio di startup hi-tech di OurCrowd, in modo da creare importanti sinergie per lo sbocco sul mercato. In tal senso l’accordo punta a catalizzare l’innovazione nei più svariati settori tecnologici e industriali.

“Questa partnership è un chiaro segnale del nostro impegno a crescere in Europa al fianco di player che operano a sostegno del mondo corporate e delle startup”, ha affermato Jon Medved, CEO di OurCrowd. “Siamo molto soddisfatti di come abbiamo lavorato con Intesa Sanpaolo su diverse iniziative e questo accordo consoliderà ulteriormente l’attività tra le nostre realtà e in particolare tra due economie molto importanti nell’ecosistema tecnologico”. “L’accordo conferma la centralità dell’ecosistema delle startup per il Gruppo Intesa Sanpaolo”, ha commentato Mario Costantini, direttore generale di Intesa Sanpaolo Innovation Center. “La partnership ha infatti il duplice obiettivo di mettere a disposizione delle nostre imprese clienti le migliori tecnologie israeliane selezionate e dall’altra parte offre alle nostre startup ad alto potenziale l’accesso alla rete di oltre 25.000 mila investitori internazionali del network di OurCrowd”.

Articoli correlati