La nuova riforma sanitaria di Trump? Un'occasione per le startup | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La nuova riforma sanitaria di Trump? Un’occasione per le startup

di Redazione EconomyUp

19 Gen 2017

Il nuovo presidente americano vorrebbe cancellare l’Obamacare, introducendo un sistema meno costoso, in grado di garantire coperture assicurative per tutti grazie a una maggiore liberalizzazione del mercato. Se fosse così si aprirebbero nuove opportunità per le realtà innovative del settore

Obamacare addio. Sembra sempre più sul viale del tramonto la riforma sanitaria introdotta dall’ormai ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Perché il neoeletto Donald Trump, dopo una campagna elettorale fondata sulla promessa di abolizione dell’attuale riforma, sembra davvero convinto a fare una nuova riforma.

In una recente intervista al Washington Post , Trump ha dichiarato che è quasi pronta la riforma che darà «un’assicurazione sanitaria a tutti». In che modo questo avverrà anche non è stato specificato, ma dando una lettura a quanto in programma, si potrebbe presumere una forte, ulteriore liberalizzazione del mercato, eliminando per esempio le barriere tra i diversi stati federali e favorendo una maggiore competizione tra operatori; maggiori incentivi alla sottoscrizione di polizze grazie alla loro deducibilità dalle tasse, attualmente permessa alle aziende, ma non agli individui; la richiesta di maggiore trasparenza nei costi sanitari

Tutte condizioni che potrebbero favorire anche la nascita di nuovi operatori, di insurtech, che possono essere molto competitive sul mercato grazie anche al fatto di essere organizzazioni snelle, tecnologicamente evolute, capaci di automatizzare molti processi, lavorare sui dati, abbattere i propri costi e di conseguenza, offrire polizze meno costose.

Continua a leggere su InsuranceUp

Redazione EconomyUp

Articoli correlati