Fintech, 300 milioni di dollari per N26. Ora è la startup europea più valutata | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FINANZIAMENTI

Fintech, 300 milioni di dollari per N26. Ora è la startup europea più valutata



La mobile bank tedesca ha annunciato un round di finanziamento di serie D guidato da Insight Venture Partners, società di Venture Capital e private equity con sede a New York, che ha valutato la startup 2,7 miliardi di dollari. È il più grande funding round di private equity per una fintech europea

10 Gen 2019


Con un valore di 2,7 miliardi di dollari N26 è la startup fintech europea più valutata. Un unicorno cresciuto in fretta e che ha annunciato un round di finanziamento di serie D del valore di 300 milioni di dollari, guidato da Insight Venture Partnerssocietà di Venture Capital e private equity con sede a New York. Proprio Insight Venture Partners ha valutato la società 2,7 miliardi di USD. Il round prevede anche la partecipazione del fondo sovrano di Singapore GIC e di alcuni investitori esistenti.

Il più grande funding round di private equity per una fintech europea

Il finanziamento del valore di 300 milioni di dollari rappresenta il più grande funding round di private equity ottenuto da una società fintech europea negli ultimi anni. Ad oggi, N26 ha raccolto più di 500 milioni di USD dai più importanti investitori a livello mondiale, tra cui Tencent, Allianz X, Valar Ventures di Peter Thiel, Horizons Ventures di Li Ka-Shing, Earlybird Venture Capital, Redalpine Ventures e Greyhound Capital.

“In tutto il mondo, milioni di persone continuano ad avere esperienze bancarie negative e a pagare commissioni elevate. Grazie all’ingresso di Insight Venture Partners e GIC tra i nostri investitori esistenti, possiamo avvalerci del sostegno dei migliori player a livello globale per trasformare uno dei più grandi settori al mondo” ha affermato Valentin Stalf, CEO e co-founder di N26.

Qui puoi vedere una videointervista di AskaNews a Valentin Stalf

“Oggi è sempre più raro trovare un settore così importante che non sia stato ancora interessato dalla disruption tecnologica. N26 è il leader di mercato assoluto nel settore del mobile banking europeo, la società ha un ottimo posizionamento per espandere la sua attività nel mercato statunitense e costruire un digital brand globale con caratteristiche straordinarie” ha commentato Harley Miller, Principal di Insight Venture Partners.

Che cosa fa N26

N26, storia e obiettivi della prima banca mobile first

N26 sta costruendo la prima Mobile Bank globale. Il suo obiettivo è rendere i servizi bancari più flessibili e trasparenti per i propri clienti. Che si tratti di caratteristiche già esistenti, come le notifiche in tempo reale e l’assenza di commissioni sui pagamenti tramite carta effettuati in tutto il mondo, o di funzionalità previste per il futuro, come la condivisione dei conti con un semplice clic, N26 continua a risolvere i problemi legati ai servizi bancari che i consumatori digitali di tutto il mondo si trovano a dover affrontare.

I numeri di N26

Attualmente la società opera in 24 mercati in Europa, e ha più che triplicato la sua base di clienti negli ultimi 12 mesi, superando i 2,3 milioni di clienti. I proventi generati saranno destinati all’espansione globale, cominciando con il lancio sul mercato statunitense previsto per il primo semestre del 2019. La società punta a superare i 100 milioni di clienti a livello mondiale nei prossimi anni.

Dal lancio del suo primo prodotto nel gennaio 2015, N26 ha acquisito oltre 2,3 milioni di clienti in 24 mercati europei e, ad oggi, il volume delle transazioni processate dalla società supera i 20 miliardi di euro. Attualmente, i fondi depositati dai clienti nei conti correnti N26 ammontano a oltre 1 miliardo di euro.