La casa di moda spagnola Desigual cerca startup da accelerare con Plug and Play - Economyup

OPEN INNOVATION

La casa di moda spagnola Desigual cerca startup da accelerare con Plug and Play



Desigual ha lanciato un bando per le startup interessate a partecipare ad Awesome Lab, il primo programma di accelerazione in collaborazione con Plug and Play. Scadenza il 15 settembre, ecco come funziona

23 Ago 2021


Anche Desigual si apre all’open innovation. La casa di moda ha lanciato un bando per le startup interessate a partecipare ad Awesome Lab, il primo programma di accelerazione promosso da un’azienda di moda in Spagna, in collaborazione con la piattaforma di innovazione aperta Plug and Play.

Fondata a Barcellona nel 1984, Desigual si caratterizza per la singolarità e il carattere unico delle sue creazioni, pensate per portare positività e autenticità a migliaia di persone che cercano di esprimere la migliore versione di sé stesse. Attualmente, l’azienda ha oltre 2.700 dipendenti ed è presente in 107 Paesi attraverso 10 canali di vendita, 428 negozi monomarca e sei categorie di prodotto.

Awesome Lab, come funziona il programma di accelerazione di Desigual

Il bando è a livello internazionale e si con il lancio, da parte dell’azienda, di circa 10 sfide, legate alla progettazione ed allo sviluppo del prodotto, da un lato, e al rapporto con il cliente, dall’altro. Le aziende emergenti interessate avranno tempo fino al 15 settembre per presentare la propria candidatura sul sito ufficiale.

WEBINAR
19 Ottobre 2021 - 17:00
Business of Experience! Tecnologie e creatività: il mix per esperienze vincenti
Big Data
CRM

La piattaforma Plug and Play selezionerà fino a circa 150 startup come candidate a partecipare al programma. Per farlo, dovranno affrontare tali sfide attraverso soluzioni innovative. Le proposte saranno valutate da una giuria composta dai membri del Comitato di Innovazione di Desigual, da nomi di riferimento del settore, da esperti di Plug and Play e dallo stesso fondatore della casa di moda, Thomas Meyer.

Desigual, la scommessa per l’innovazione digitale

Il lancio di Awesome Lab rappresenta una scommessa di Desigual per l’innovazione digitale e l’intensificazione del flusso di conoscenze e di idee con cui identificare opportunità ed implementare risposte in modo agile. Con questa iniziativa, la casa di moda promuoverà lo sviluppo di soluzioni tecnologiche per far fronte alle principali sfide poste dall’industria della moda. E lo farà attraverso un modello di open innovation che le permetta di promuovere la cultura dell’innovazione all’interno dell’azienda.

Come spiega Alberto Ojinaga, Amministratore Delegato di Desigual, “sin dalle nostre origini, abbiamo scommesso sull’innovazione, una caratteristica intrinseca di Desigual ed imprescindibile per trasformarci come azienda. Con questa iniziativa, vogliamo fare un passo in più, promuovendo un modello di innovazione che ci permetta di introdurre lo spirito creativo ed imprenditoriale che esiste al di là della nostra organizzazione. Il nostro obiettivo è quello di diventare un’azienda che faccia della collaborazione il proprio strumento competitivo chiave e differenziante. Il lancio di questo programma di accelerazione segna l’inizio di una nuova fase di crescita”.

Awesome Lab, un progetto di innovazione per il settore della moda

Awesome Lab rappresenta un programma di accelerazione in cui si realizzerà un accompagnamento delle startup selezionate mediante il mentoring e la fornitura di risorse e strumenti.  Tutto ciò consentirà di dare impulso alla crescita ed allo sviluppo di soluzioni necessarie alla trasformazione del settore. Oltre a partecipare attivamente all’accompagnamento delle startup prescelte, Desigual coinvolgerà nel processo di valutazione e selezione il dipartimento di Innovazione Digitale, nonché professionisti di diverse aree.

Javier Fernández, responsabile dell’area di Innovazione Tecnologica di Desigual, spiega che “questa iniziativa ci permette di aiutare le startup nello sviluppo delle proprie soluzioni in un modo più adeguato alle esigenze dei modelli di business attualmente in vigore e di incorporarle nelle fasi più iniziali. Per farlo, verranno fornite delle risorse che vanno dal mentoring, alla formazione, fino al finanziamento”.

La giuria selezionerà da cinque a sette progetti, che entreranno a far parte del programma di accelerazione, il quale inizierà a settembre e durerà da sei a nove mesi. Durante tutto il programma, le aziende emergenti riceveranno formazione e supporto da parte di tutor interni, dipendenti della stessa azienda, e da tutor esterni, esperti ed imprenditori di successo.

Parallelamente al programma di accelerazione, verrà creato un veicolo di investimento finanziario con cui identificare le startup su cui si sceglierà di investire.

Maura Valentini

Laureata in lingue orientali, sono un'amante di Giappone e innovazione. Parte del gruppo Digital360 dal 2020, scrivo per le testate EconomyUp, InsuranceUp e Proptech360.