Piaggio punta sulla smart mobility con Gita, il robot autonomo in commercio in autunno | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

DIGITAL TRANSFORMATION

Piaggio punta sulla smart mobility con Gita, il robot autonomo in commercio in autunno



Nella seconda metà del 2019 sarà commercializzato il primo prodotto del gruppo nato da una nuova mission: proporre soluzioni innovative alle nuove esigenze di mobilità, soprattutto nei centri urbani, che includano anche le più avanzate tecnologie legate alla robotica, all’automazione e all’intelligenza artificiale

29 Mar 2019


Non chiamatela semplice valigia intelligente. Gita, il primo robot autonomo firmato Piaggio, è molto di più. Qualcuno lo ha paragonato a Yape, il robot postino di e-Novia, ma anche in questo caso il paragone non è azzeccato. Perché il prodotto che Piaggio commercializzerà tra qualche mese, a partire dalla seconda metà del 2019, è molto di più di un semplice mezzo per il trasporto di oggetti e per le consegne dell’ultimo miglio. Basti pensare che nasce come risposta alle necessità future di un nuovo concetto di mobilità, un veicolo di trasporto leggero che riposiziona l’uomo al centro dell’innovazione per dargli maggiore autonomia e una migliore qualità della vita. Le ultime notizie, risalenti a luglio 2019, confermavano che Piaggio Fast Forward (PFF), la società del Gruppo Piaggio con sede a Boston incentrata sulla robotica e mobilità del futuro, sta proseguendo l’attività di sviluppo di Gita, che verrà assemblata e prodotta nel nuovo stabilimento situato a Charlestown.

Che cos’è Gita e come funziona

Primo nel suo genere, Gita è un robot carrier della tipologia “Follow Me”, in grado di trasportare pesi fino a 20 kg mentre segue l’operatore umano in ambienti interni ed esterni. Può inoltre mappare l’ambiente, interno o esterno in cui si muove, rilevare cose e persone presenti nell’area, raccogliere, registrare e condividere dati.

Molto più di un semplice mezzo per il trasporto di oggetti e per le consegne dell’ultimo miglio, Gita si presta quindi a numerose applicazioni in ambito personale ma anche professionale: dall’healthcare, dove può supportare il personale delle strutture sanitarie nella registrazione dei parametri vitali dei pazienti, ai servizi di sicurezza e sorveglianza di ambienti chiusi – come sedi di aziende o istituzioni – o aperti, come parchi, giardini o parcheggi.

La mobilità efficiente handsfree è la principale missione di Gita, in qualsiasi ambiente si trovi, dalle città alle comunità suburbane, dagli uffici alle abitazioni. Gita è un veicolo intelligente, capace di muoversi anche in autonomia, con un payload che può arrivare fino a 20 chilogrammi e una autonomia di 20 chilometri in circuito urbano. Può seguire una persona, mappare l’ambiente che lo circonda e controllare ciò che si muove intorno, spostandosi con facilità anche in spazi chiusi. L’anno scorso è stato testato sulle strade di Los Angeles e in Arabia Saudita

Tutte le funzioni di Gita

Lo scorso ottobre, grazie ad una partnership con Vitra, innovativa azienda svizzera di design, sono stati presentati ad Orgatec (principale fiera internazionale dedicata alla progettazione degli ambienti di lavoro del futuro) alcuni accessori in grado di rendere Gita un vero e proprio assistente per la mobilità e per lo svolgimento di diverse mansioni negli ambienti di lavoro chiusi come fabbriche e uffici:

  • Concierge, una soluzione di mobile carrier che consente di archiviare e organizzare i materiali e averli sempre a disposizione;
  • Digital Nomad, un supporto per il trasporto di materiali di lavoro, presentazioni, connessioni, per trasformare ogni angolo di ufficio in una sala riunioni;
  • Catering Trolley, per avere sempre a disposizione in questo caso alimenti e bevande, ma facilmente adattabile a qualsiasi tipo di servizio;
  • Project Basket, per la raccolta di diversi materiali e forniture da ufficio, che può raggiungere i lavoratori in ogni luogo;
  • Powerbrick, un dispositivo sempre pronto per la ricarica di qualsiasi device elettronico, in qualsiasi situazione.

Guarda la gallery con tutte le foto di Gita

Piaggio Fast Forward a Boston: ecco dove viene prodotto Gita

Piaggio Fast Forward

Gita viene prodotto a Boston, epicentro della ricerca sulla robotica, dove il Gruppo Piaggio ha fondato la divisione Piaggio Fast Forward (PFF), centro di ricerca del Gruppo sulla mobilità del futuro di persone e merci e sull’intelligenza artificiale.

Un complesso da circa 1.000 metri quadrati in cui il team di Piaggio Fast Forward curerà le fasi di ricerca, progettazione e assemblaggio di Gita.

PFF è stata fondata nel 2015 dal Gruppo Piaggio per essere uno dei principali player nel settore della smart mobility di persone e merci. La mission della società è quella di aiutare le persone a muoversi meglio, oltre che in modo più veloce e divertente. PFF realizza robot e soluzioni di trasporto leggero, in grado di muoversi assieme e al fianco alle persone. Nell’era dell’intelligenza artificiale, dell’autonomia e dell’interconnessione, PFF intende contribuire alla promozione di città più vivaci, ricche di pedoni, ciclisti e skaters, la cui mobilità sia supportata da nuovi modelli di veicoli smart.

PFF è guidata dal CEO Jeffrey Schnapp, insieme a Michele Colaninno (Chairman), Greg Lynn (Chief Creative Officer), Sasha Hoffman (Chief Operating Officer) e Beth Altringer (Chief Design Research Officer).

L’Advisory Board di PFF è invece composto da Roberto Colaninno (Chairman e CEO del Gruppo Piaggio), Nicholas Negroponte (Fondatore di MIT Media Lab), John Hoke (Vice President Global Design di Nike), Doug Brent (Vice President Technology Innovation di Trimble) e Jeff Linnell(ex Direttore della Robotica di Google).

“Questo è un passo fondamentale verso il futuro della mobilità per il Gruppo Piaggio. Abbiamo deciso di produrre Gita negli Stati Uniti, e in particolare a Boston, perché è l’epicentro della robotica, e questa è la città in cui abbiamo trovato il terreno più fertile per far crescere le nostre innovative idee “, ha dichiarato Michele Colaninno, Presidente di Piaggio Fast Forward. “Il nostro obiettivo è creare un prodotto innovativo, un veicolo efficiente e altamente tecnologico, dotato di maggiori funzioni rispetto a un semplice dispositivo di trasporto. Non c’è posto migliore di Boston per trasformare questo progetto in realtà “, ha concluso Michele Colaninno.

“Siamo convinti che produrre Gita qui a Boston non solo ci consentirà di avere il miglior prodotto di qualità possibile, ma anche che rappresenti la giusta strada per il futuro di PFF”, ha dichiarato Jeffrey Schnapp, Chief Visionary Officer del PFF. “Siamo grati alle autorità locali e statali per il sostegno che hanno dimostrato a PFF ha sin dal primo giorno e apprezziamo l’incoraggiamento e l’ispirazione dei nostri vicini e amici della comunità di robotica di Boston.” 

Michele Colaninno, Presidente di Piaggio Fast Forward

Piaggio e la smart mobility

Conosciuto in tutto il mondo principalmente per la produzione di scooter, moto e veicoli commerciali – tra cui i famosissimi Vespa e Ape – il Gruppo Piaggio ormai da qualche tempo sta ampliando i propri orizzonti alla ricerca di soluzioni innovative alle nuove esigenze di mobilità, soprattutto nei centri urbani, che includano anche le più avanzate tecnologie legate alla robotica, all’automazione e all’intelligenza artificiale. Di tutto ciò si occupa il team di Piaggio Fast Forward che si pone l’obiettivo di aiutare le persone a muoversi meglio, oltre che in modo più veloce e divertente in ambienti interni ed esterni. Nell’attuale era delle macchine intelligenti, PFF intende promuovere città più vivaci, popolate da pedoni, ciclisti e skater la cui mobilità è ora migliorata da nuove tipologie di dispositivi intelligenti. PFF è inoltre attiva nella ricerca di soluzioni in grado di mettere le persone nelle condizioni di svolgere le proprie attività a casa o in ufficio nel modo più efficiente attraverso lo sviluppo di prodotti che rendono più semplice la vita e il lavoro quotidiani. In quest’ottica, il primo prodotto sviluppato da PFF è stato Gita: un dispositivo portatile in grado di trasportare fino a 20 kg e capace di accompagnare le persone nei loro spostamenti, sia in ambienti in ambienti chiusi sia in spazi aperti. Gita incoraggia così uno stile di vita attivo per chiunque desideri muoversi con facilità ed efficienza avendo le mani libere, dai millennials e i loro genitori, agli anziani.