Minibus elettrico a guida autonoma, i test a Torino (assicurazione compresa) | Economyup

LA SPERIMENTAZIONE

Minibus elettrico a guida autonoma, i test a Torino (assicurazione compresa)



A Torino è iniziato il testing su strada di Olli, minibus elettrico a guida autonoma di livello 4. Ecco le caratteristiche e i video

17 Gen 2020


Olli minibus elettrico a guida autonoma

Via alla sperimentazione a Torino di Olli, un minibus elettrico a guida autonoma. Il progetto che coniuga mobilità e innovazione è stato annunciato qualche mese fa e, il 16 gennaio, è iniziato il testing su strada. Un periodo di prova che durerà quattro mesi, durante i quali lo shuttle svolgerà servizio di trasporto all’interno del campus ITCILO.

Olli, il minibus elettrico a guida autonoma

Olli, il minibus elettrico a guida autonoma

Realizzato assemblando parti stampate in 3D dall’americana Local Motors, Olli è un prodotto per la mobilità urbana sostenibile, innovativo dal punto di vista tecnologico, progettato ponendo particolare attenzione alle caratteristiche di accessibilità e rispettoso dell’ambiente. Il progetto è il risultato di un lavoro sinergico internazionale svolto in collaborazione tra Città di Torino, ITCILO, Reale Mutua e Local Motors.

Le caratteristiche tecniche

Olli è un minibus a guida autonoma di livello 4: si tratta di una guida autonoma sostanzialmente piena, in cui il veicolo può svolgere tutte le funzioni critiche di sicurezza e monitorare costantemente le condizioni della strada per l’intero viaggio, ma non in condizioni meteo estreme. È dotato di sensori LiDAR, GPS e videocamere. Ha un motore elettrico con un’autonomia media di 50 km e si ricarica in circa 2 ore. Al suo interno ci sono 8 posti per passeggeri. Ecco, nel dettaglio, tutte le caratteristiche tecniche.

Olli, il minibus elettrico a guida autonoma. Il test a Torino

Il ministro per l’Innovazione, Paola Pisano, che ha partecipato al test di Olli insieme al sindaco della città, Chiara Appendino, ha pubblicato sui social il video della prova su strada.

FORUM PA 6 - 11 LUGLIO
Città resilienti: infrastruttura tecnologica, governance dei dati, valore della comunità
IoT
Smart Mobility

L’assicurazione di Reale Mutua

Un ruolo particolare nel progetto torinese ricopre Reale Mutua che, oltre che sponsor dell’iniziativa, si occupa anche della polizza. Alberto Garuccio (innovation leader – Governance manager Reale Lab 1828) ha pubblicato un post su Linkedin in cui dice orgoglioso che Reale Mutua promuovi e assicuri il primo veicolo autonomo a Torino. Del resto, il legame tra polizze e e guida autonoma è un dibattito ancora aperto, e questo potrebbe essere un esempio interessante.

“Siamo molto orgogliosi di contribuire a realizzare un progetto innovativo per l’Italia come quello di promuovere la circolazione sperimentale di veicoli per il trasporto urbano di persone a totale conduzione autonoma e a basso impatto ambientale grazie alla loro alimentazione elettrica” dichiara in una nota ufficiale Luigi Lana, Presidente di Reale Mutua. “Il paradigma della mobilità sta cambiando sempre più velocemente e noi di Reale Group siamo tra i primi in Italia ad avvicinarci ai temi tecnico-assicurativi associati al mondo della guida autonoma. Reale Mutua ricopre due ruoli all’interno dell’iniziativa: come main sponsor sostenendo in modo concreto lo sviluppo e la diffusione di questa nuova tecnologia, come assicuratore garantendo la responsabilità per danni cagionati a terzi potenzialmente causati dalla circolazione del veicolo durante il periodo di sperimentazione presso il campus”.

I primi test a Merano

Il 25 novembre scorso a Merano è stato effettuato il primo viaggio di un minibus elettrico senza conducente. La navetta percorre in meno di 10 minuti un anello urbano chiuso al traffico nel centro storico. Il test rientra in un progetto per ripensare la mobilità delle regioni alpine di Alto Adige e Svizzera.

Guida autonoma: primo test di un minibus elettrico senza conducente a Merano – VIDEO