Ricarica auto elettrica, un milione per la startup Reefilla - Economyup

IL ROUND

Auto elettrica, un milione per la startup Reefilla che ricarica l’auto on demand



L’operazione è guidata da Motor Valley Accelerator, che ha accelerato la startup, attualmente incubata presso I3P del Politecnico di Torino. Reefilla ha realizzato il primo servizio di ricarica per veicoli elettrici “mobile e predittivo” in alternativa alle colonnine. Il servizio sarà lanciato a Milano in autunno

11 Lug 2022


Marco Bevilacqua, Pietro Balda e Gabriele Bergoglio, founder di Reefilla

La startup torinese Reefilla chiude il suo primo round di finanziamento: un milione di euro per la sua soluzione di ricarica elettrica a domicilio.

L’operazione è guidata da Motor Valley Accelerator, il programma di accelerazione dedicato a startup che sviluppano soluzioni in ambito automotive, nato su iniziativa di CDP Venture Capital Sgr, UniCredit, Fondazione di Modena, CRIT e Plug and Play, A11 Ventures, Marvik Investimenti, flyElectric parte di flyRen energy group SpA e due Club Deal composti da un gruppo di investitori privati italiani ed internazionali: Reetrust, promosso da Nash Advisory e Wetrust oltre a una compagine di business angels coordinata da Stefano Mezzadri, advisor, manager e investitore internazionale.

Reefilla è attualmente incubata presso l’Incubatore I3P del Politecnico di Torino.

“Gli obiettivi che ci siamo posti grazie a questo round sono ampliare il team, lanciare il servizio nella città di Milano in autunno e continuare gli investimenti in ricerca e sviluppo sul nostro ecosistema di soluzioni e servizi che sta guardando sempre più alle città del futuro.”  spiega Gabriele Bergoglio, CFO e Co-Founder di Reefilla.

Reefilla: la ricarica elettrica dove e quando serve

Reefilla ha ideato e realizzato il primo servizio di ricarica per veicoli elettrici “mobile e predittivo” con il fine di creare un’alternativa flessibile e complementare alle “colonnine” di ricarica tradizionali, che soprattutto nei centri urbani sono poco diffuse e sempre più spesso occupate.

WHITEPAPER
Mobility Manager: chi è, che cosa fa in azienda, le competenze e perché è diventato obbligatorio
Smart Mobility

Mobilità elettrica, l’idea di Reefilla: portare la ricarica dove si trova l’auto

Il servizio poggia su tre pilastri fondamentali:

  • Il dispositivo di ricarica mobile basato su batterie intercambiabili, interamente sviluppato in house, Fillee che si configura come soluzione mobile di ricarica fast per auto elettriche;
  • Una piattaforma digitale connessa con le auto tramite intelligenza artificiale che riesce a prevedere il fabbisogno energetico del veicolo in funzione dello stile di guida e delle abitudini del guidatore o della flotta;
  • Un’organizzazione logistica che consente di raggiungere qualsiasi veicolo in qualsiasi punto della città anche nelle situazioni più complesse di parcheggio urbano. Grazie a Reefilla è possibile comunicare la posizione dell’auto così da delegare l’avvio della ricarica, in maniera contactless e senza disturbi per l’automobilista.

“Abbiamo immaginato e costruito un servizio in grado di restituire all’utente il tempo speso a preoccuparsi di dover ricaricare, trovare una colonnina e poi dover spostare l’auto a ricarica terminata” spiega Marco Bevilacqua, CEO e Co-Founder di Reefilla, Il tutto a impatto zero. Fillee infatti è un accumulatore che durante il giorno immagazzina energia solare grazie agli impianti fotovoltaici dei nostri centri logistici che poi di notte viene “riversata” nelle auto con duplice beneficio finale”

“L’attenzione alla customer experience per noi è centrale: ogni singolo aspetto è stato pensato per operare con la massima efficienza al fine di offrire un servizio impeccabile che permetta di trovare la propria auto sempre carica con un click!” spiega Pietro Balda, Tech & Marketing Officer e Co-Founder di Reefilla, che ha aggiunto: “Non dimentichiamoci dell’accessibilità: la ricarica non sempre è un processo intuitivo e immediato specie per anziani o persone con mobilità ridotta”

Dalla nascita al primo round in un anno

Reefilla è nata nell’aprile del 2021 dall’idea dei tre fondatori Marco Bevilacqua, Pietro Balda e Gabriele Bergoglio che, con un passato manageriale di più di 10 anni nell’industria automotive, hanno maturato la volontà di immaginare un paradigma nuovo nel contesto della rivoluzione della mobilità sostenibile.

Dopo pochi mesi dalla fondazione nel 2021, Reefilla è stata tra le 8 startup selezionate da Motor Valley Accelerator e dopo il percorso di accelerazione ottiene l’investimento follow on.

“Reefilla cavalca il trend di elettrificazione dell’industria automotive, fornendo una risposta al problema della ricarica urbana dei veicoli elettrici ed aprendo di fatto un mercato nuovo, che è parallelo a quello delle colonnine. La visione e la concretezza del team ci hanno spinti ormai un anno fa ad essere i primi investitori di Reefilla, ed oggi confermiamo la nostra fiducia nel progetto con questo Follow-On per rendere possibili i primi test pilota su scala e validare il modello.“ afferma Enrico Dente, Program and Ventures Manager del Motor Valley Accelerator.