Auto elettrica e cloud, ecco il nuovo veicolo di Renault per consegne a domicilio | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TRASFORMAZIONE DIGITALE

Auto elettrica e cloud, ecco il nuovo veicolo di Renault per consegne a domicilio



Destinato alla  logistica  dell’ultimo miglio,  è  un esperimento innovativo di soluzione intelligente e modulare per il carico, il trasporto e lo scarico di merci in città servite da sistemi di mobilità elettrica

23 Lug 2019


Il nuovo veicolo Renault

Si chiama Renault EZ-FLEX ed è un veicolo elettrico sperimentale concepito da Renault per l’ultimo miglio delle consegne a domicilio nelle future smart city. Con una particolarità: il cloud. LCI  (Cooperative  Innovation  Laboratory),  il  laboratorio  di  Gruppo Renault, utilizza infatti la piattaforma 3DEXPERIENCE per trasferire i processi di innovazione sul cloud e lanciare questo nuovo mezzo.

Renault EZ-FLEX, il nuovo veicolo elettrico e sviluppato in cloud

Con l’evoluzione dell’e-commerce, cresce la domanda di consegne rapide ai clienti; il veicolo di LCI,  destinato  alla  logistica  dell’ultimo  miglio,  è  un  esperimento  innovativo  di  soluzione intelligente e modulare per il carico, il trasporto e lo scarico di merci in città servite da sistemi di mobilità elettrica.

“Il futuro delle case automobilistiche non si limita a produrre singoli veicoli o andare dal punto A al punto B. Si tratta di sviluppare esperienze di mobilità completamente nuove che cambiano il nostro  modo  di  vivere,”  spiega  Olivier  Sappin,  Vice  President,  Transportation  &  Mobility Industry, Dassault Systèmes. “Aziende consolidate del settore devono fronteggiare la sfida di startup e realtà emergenti che non sono vincolate da sistemi obsoleti e possono operare con la massima agilità fin dai primi passi. L’approccio a piattaforma consente a LCI di attingere a tutto il patrimonio di conoscenze e competenze, sviluppando concetti per potenziali nuovi modelli di business”.

Auto elettrica: che cos’è e come sceglierla, tempi e costi ricarica

La piattaforma scelta da Renault

“La  piattaforma  3DEXPERIENCE  apre  nuove  strade  agli  strumenti  digitali  collaborativi nell’industria automobilistica, andando oltre la pura progettazione,” afferma Laurence Montanari, Senior Innovation Manager e capoprogetto di EZ-FLEX, Groupe Renault. “Il progetto EZ-FLEX di Renault ha testato la capacità della piattaforma di riunire attorno al modello digitale del veicolo  tutte  le  figure  coinvolte,  dall’ingegneria,  alla  produzione,  al  marketing  di  prodotto, ciascuna delle quali ha sfide e problematiche specifiche. Utilizzare una versione in cloud senza customizzazioni, ci ha dato l’autonomia per impegnarci in una nuova esperienza “test and learn” digitale, con dashboard, immagini realistiche di grande impatto, monitoraggio via web delle consegne urbane, visualizzazione virtuale con visore immersivo, senza alcun trasferimento o elaborazione dei dati”.

Progettisti,  ingegneri,  architetti  di  sistemi,  analisti  dei  costi,  addetti  al marketing e altri membri del team, oltre a partner esterni e fornitori, sono tutti collegati a una rete  di  valore  virtuale  che  favorisce  l’innovazione  aperta,  la  collaborazione  sicura,  la progettazione e l’ingegnerizzazione in tempo reale. I membri del team visualizzano e validano l’estetica e i requisiti tecnici del prodotto, analizzano l’andamento del mercato e gestiscono facilmente il progetto grazie a risorse e tecnologie digitali 3D come realtà virtuale immersiva, information intelligence e gemello digitale del veicolo.

Auto e cloud

Non è la prima volta che si parla di auto e cloud. Ad aprile Renault-Nissan-Mitsubishi, prima alleanza automobilistica mondiale, ha lanciato Alliance Intelligent Cloud, una nuova piattaforma che consentirà a Renault, Nissan e Mitsubishi Motors di fornire servizi connessi a bordo dei veicoli venduti in quasi tutti i 200 mercaticoperti dalle aziende facenti parte dell’Alleanza. Risultato degli sviluppi portati avanti congiuntamente dall’Alleanza e Microsoft, il programma per veicoli connessi più ambizioso di tutta l’industria automobilistica sarà realizzato grazie alle tecnologie Cloud, di intelligenza artificiale e di Internet of Things fornite da Microsoft Azure. Azure propone all’Alleanza una piattaforma mondiale destinata a raccogliere, gestire ed analizzare enormi volumi di dati generati dai veicoli connessi per fornire servizi intelligenti.

Nuova Renault Clio e Nissan LEAF, le prime auto connesse con il cloud Microsoft