Auto + ecommerce= car delivery: Škoda sperimenta la consegna dei pacchi nel baule | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

AUTO AS A SERVICE

Auto + ecommerce= car delivery: Škoda sperimenta la consegna dei pacchi nel baule



Il laboratorio innovativo della casa automobilistica ceca (gruppo Volswagen) sta testando con due retailer online un sistema per farsi lasciare nel bagagliaio gli acquisti fatti sul web. Si potrà aprire al corriere il veicolo da remoto. Negli Usa è già attivo un servizio Amazon-Volvo. È l’inizio del car delivery

26 Mar 2019


L’automobile sta diventando molte cose diverse: un sensore in grado di intercettare dati, una potente produttrice di dati, il tassello di un servizio di mobilità più ampio che mira a far muovere meglio le persone. E ora sta diventando anche un luogo dove consegnare e ricevere gli acquisti. In pratica un e-commerce. È l’obiettivo di un test avviato da Škoda Auto, la casa automobilistica ceca, fondata nel 1923 a Plzeň come sezione auto delle Industrie Škoda, oggi distaccata e di proprietà del gruppo Volkswagen. L’Auto DigiLab di Škoda, laboratorio per  soluzioni innovative nel settore, ha infatti sviluppato, insieme ai retailer digitali Alza.cz e Rohlik.cz, un sistema grazie al quale un corriere può posizionare il pacco direttamente nel bagagliaio dell’auto, naturalmente dopo che il proprietario ha permesso l’operazione da remoto. È una delle prime aziende in Europa a provare questo servizio: una soluzione che parte dal mondo dell’automotive e va a confluire in quello del retail. (Sotto il tweet del CMO dello Skoda DigiLab, David Beška.

COME FUNZIONE L’E-COMMERCE DI ŠKODA

In futuro chi farà acquisti online potrà far recapitare il pacco direttamente nel baule della propria Škoda. Per sfruttare questo metodo, il cliente deve prima acconsentire alla consegna tramite app per smartphone. Quando l’ordine verrà confermato, potrà verificare tramite GPS la posizione dell’auto. Sempre utilizzando l’app, al corriere è permesso un solo accesso sicuro al vano bagagli per un periodo di tempo limitato. L’addetto posiziona il pacco, richiude l’auto tramite app e al cliente viene notificata l’avvenuta consegna.

La tecnologia richiesta per l’accesso remoto al veicolo è in fase di test. In particolare i tecnici vogliono verificare la sicurezza del sistema, che in questi casi è essenziale: i dati sono criptati e il corriere ha l’obbligo di accedere al veicolo in un arco ristretto di tempo stabilito dal cliente.

“Questo progetto pilota è un esempio concreto di come si potrà rendere la vita quotidiana più semplice e conveniente utilizzando la tecnologia attuale per sviluppi futuri” spiega Jarmila Plachá, Responsabile di Škoda Auto DigiLab. “Non vedo l’ora di sviluppare ulteriormente questo progetto con i nostri due partner”.

Che cos’è Škoda Auto DigiLab

Škoda Auto DigiLab è il centro di sviluppo dei nuovi servizi di mobilità e tecnologia della casa automobilistica boema. È parte integrante della scena internazionale delle startup ed è alla continua ricerca di nuove collaborazioni con realtà emergenti provenienti nel settore IT. Al momento sta lavorando con startup internazionali, imprese innovative, università e centri d’innovazione provenienti in tutto il mondo.

Un fenomeno emergente: il car delivery

Negli Stati Uniti si sta sperimentando già da qualche tempo il car delivery, le consegne di pacchi all’interno dell’auto. Per esempio dall’anno scorso Amazon e Volvo hanno lanciato il Volvo In-car Delivery: gli acquisti online arrivano direttamente nel bagagliaio dell’auto. Il servizio, negli Usa con Amazon e nei Paesi Nordici e Svizzera con altri partner, è possibile tramite la delega elettronica di una società di consegne, che è autorizzata a un accesso alla vettura che sia dotata di Volvo On Call. Non solo il veicolo sarà designato come luogo di consegna, ma si potrà anche tracciare l’acquisto.