Amazon accelera sull’auto a guida autonoma e investe sulla startup Aurora | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OPEN INNOVATION

Amazon accelera sull’auto a guida autonoma e investe sulla startup Aurora



La società di Jeff Bezos torna prepotentemente sulla scena delle self driving car e partecipa a un round di 530 milioni di dollari della startup della Silicon Valley che che vuole fare concorrenza a Waymo e Zoox. Sta lavorando allo sviluppo del vero “pilota” dei veicoli autonomi, cioè hardware e software

11 Feb 2019


Auto a guida autonoma

Dopo l’annuncio, due mesi fa, del lancio di AWS DeepRacer, un’auto a guida autonoma in scala 1/18 per aiutare i programmatori nello sviluppo di software machine learning, Amazon torna prepotentemente sulla scena delle self driving car. E questa volta lo fa investendo in Aurora, startup della Silicon Valley fondata dall’ex CTO della divisione auto a guida autonoma di Alphabet (la holding di Google, che possiede anche Waymo) Chris Urmson, che come soci ha scelto Sterling Anderson, precedentemente a capo della progettazione della Tesla Model X, e Drew Bagnell, già fondatore dell’Advanced Technology Center di Uber.

Auto a guida autonoma, cosa sono e come funzionano

L’investimento di Amazon sulla startup Aurora

La quota dell’investimento della società di Jeff Bezos in Aurora non è nota, ma nel round di finanziamento la startup ha raccolto oltre 530 milioni di dollari grazie a investitori tra i quali, oltre ad Amazon, figurano anche Sequoia e il ramo investimenti di Shell. Amazon si è limitata a ribadire a CNBC la propria volontà di “investire in società innovative e orientate al cliente, e Aurora è proprio questo”, e ha sottolineato che “la tecnologia autonoma ha il potenziale per contribuire a rendere più sicuro e produttivo il lavoro dei nostri dipendenti e partner, sia su strada sia in un magazzino di stoccaggio, e siamo entusiasti delle possibilità”.

Self driving car, tutto sull’auto a guida autonoma: quando arriverà, come sarà, chi la produrrà

Che cosa fa Aurora, la startup sulla quale ha investito Amazon

Aurora non ha come obiettivo la produzione e la commercializzazione di veicoli propri, ma lavora con marchi storici dell’automotive del calibro di Volkswager e Hyundai (e Byton in Cina) per lo sviluppo dell’hardware e del software delle auto, cioè del vero “pilota” della guida autonoma, ponendosi quindi in diretta concorrenza con Waymo, con Zoox, con l’Advanced Technologies Group di Uber e con altre startup del settore come Argo AI (acquisita da Ford) e Cruise (rilevata da GM).

LEGGI ANCHE:

Auto a guida autonoma, cosa attendersi nel 2019

Automotive, 10 startup italiane che stanno lavorando per l’auto del futuro

Concetta Desando

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network