Web marketing, 100 parole per vincere un incontro con gli investitori | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL CONCORSO

Web marketing, 100 parole per vincere un incontro con gli investitori

20 Giu 2014

C’è tempo fino al 26 giugno per partecipare alla Pitch competition nell’ambito del Festival del 4 luglio a Roma. Gli startupper con progetti digitali possono descrivere la loro business idea in un’email: un parterre di esperti ne sceglierà 8, che potranno presentarsi ufficialmente agli investitori

Un’email per vincere. Startup e ideatori di progetti innovativi nel settore digitale si giocano l’opportunità di entrare in contatto con un parterre di investitori grazie a una semplice email nella quale devono descrivere il proprio progetto, appunto, in un massimo di cento parole. È il meccanismo alla base della Pitch Competition che si svolgerà in occasione del Festival del Web Marketing www.festivaldelwebmarketing.it il 4 Luglio a Roma, con la partecipazione di 50 relatori per oltre 40 interventi. Ma attenzione: mancano solo sei giorni alla scadenza.

Nell’ambito del Festival, e in collaborazione col quotidiano “La Stampa“, è stata indetta una Pitch Competition riservata a individui, team, startup o aziende già operanti del settore digital e web marketing con progetti o idee innovative nel settore digitale. C’è tempo fino al 26 giugno per parteciparvi e funziona così: si manda all’indirizzo email innovation@festivaldelwebmarketing.it un file contenente il nome del progetto, una breve breve descrizione e il pitch del progetto. Sarà comunque anche possibile caricare ulteriori informazioni quali demo, executive summary, business plan, ecc. ecc.

Alla documentazione inviata è affidata la possibilità di essere selezionati per presentarsi ufficialmente davanti ai maggiori esperti del settore digitale italiano.

Sarà infatti una giuria di esperti del settore –  tra cui rappresentanti di Atlante Venture, LVenture/LuissEnlabs, LVenture Group, The Hive CoWorking & Incubator, Giovani Imprenditori di Confindustria, Working Capital Roma di Telecom Italia, Dipartimento di Scienze Umanistiche all’Università di Catania, Fondazione Luigi Enaudi-Roma – a selezionare 8 di questi progetti.

Le business ideas saranno poi illustrate nell’ambito del Festival, di fronte ad una platea composta dai maggiori esperti del settore digitale italiano, da investitori e da esperti nel settore dell’imprenditoria e dell’innovazione, che potranno decidere di supportare la realizzazione e la crescita dell’idea di business.

Non si tratta dunque di un premio in denaro ma dell’opportunità concreta di attirare l’attenzione di qualche investor e riuscire così a finanziare la fase seed della propria idea.

A sei giorni dalla scadenza del concorso sono arrivate già molte proposte: gli organizzatori preferiscono non fare numeri ma parlano di “presenza massiccia”.

I progetti saranno selezionati sulla base di una serie di criteri che riguardano: competenze del team, conoscenza del settore, realizzabilità del progetto, stadio di sviluppo del prodotto/servizio, grado di innovazione e difendibilità della stessa, contesto competitivo e posizionamento, rispondenza con i bisogni del mercato e della clientela e dimensione della stessa, potenzialità economica del progetto.

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati