Exit, H-Farm cede il 15% di Travel Appeal: l'Intelligenza Artificiale nei viaggi | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

DATI & SOCIAL

Exit, H-Farm cede il 15% di Travel Appeal: l’Intelligenza Artificiale nei viaggi

16 Mag 2018

La società di Donadon ha ceduto al fondo olandese Airbridge Equity Partners quote della startup nata nel suo campus, che fornisce a strutture e destinazioni turistiche uno strumento di AI proprietario per raccogliere in tempo reale commenti e recensioni online. Incasso: 900mila euro, con un multiplo di 12 volte

Exit parziale per  Travel Appeal, startup che raccoglie e analizza in tempo reale i dati online del settore travel grazie all’intelligenza artificiale. La piattaforma di innovazione H-FARM ha ceduto il 15% del capitale della startup fondata da Mirko Lalli.

Travel Appeal, 720mila euro alla startup che usa l’AI per il mondo dei viaggi

L’exit parziale, si legge in un comunicato diffuso dalla società fondata da Riccardo Donadon a Roncade (Treviso), ha generato un ritorno con un multiplo di 12 volte l’investimento iniziale, che determinerà un incasso di 900 mila euro e una plusvalenza di 823 mila euro. A seguito dell’operazione H-FARM deterrà una quota del capitale di Travel Appeal pari al 10,96%. Gli accordi definitivi prevedono che l’operazione si concluderà nel mese di maggio con contestuale incasso delle somme. La partecipazione è stata ceduta principalmente al fondo di investimento olandese Airbridge Equity Partners.

Travel Appeal, fondata all’interno del Campus di Ca’ Tron nel gennaio del 2014 da Mirko Lalli, è una iniziativa B2B, leader nel settore travel a livello nazionale e internazionale, che mette a disposizione di singole strutture, destinazioni turistiche, gruppi, catene, consorzi e territori, uno strumento di intelligenza artificiale proprietario in grado di raccogliere in tempo reale commenti e recensioni online, di analizzare e interpretare i relativi dati fornendo consigli utili per migliorare la propria reputazione digitale. Attualmente Travel Appeal opera in due sedi, una in H-FARM, a Cà Tron, e una a Firenze e si avvale di uno staff di 30 persone. Ha recentemente aperto una nuova sede ad Amsterdam e entro l’anno ne verrà inaugurata una quarta a Londra.

Un’altra exit di successo per H-FARM dopo quella del gennaio scorso che ha visto la parziale uscita da Depop.

20 milioni a Depop, la lezione per il retail: permettere al cliente di aprire il proprio store online

“Ho creduto fin dall’inizio nelle enormi potenzialità di crescita di questa startup nata nel nostro Campus 4 anni fa e che in così poco tempo è riuscita ad attirare l’interesse di investitori internazionali e a registrare una crescita esponenziale. Lo strumento sviluppato da Mirko e il team di Travel Appeal è un prodotto incredibile in grado di sfruttare l’intelligenza artificiale applicata ad un settore, come quello del travel, tra i più rivoluzionati dall’avvento del digitale” ha dichiarato Riccardo Donadon, fondatore e amministratore di H-FARM. “Il nostro portafoglio sta andando a maturazione, nei prossimi mesi sono previste nuove interessanti operazioni e anche i programmi di accelerazione, in collaborazione con le imprese, ci stanno dando grandi soddisfazioni. C’è tanto valore in H-FARM e nei prossimi due anni sono sicuro andremo a raccogliere tutti i frutti della semina di questi 13 anni di attività”.

Articoli correlati