Startup e spin-off, l'alleanza Fondazione Italia Camp-Cnr dà lo sprint alla ricerca | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Sinergia

Startup e spin-off, l’alleanza Fondazione Italia Camp-Cnr dà lo sprint alla ricerca

20 Lug 2015

Il Consiglio nazionale delle ricerche e la Fondazione Italia Camp hanno stretto un accordo. Obiettivo: attrarre investimenti a vantaggio di idee imprenditoriali grazie una sinergia tra le eccellenze coltivate nell’ente pubblico e il network di relazioni offerto dal gruppo di innovatori

ItaliaCamp
Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e la Fondazione ItaliaCamp si alleano in nome della ricerca italiana. È stato appena firmato un accordo tra l’ente suddiviso in 115 istituti impegnato in attività di ricerca nazionale e internazionale e la Fondazione nata nel 2011 con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo delle best practice di innovazione sociale promosse dal gruppo ItaliaCamp.

L’intesa, firmata a Roma presso la sede di Piazzale Aldo Moro, punta alla valorizzazione e attrazione di investimenti a vantaggio di specifici brevetti, progetti di ricerca, idee imprenditoriali, start up e spin-off.

In pratica i due sceglieranno insieme i progetti sui quali lavorare per poi sfruttare la rete di contatti a livello aziendale che è in grado di offrire il mondo di Italia Camp. Diviso nella sua triplice articolazione di Associazione, Fondazione e Società, il Gruppo Italia Camp – nato nel 2009 da giovani della Luiss che si riuniva periodicamente per mettere insieme idee e proposte – è impegnato a sostenere innovazioni e progetti funzionali alla crescita del Paese attraverso una molteplicità di azioni, dai contest alle partnership. In particolare Fondazione ItaliaCamp è nata nel dicembre del 2011 su iniziativa dell’Associazione ItaliaCamp, d’intesa con sette primarie realtà del Paese: INPS, Poste Italiane S.p.A., Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A, Unipol Gruppo Finanziario S.p.a., Sisal S.p.a., Wind S.p.a., R.c.s. Mediagroup S.p.a., cui successivamente si sono unite Enel Green Power S.p.a., Terna S.p.a., Mercedes Benz S.p.a , CNR, ENEA, Edenred. 
La Fondazione investe nell’innovazione del Sistema Italia, promuove, sostiene e realizza progetti di innovazione sociale.

“Fondazione ItaliaCamp sta raddoppiando l’investimento in innovazione e ricerca, in particolar modo scientifica” ha dichiarato Federico Florà, da pochi mesi giovane neo-presidente della Fondazione. “Pertanto – ha continuato – grazie al know-how acquisito in questi anni selezioneremo le progettualità più significative aiutandole a potenziarsi, e ne favoriremo la reale valorizzazione attraverso l’interlocuzione con il nostro network di aziende, istituzioni ed enti di ricerca, e con possibili investitori all’interno del Vivaio delle Idee, spazio che la Fondazione stessa gestisce all’interno di EXPO Milano 2015, con Padiglione Italia e il MIPAAF”.

“Finalmente c’è un rinnovato interesse da parte del mercato verso la ricerca – sostiene Luigi Nicolais, Presidente del CNR – la speranza è che proprio tramite l’operato della Fondazione ItaliaCamp si possa valorizzare significativamente quella produzione scientifica di altissima qualità e trasferibilità che ha sempre caratterizzato il CNR. Aiutare gli istituti a sviluppare la propria ricerca è una sfida che riguarda la capacità del nostro Paese di finanziare il proprio futuro“.  (L.M.)

 

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati