Startup Biomed Forum, torna a Torino il meeting nazionale delle imprese biomedicali | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Startup Biomed Forum, torna a Torino il meeting nazionale delle imprese biomedicali



Il 22 e 23 giugno l’Associazione PNICube ospita la seconda edizione dell’evento dedicato alle giovani aziende innovative nel settore dei medical device. Tra i temi l’interazione con le strutture ospedaliere e la crescita attraverso partnership industriali

di Redazione EconomyUp

15 Giu 2016


Come costruire un modello di business vincente, come interagire con le strutture ospedaliere, come accelerare la crescita attraverso le partnership industriali: sono i temi intorno ai quali ruoterà la seconda edizione dello Startup Biomed Forum, l’evento ideato dal presidente di NisoBiomed Paul Müller e promosso dall’Associazione degli Incubatori Universitari PNICube in collaborazione con Assobiomedica, BioPmed, Associazione Italiana Ingegneri Clinici (Aiic), Fondazione Democenter-Sipe, Anote Anigea e Associazione Professionale Italiana Consulenti di Management (Apco).

L’evento vedrà riuniti i prossimi 22 e 23 giugno a Torino, nella la sede di PNICube, presso l’incubatore del Politecnico i3P, i più importanti referenti del settore e le migliori startup biomedicali italiane ed estere. Un mercato, quello dei medical device, che si caratterizza per la forte propensione a innovare, come testimoniano le oltre 280 startup censite in Italia, ma in cui è ancora difficile affermarsi per le sue forti peculiarità.

I dati parlano infatti di un panorama vasto e variegato: oltre 50.000 addetti per un totale di circa 3.000 imprese in Italia, un tessuto imprenditoriale particolarmente complesso, una concentrazione geografica anomala (con il 60% delle imprese in 6 Regioni del Centro-Nord) e una grande eterogeneità di prodotti e tecnologie. In questo scenario diventa imperativo mettere a sistema privati, istituti, atenei e laboratori, e creare reti specialistiche con la massa critica oggi richiesta per una maggiore capacità competitiva.

È proprio da questa riflessione che nasce lo Startup Biomed Forum, per offrire ai partecipanti l’opportunità di confrontarsi su problematiche comuni, scambiarsi esperienze e best practice, creare collegamenti e promuovere future sinergie e collaborazioni. La seconda edizione vedrà la partecipazione di numerosi esperti tra cui Andrea Venturelli, Co-Founder di Invatec, che approfondirà nel suo keynote speech i passaggi chiave di una startup verso il successo. “Nel nostro Paese nascono numerose startup nel settore medtech, grazie anche alla presenza di una ricerca universitaria di alto livello e a un tessuto industriale che aiuta a passare facilmente dal laboratorio alla produzione” ha commentato Marco Cantamessa, presidente PNICube. “Lo Startup Biomed Forum nasce con l’obiettivo di permettere agli imprenditori del settore di confrontarsi e superare le difficoltà di accesso a un mercato non sempre aperto ad adottare prodotti e servizi innovativi. Personalmente auspico che si riesca presto ad assistere ai primi partenariati per l’innovazione previsti dal nuovo codice degli appalti, dando così sviluppo al settore e migliorando al contempo le prestazioni del sistema sanitario”. 

Redazione EconomyUp