ScaleIT, chiude il 15 giugno la call per le scaleup italiane | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

OPPORTUNITÀ

ScaleIT, chiude il 15 giugno la call per le scaleup italiane

08 Giu 2018

Ultimi giorni per candidarsi all’evento-piattaforma nato per favorire l’incontro tra gli investitori internazionali interessati a realtà ad alto potenziale e le migliori scaleup italiane e dell’Europa sud orientale. La quarta edizione si terrà a Milano il 17 e 18 ottobre

È l’evento di riferimento per le scaleup in cerca di VC disposti a far cresce i loro progetti: fino al 15 giugno è possibile partecipare alla call di ScaleIT, l’esclusivo evento-piattaforma nato per favorire l’incontro tra gli investitori internazionali interessati a realtà ad alto potenziale (con round di serie A, B e C da 3 a 30 milioni di euro) e le migliori scaleup italiane e dell’Europa sud orientale.

L’evento torna a Milano il 17 e 18 ottobre 2018 per la sua quarta edizione. Dopo tre stagioni, ScaleIT ha già contribuito a favorire lo sviluppo di un sistema di aziende in grado di raccogliere in soli 2 anni e mezzo circa 115 milioni di dollari, oltre un quarto del totale degli investimenti raccolto in Italia nello stesso periodo.

Che cos’è ScaleIT

ScaleIT è la piattaforma-evento che ogni anno a ottobre raduna una selezione delle migliori scaleup italiane e un pool di fondi di VC internazionali alla ricerca di opportunità nell’Europa sud orientale. Fondata nel 2015 da Lorenzo Franchini – angel investor e imprenditore nel settore degli investimenti venture – seleziona aziende che abbiano realizzato negli ultimi 12 mesi almeno un milione di euro di fatturato o almeno un milione di utenti mensili (nel caso del B2C online), che abbiano una crescita vicina al 100% anno su anno e almeno il 20% del fatturato totale generato all’estero o una strategia di internazionalizzazione chiara e sostenibile, analizzando un database di oltre 800 tra le più promettenti scaleup italiane.

L’evento, unico nel suo genere, permetterà alle scaleup individuate di entrare nel radar dei venture capitalist internazionali e presentare i propri piani di sviluppo nel corso di una due giorni di incontri scadenziati da un ricco programma di pitch, keynote e meeting one-to-one. Con quest’iniziativa ScaleIT risponde alla necessità del sistema delle aziende innovative dell’area dell’Europa sud orientale di attingere a risorse importanti per sostenere la crescita e, dall’altro, degli investitori internazionali di presidiare queste aree ricche di opportunità. Le candidature  saranno  aperte  solo  alle  aziende  in  possesso  dei  requisiti  di  performance importanti ad attrarre investitori internazionali.

I fondi di VC internazionali e nazionali avranno così l’opportunità di valutare le aziende innovative  selezionate  dall’advisory  board  guidato  da  Lorenzo  Franchini,  fondatore  di ScaleIT, e composto tra gli altri da Emil Abirascid, giornalista e imprenditore e dall’angel investor Pietro De Nardis. Tra i fondi presenti nelle passate edizioni Amadeus Capital, Ardian, Cisco Investments, DN Capital, Draper Esprit, EarlyBird, Eight Roads, Highland Europe, Holtzbrinck Ventures, Idinvest, Index Ventures, Iris Capital, Nauta Capital, Omnes, Partech Ventures e molti altri.

Open call per scaleup: come partecipare

Le scaleup italiane interessate a partecipare potranno fare richiesta direttamente dal sito Scaleit.biz, nella sezione dedicata alla open call di iscrizione. La call chiuderà il 15 giugno 2018. I requisiti per poter partecipare alle selezioni sono: aver realizzato almeno un milione di euro di fatturato negli ultimi 12 mesi o almeno un milione di utenti mensili (nel caso del B2C online), avere una crescita attorno al 100% anno su anno e almeno il 20% del fatturato totale generato all’estero o una strategia di internazionalizzazione chiara e sostenibile. La selezione verrà chiusa e comunicata ai candidati entro il 31 luglio 2018. La shortlist finale sarà annunciata a settembre.

Elezioni 2018, il ritardo delle scaleup italiane in Europa: poche imprese e con pochi capitali

I nuovi partner di ScaleIT

“Nel corso delle precedenti edizioni, ScaleIT  ha  costruito  un  rapporto  di  fiducia  con  oltre  350  investitori  che  provengono dall’Europa, dagli USA, dall’Asia e da Israele – spiega Lorenzo Franchini, fondatore di ScaleIT –. Questo è stato possibile perché abbiamo presentato loro proposte di qualità, esattamente come faremo con la rosa del 2018. Qualità peraltro evidenziata dal fatto che dopo l’evento dell’ottobre scorso tre delle selezionate hanno già chiuso in pochi mesi nuovi round di finanziamento, come Artemest e Soundreef, o operazioni strategiche di crescita, come HelloHungry.com. Mantenendo costantemente aperto lo scouting e il dialogo con gli operatori internazionali che costruiscono il mercato mondiale delle aziende innovative diamo quotidianamente esecuzione alla nostra missione, che è contribuire allo sviluppo delle imprese di domani, fondamentali per costruire il futuro del nostro Paese.”

A sottolineare la rilevanza dell’evento l’interesse di tanti nuovi e importanti partner. Euronext, il principale mercato borsistico pan-Europeo nell’Eurozona, sarà co-main partner di ScaleIT 2018. Euronext ha inoltre lanciato, nel settembre 2017, l’iniziativa European Tech SME, che intende  aiutare  le  imprese  del  settore  tecnologico  a  sviluppare  ulteriormente  il  proprio business grazie ai mercati dei capitali. In quest’ottica Euronext si affianca a ScaleIT nella convinzione che la qualità delle aziende selezionate rappresenti la leva di potenziale crescita del sistema industriale e finanziario internazionale. A credere nel progetto anche nuovi partner come  McKinseyOrrick  e  Ludovici,  Piccone  &  Partners,  mentre  hanno confermato nuovamente il loro sostegno e la loro collaborazione aziende del calibro di Amazon Web Services, Salesforce, Silverpeak, Badenoch & Clark, Endeavor e ABC Accelerator. Rinnovato anche il patrocinio all’evento da parte del Consolato US di Milano.

Leggi le storie di alcune scaleup italiane:

La nuova fase di Tannico: investimenti dai cinesi, piattaforma b2b e un wine bar a Milano

Influencer Marketing, Buzzoole si rinnova e anticipa i nuovi trend

Articoli correlati