#newsweekUp 500mila euro per Filo, 100mila per Zestrip, un Club per Aifi | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Questa settimana

#newsweekUp 500mila euro per Filo, 100mila per Zestrip, un Club per Aifi

02 Ott 2015

La startup per ritrovare oggetti smarriti ha ricevuto 500mila, la neo impresa delle esperienze di viaggio 100mila. L’Associazione del Private Equity e Venture Capital lancia un club di investitori. Arriva in Italia l’olandese Instapro.it, marketplace di servizi per la casa. Opportunity Day in Expo. I dati Doxa sui droni

Notizie, fatti ed eventi che hanno caratterizzato la settimana appena trascorsa. In questi giorni sono salite alla ribalta le startup Filo e Zestrip, che hanno ottenuto finanziamenti da investitori privati e istituzionali. Startup protagoniste anche a Expo2015: un gruppo ha incontrato alcuni potenziali investitori all’Opportunity Day, giornata ideata da Padiglione Italia e ItaliaCamp.

Cinquecentomila euro alla startup per ritrovare gli oggettiFilo, la startup che ha realizzato un dispositivo per aiutare a tenere sotto controllo gli oggetti personali più importanti, ha ricevuto un investimento di 500mila euro. Lo ha annunciato LVenture Group, holding di partecipazioni quotata sul Mta di Borsa Italiana, specificando di aver erogato 100.000 euro. La restante somma proviene da business angel, tra cui alcuni componenti di Angel Partner Group, gruppo di business angel di cui LVenture Group è uno dei soci fondatori. Filo ha creato un dispositivo che utilizza la tecnologia Bluetooth: attraverso un’app è possibile verificare da smartphone la posizione di oggetti, persone o animali ai quali è stato collegato. “Utilizzeremo i nuovi fondi per l’espansione del prodotto sul mercato nazionale ed europeo e per ampliare il nostro team” ha detto il Ceo e fondatore Giorgio Sadolfo.

Seed round per la startup delle guide Local – Oltre 100mila euro per Zestrip, startup di esperienze di viaggio incubata dal Polihub. Li ha investiti un gruppo di angel investors capitanato da Stefano Calderano, attualmente Ceo di Jusp. A convincerli il concetto-base della piattaforma: trasportare la sharing economy nel mondo del turismo attraverso guide Local che propongono attività per tutti i gusti e tutti i budget a turisti desiderosi di dare al proprio viaggio quel pizzico di personalizzazione in più: dai brunch vegetariani nella campagna toscana al social eating con una ‘cuciniera narrante’ a Palermo. Dopo aver aiutato turisti italiani e stranieri ad affrontare l’Expo di Milano, Zestrip si prepara al Giubileo e conta e di sbarcare all’estero nelle principali capitali europee.

Nasce il club degli investitori Aifi – Il Consiglio direttivo dell’Associazione italiana del Private Equity e Venture Capital ha approvato il progetto di istituire, all’interno della propria compagine associativa, il club degli investitori. È un’ulteriore iniziativa per avvicinare compagnie assicurative, fondi pensione e casse di previdenza al mondo degli investimenti nel capitale di rischio che presentano caratteristiche intrinseche potenzialmente molto interessanti, nell’attuale fase di mercato, per gli investitori istituzionali. Una decisione presa sull’esempio di quanto avviene in altri Paesi europei, dove gli investimenti istituzionali in strumenti alternativi sono molto più significativi rispetto a quelli realizzati in Italia.

Startup e investitori fanno networking a Expo – Dalla sicurezza alimentare all’efficienza energetica e al controllo dei consumi. Sono alcuni degli ambiti di intervento delle startup innovative che si sono presentate il primo ottobre ad un panel di investitori nell’ambito dell’Opportunity Day del Vivaio delle Idee a Expo 2015 dedicato al tema dell’eco-sostenibilità. L’Opportunity Day è la giornata ideata da Padiglione Italia e ItaliaCamp per agevolare il networking tra investitori, fondi, venture capital e i migliori progetti innovativi del settore agroalimentare intervenuti nel Vivaio delle Idee, lo spazio in cui startup e spin-off universitari si presentano all’interno di Expo Milano 2015. Le startup protagoniste, che si sono presentate con un pitch di 7 minuti, sono: FoodCode; More+, Save Water & Energy; Briareo; Carbon Sink; Equilibrium; Ghost.

Il marketplace olandese per la casa arriva in Italia – Sulla scia del successo in Olanda, sbarca in Italia Instapro.it, modello di marketplace dedicato ai servizi per la casa. Una realtà consolidata e dalle forti potenzialità a livello europeo che ogni giorno genera lavoro per un valore economico di circa un milione di euro. La piattaforma online mette in diretto contatto consumatori e professionisti qualificati per soddisfare tutte le esigenze di lavori in casa: dagli interventi di manutenzione ai progetti di ristrutturazione, fino alle opere di costruzione.La startup italiana di Instapro.it si inserisce nel piano di sviluppo europeo dell’azienda olandese Werkspot, di cui fa parte. 

Nuovi servizi alle imprese da Digital Magics – Il venture incubator quotato su AIM Italia ha approvato un nuovo piano che potenzia la piattaforma di Open Innovation – Digital Made In Italy – nata grazie alla partnership con Talent Garden (TAG) e Tamburi Investment Partners (TIP). In particolare Digital Magics intende rafforzare l’offerta di Open Innovation per le aziende fornendo servizi di informazione, consulenza strategica e formazione per il top management aziendale, servizi di supporto agli investimenti delle imprese nel digitale e servizi di indirizzo per la realizzazione di applicazioni tecnologiche.

Droni, ecco i dati Doxa – In Italia il giro d’affari annuale del settore dei droni si aggira intorno ai 350 milioni di euro, con 700 mila euro come valore medio del business per azienda. Lo svelano i dati dell’“Osservatorio sui droni civili in Italia”, realizzato da Doxa Marketing Advice e presentato a Dronitaly, la fiera italiana dei droni, svoltasi a Milano il 25-26 settembre, appuntamento di riferimento per tutto il settore dei droni civili in Italia. 

Innovazione e biotecnologie Made In Italy sbarcano in Florida – Una ricerca dell’Università di Tor Vergata su biomateriali innovativi e tessuti per trapianti ottenuti con stampa tridimensionale è stata presentata all’Università di Miami e al The Beacon Council Miami dalla Miami Scientific Italian Community. Lo studio realizzato dal Prof. Paolo Di Nardo è focalizzato sulle tecnologie più innovative per la terapia rigenerativa degli organi, come gli innovativi materiali biocompatibili e tessuti per trapianti ottenuti con stampanti 3D.

A Milano la fotocopisteria che è anche co-working “etico” – È stato inaugurato in questi giorni in Galleria Borella 1 Parenthesy, innovativo ambiente di co-working e studio che mette a disposizione, grazie alle soluzioni fornite da Sharp Electronics Italia, le migliori tecnologie di stampa digitale, oltre che un servizio di bar e ristorazione. Un ambiente di lavoro per studenti e professionisti a due passi dall’Università Cattolica del Sacro Cuore. C’è anche il tocco etico: i prodotti da forno, le brioches e le confetture biologiche sono prodotte dall’associazione “Buoni Dentro”, dei ragazzi del carcere minorile Cesare Beccaria, e tutta la gastronomia è curata dalla cooperativa sociale “Aromi a tutto campo”, nata per seguire gli assistiti dei Centri di salute mentale. (L.M.)

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati