Nel 2014 faremo crescere così l'Italia negli USA | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Scenari

Nel 2014 faremo crescere così l’Italia negli USA

18 Dic 2013

Da gennaio la promozione delle imprese del food e del fashion. In febbraio un grande summit a New York. Ecco i programmi di Italian Business & Invetsment Initiative che dal 2011 lavora per cambiare l’immagine e la presenza delle aziende tricolore negli States

Fernando Napolitano è Founder, President & CEO di Italian Business & Invetsment Initiative
L’Italian Business & Invetsment Initiative (IB&II) ha creato dal 2011 un presidio qualificato a New York che svolge due funzioni:

1) Rete di relazioni qualificate con gli operatori finanziari Usa, sia private equity che venture capital, per facilitare l’espansione in quel mercato delle piccole e medie e delle start up italiane in particolare quelle nell’high-tech

2) Comunicazione e informazioni qualificate con gli investitori per promuovere un’immagine più realistica delle opportunità di investimento in Italia.

IB&II è oggi una piattaforma articolata in 4 programmi in cooperazione con Intesa Sanpaolo start-up initiative, Mind the Bridge di San Francisco, Innogest (il più importante fondo di VC in Italia) e Italia Camp.

1.  Borsa di studio BEST, in cooperazione con l’Ambasciata USA, la Commissione Fulbright in Italia e Invitalia, consente ai migliori scienziati, ingegneri o economisti al di sotto dei 35 anni con una idea innovativa nell’high tech, di trascorrere 2 mesi alla Santa Clara University in California per studiare imprenditorialità e, poi, 4 mesi lavorando con una start up della Silicon Valley. Al rientro li aiutiamo a creare impresa. Risultati: 65 italiani che hanno creato 26 start up in Italia in settori tecnologi strategici quale: aerospazio, chimica verde, robotica, ingegneria neuronale, software, materiali avanzati.

2.  Forum New York e San Francisco: per start up italiane già investite da un fondo VC italiano e con un piano di espansione negli Usa per incontrare VC americani. Tre volte l’anno: 1 a San Francisco gestito da Mind the Bridge e 2 a New York. Ne abbiamo ospitate 130, 10 hanno aperto battenti nella Silicon Valley, una a New York. Con World Wide Investor Network e VentureOut NY forniamo un periodo di 4 giorni per incontrare l’ecosistema locale.

3.  Piccole e Medie imprese: dal prossimo anno, primo trimestre, aiuteremo le imprese italiane, in particolare fascio e food, che già operano negli Usa ad aumentare le proprie quote di mercato. 

4.  Summit Italy Meets the United States of America a New York: lo scorso febbraio abbiamo lanciato questo forum ove portiamo la leadership italiana a incontrare investitori e opinion makers per “spiegare” l’Italia oltre gli stereotipi. Il prossimo 28 febbraio parleremo del futuro dell’Europa e dell’Italia. Il commissario Antonio Tajani sarà tra i panelist come il dott. Conti, AD dell’Enel, Maximo Ibarra, della Wind e altri leader Usa. Modererà Fareed Zakaria della CNN. L’origine di questa percezione negativa sull’Italia è causata, in primis, dalla mancanza di qualsiasi strumento di comunicazione dall’Italia in inglese. Rimaniamo isolati nella e dalla nostra lingua e lasciamo che altri facciano la nostra immagine. Questa iniziativa è un passo coerente per rompere questo isolamento.

L’Italia è in transazione. Siamo arrivati al redde rationem. Abbiamo abusato del modello sociale ed economico. I sacrosanti diritti sono diventati privilegi, i privilegi abusi. Abbiamo di fronte ancora tempi difficili .

La crisi finirà quando si formulerà un piano che ispiri e che faccia traguardare un bene dopo i necessari sacrifici.  

Il piano deve avere due componenti: riduzione della spesa e della presenza dello stato nell’economia, con tagli da 50 miliardi. Il secondo di crescita.

IB&II opera in maniera coerente con questa visione e ha fornito un “piano”. Da settembre con il lanciato dei canali social abbiamo 3,500 follower. Tra gli “i like” e gli altri “tasti di gradimento” il nostro “piano” sembra che piaccia e ispiri.

*Fernando Napolitano è Founder, President & CEO di Italian Business & Invetsment Initiative (IB&II)

 

di Fernando Napolitano*

Articoli correlati