Mobility Hackathon, a Roma la prima gara per innovatori anti-traffico | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

MOBILITÀ URBANA

Mobility Hackathon, a Roma la prima gara per innovatori anti-traffico

27 Nov 2014

Dal 12 al 14 dicembre a Luiss Enlabs startupper e maker concorreranno per realizzare applicazioni utili a migliorare la qualità del trasporto pubblico e privato. Organizzata dall’incubatore romano con Codemotion, la maratona è supportata da grandi aziende e prevede premi per i migliori tre team. Attesi 200 partecipanti

Gli open space di Luiss Enlabs a Roma Termini
Startupper e innovatori faranno a gara per combattere il traffico e i disagi nei trasporti nel più grande Hackathon di questo tipo che si terrà a Roma dal 12 al 14 dicembre: il “Mobility Hackathon”.

Un evento importante perché dedicato all’individuazione di soluzioni sul tema della mobilità (uno dei principali problemi dei centri metropolitani), incentrato sulla capacità dei partecipanti di sviluppare soluzioni innovative e supportato da grandi aziende del settore (e non).

Mobility Hackathon si terrà nella capitale  il 12, 13 e 14 dicembre presso gli spazi di Luiss Enlabs della stazione di Roma Termini ed è il più grande concorso a premi dedicato all’individuazione di soluzioni sul tema della mobilità.

L’iniziativa è promossa dall’Agenzia per la Mobilità di Roma, Atac e Ferrovie dello Stato Italiane ed è organizzata da LUISS ENLABS, “la fabbrica delle startup”, uno dei maggiori acceleratori d’impresa presenti in Italia insieme a Codemotion, la maggiore conferenza europea per programmatori. Di fatto consiste in una maratona di programmazione rivolta a sviluppatori, designer, startupper, studenti, maker e a chi lavora nel mondo della comunicazione o nel settore della mobilità. È  prevista la partecipazione di circa 200 ragazzi provenienti da tutta Italia.

L’evento – patrocinato dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio – è realizzato in collaborazione con Wind, Università LINK Campus, Google, IBM, Poste Italiane, MyCicero, Tom Tom Telematics, Autostrade Tech, Esri, Kapsch, Project Automation.

L’obiettivo del concorso a premi è la realizzazione di applicazioni utili per migliorare la qualità del trasporto pubblico e privato sul territorio della città e della regione: 36 ore non stop di creatività, tecnologie e condivisione per migliorare la città.

La maratona partirà con l’evento di venerdì 12 dicembre e sarà aperto da una Tavola rotonda sul tema della tecnologia e della mobilità, cui parteciperanno i Vertici delle aziende promotrici; in questo contesto verranno presentate le “challenge” – i temi sui quali i partecipanti sono inviati a proporre soluzioni – e i premi previsti per i vincitori. Si procederà poi con la formazione dei team e un aperitivo per tutti gli intervenuti.

Si partirà quindi con la non-stop di programmazione che proseguirà fino alla domenica pomeriggio: durante tutta la maratona i partecipanti saranno seguiti da un gruppo di mentor, che li supporteranno dal punto di vista tecnico e li assisteranno nello sviluppo dei progetti. La domenica pomeriggio i vari team partecipanti presenteranno infine i propri prototipi, che verranno valutati da una Giuria composta dal Top Management delle aziende promotrici, di aziende, esperti in tecnologia, Enti e Istituzioni.

Sono previsti 3 premi per i primi tre team che avranno presentato la migliore idea; questi riceveranno buoni acquisto e beni messi a disposizione da promotori e sponsor. A questi si aggiungeranno ulteriori tre premi: uno della giuria, e due messi a disposizione da FS Italiane e Radio Dimensione Suono.

La mobilità è uno dei temi centrali per il nostro Paese: l’Italia è il Paese europeo con il maggior numero di veicoli privati per abitante e fra gli ultimi per utilizzo dei mezzi pubblici e del trasporto ferroviario. Il trasporto, da solo, produce un quarto delle emissioni totali di CO2. L’espansione delle città non accompagnata da una parallela crescita dei servizi di mobilità ha inoltre via via determinato, all’interno dei principali capoluoghi, un aggravarsi della congestione e una diminuzione della velocità media che oggi si attesta intorno ai 15 km/h, rallentando fino ai 7 km/h nelle ore di punta. (L.M.)

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati