Italia Startup, nuovi vertici: alla presidenza Angelo Coletta, il vice è Giovanni De Lisi | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LE NOMINE

Italia Startup, nuovi vertici: alla presidenza Angelo Coletta, il vice è Giovanni De Lisi

28 Giu 2018

L’associazione no profit che rappresenta l’ecosistema delle startup italiane ha scelto i nuovi vertici: entrambi brillanti imprenditori originari del Sud Italia. Coletta, in carica per il triennio 2018-2021, ha fondato 5 startup e realizzato 2 exit, De Lisi è founder di Green Rail, che fa traverse ferroviarie ecosostenibili

Angelo Coletta e Giovanni De Lisi sono rispettivamente il nuovo presidente e il nuovo vicepresidente di Italia Startup, associazione no profit nata per rappresentare l’ecosistema delle startup italiane che ha appena raggiunto quota 2.638 associati.

Oggi si è svolta l’Assemblea 2018 per votare il nuovo Consiglio Direttivo per il mandato 2018/2021. Il Consiglio ha nominato presidente Coletta e vicepresidente De Lisi: due imprenditori originari del Sud Italia fondatori di società e startup di successo.

Angelo Coletta sarà presidente per il triennio 2018-2021. Pugliese, 46 anni, ha fondato 5 startup e fatto due exit. E’ Amministratore Delegato di Future Next SrlLaureato in Economia nel 1994 presso l’Università degli Studi di Bari, Master in Global village for future leaders conseguito presso Lehigh University – Lee Lacocca institute, Coletta ha costituito nel 2005 BookingShow Spa. A giugno 2014 fonda UpCommerce, piattaforma per la gestione di e-commerce multilingue in full outsourcing tra i principali player in outsourcing del settore e-commerce. Nel 2016 rileva la maggioranza di 18months, secondo player nazionale nel set del ticketing per i cinema e fonda la startup innovativa FutureNext srl.

Giovanni De Lisisiciliano, non soddisfatto degli studi in Giurisprudenza, a 20 anni decide di lavorare come manovale nella ditta di suo padre, costruttore di traversine ferroviarie. Così impara il lavoro dalle fondamenta con un solo obiettivo: diventare imprenditore. Non ancora trentenne, le sue intuizioni e la sua grinta lo portano a realizzare una delle startup più promettenti del panorama italiano, GreenRail. Questa società realizza un nuovo concept di traversa ferroviaria ecosostenibile, prodotta con plastica riciclata e gomma ottenuta dal recupero di pneumatici fuori uso, che entra nel mercato ferroviario come sostituta innovativa delle traverse in calcestruzzo.

Articolo correlato